Home Recensioni aziendali Inchiostri Crystal Lagoons $ 400m Contratto resort Egitto

Inchiostri Crystal Lagoons $ 400m Contratto resort Egitto

Crystal Lagoons, una delle principali società internazionali di innovazione idrica, ha dichiarato di essersi unita al gruppo immobiliare egiziano Madaar Development per costruire due lagune nel suo resort Azha da $ 400 milioni ad Ain Sokhna, in Egitto.

Azha, uno sviluppo residenziale di lusso sul lungomare di fascia alta, viene descritto come "la nuova capitale dell'Egitto", sulla sempre più popolare costa occidentale del Mar Rosso.

Lo sviluppo di 1.6 milioni di metri quadrati includerà una gamma a cinque stelle di lussuosi servizi tra cui ampie residenze di villaggio, hotel e appartamenti, un campo da golf e club house, negozi, centri comunitari, un beach club, strutture sportive e parchi che 2020 dovrebbe essere pienamente operativo.

Uno sviluppatore chiave del "miglior servizio al mondo" in grado di portare un idilliaco stile di vita da spiaggia in qualsiasi parte del mondo, Crystal Lagoons ha affermato che le lagune cristalline, che saranno il fulcro del progetto, forniranno ampio spazio per una vasta gamma di sport acquatici tra cui nuoto, kayak, paddle boarding e windsurf.

Insieme, le lagune cristalline, sviluppate a costi di costruzione e di manutenzione molto bassi, raggiungeranno un totale di oltre 16 ettari, coprendo 6.4 e 10.2 con completamento previsto alla fine di 2018.
Sulla vittoria del contratto, Carlos Salas, direttore regionale (Medio Oriente) di Crystal Lagoons, ha dichiarato: "L'annuncio segna l'undicesimo progetto di Crystal Lagoons in Egitto, che sta emergendo come mercato chiave per i servizi di svago leader a livello mondiale".

“Abbiamo assistito a una crescita incredibile in Egitto negli ultimi due anni e il Paese è ora il nostro quinto mercato più grande con diversi progetti in cantiere per aumentare ulteriormente la nostra presenza. Non stiamo solo aumentando il fascino estetico di una destinazione, ma stiamo fornendo pratiche strutture ricreative e ricreative, come paddle boarding, vela e kayak, a bassi costi di costruzione e manutenzione che aggiungono un valore reale al resort ", ha affermato Salas.

Gasser Bahgat, amministratore delegato di Madaar Developments, ha dichiarato: “Siamo entusiasti di lavorare con Crystal Lagoons al nostro progetto di punta; Azha Ein Sokhna. In Azha, miriamo a creare un rifugio tutto l'anno e un santuario tropicale per i nostri clienti ".

“Avremo una cooperazione a lungo termine tra Madaar e Crystal Lagoon in Egitto ea livello internazionale. Crystal Lagoons farà parte della nostra visione nel trasformare Azha in un idilliaco paradiso sulla spiaggia. Siamo ansiosi di vedere le visioni di entrambe le società prendere vita ", ha aggiunto.

Crystal Lagoons è l'unica azienda globale con la capacità tecnologica di rendere economicamente sostenibile lo sviluppo di corpi idrici artificiali giganti controllati.

La società detiene due Guinness World Records per la più grande laguna del mondo, la prima a San Alfonso del Mar, in Cile, e la seconda a Sharm El Sheik, in Egitto, che è l'attuale detentore del record mondiale su 12.2 ettari, ha affermato Salas.

Le grandi lagune cristalline utilizzano 30 volte meno acqua rispetto a un campo da golf di dimensioni simili e metà dell'acqua necessaria per irrigare un parco di dimensioni equivalenti.

Progettate per essere autopulenti, le lagune utilizzano fino a 100 volte meno sostanze chimiche rispetto ai sistemi tradizionali e solo il due percento dell'energia richiesta dalle tecnologie di filtraggio convenzionali, rendendole incredibilmente sostenibili, ha affermato.

La società ha recentemente presentato una nuova tecnologia di evaporazione basata su film, che riduce i tassi di spreco di acqua fino al 70 per cento.

"Abbiamo sviluppato la nostra tecnologia brevettata e un modello commerciale comprovato per aggiungere un valore significativo a uno sviluppo a un costo molto basso e fornire un ROI sostanziale per lo sviluppatore", ha rivelato Salas.

Crystal Lagoons ha dichiarato di aver attualmente partecipato a progetti 600, in varie fasi di sviluppo e negoziazione, nei paesi 60 in tutto il mondo.

“A livello globale stiamo fornendo una soluzione praticabile e conveniente a lungo termine, nonostante le sfide climatiche e geografiche. La proposta è particolarmente adatta considerando che possiamo utilizzare qualsiasi tipo di acqua, comprese quelle salmastre delle falde acquifere sotterranee, eliminando la necessità di consumare preziose risorse di acqua dolce, qualcosa di particolarmente pertinente per i nostri partner in Medio Oriente ", ha aggiunto.

Inchiostri Crystal Lagoons $ 400m Contratto resort Egitto

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome