CasaGrandi progettiUltimi sviluppi sul progetto di raffineria di petrolio di soio in Angola

Ultimi sviluppi sul progetto di raffineria di petrolio di soio in Angola

L'esecuzione del progetto di raffineria di petrolio Soyo in Angola da 3.5 miliardi di dollari dovrebbe iniziare all'inizio del 2023 secondo i funzionari del Consorzio Quanten, guidato dagli Stati Uniti, che include Cisco Systems CSCO.O e KBR Inc.

Cisco Systems, comunemente nota come Cisco, è una società multinazionale americana del conglomerato tecnologico con sede a San Jose, in California, mentre KBR, Inc. è una società con sede negli Stati Uniti che opera nei settori della scienza, della tecnologia e dell'ingegneria. KBR opera in vari mercati tra cui quello aerospaziale, della difesa, industriale e dell'intelligence.

Ricerca di progetti di costruzione
  • Regione / Paese

  • Sector

Leggi anche:

Sviluppata nel tentativo di ridurre la dipendenza dai combustibili importati, la raffineria di Soyo, con una capacità di 100,000 barili al giorno (BPD), è una delle tre nuove raffinerie previste per il secondo produttore africano di petrolio greggio che importa l'80% dei suoi prodotti trasformati .

Lo sviluppo del progetto Soyo Refinery inizierà dopo che il sito sarà stato interamente sminato

Affinché il progetto della raffineria di petrolio di Soyo in Angola inizi, il sito deve essere interamente sminato secondo il Quanten Consortium, i cui rappresentanti hanno spiegato che il costo previsto copre tutte le strutture associate come strade, una centrale elettrica da 60-100 megawatt e una terminale.

Quanten Consortium Angola LLC Il socio amministratore N. Segun Thomas ha spiegato che stanno attualmente lavorando per garantire che l'area sia priva di mine antiuomo, per la quale riceveranno un certificato. La raffineria, che sarà una delle poche nel continente in grado di produrre combustibili più puliti di qualità Euro 5, dovrebbe iniziare a produrre nel quarto trimestre del 2025, secondo Thomas.

Oltre a Soyo, l'Angola sta progettando un nuovo impianto da 200,000 bpd a Lobito e sono stati completati i test di accettazione in fabbrica delle apparecchiature per la prima fase della nuova raffineria di Cabinda, con l'installazione prevista nei prossimi mesi, secondo funzionari del governo.

Il paese sta anche rinnovando la sua unica raffineria da 65,000 bpd a Luanda, la capitale del paese. Secondo il ministro del Petrolio Diamantino Azevedo, i lavori alla raffineria di Luanda, che mirano a triplicare la quantità di combustibile prodotto, dovrebbero concludersi a giugno.

Segnalato in precedenza

ott 2019

L'Angola costruirà una raffineria di petrolio nella provincia di Zaire

raffineria di petrolio Angola

Sono in corso progetti in Angola per la costruzione di una raffineria di petrolio, nella provincia dello Zaire, vicino al confine settentrionale dell'Angola con la Repubblica Democratica del Congo. Il governo dell'Angola ha iniziato a organizzare roadshow e presentazioni su larga scala per società di costruzioni e investitori in vista del lancio di una gara internazionale per la raffineria di petrolio di Soyo.

Lancio del bando di costruzione

La prima presentazione si è tenuta a Luanda e una seconda sarà organizzata a Dubai l'22 di ottobre, due giorni prima del lancio ufficiale della competizione per la costruzione dell'impianto. Il governo è alla ricerca di un consorzio per finanziare, costruire e gestire la raffineria che dovrebbe elaborare barili di greggio 100,000 al giorno. Il progetto dovrebbe iniziare immediatamente dopo la gara d'appalto ed essere pronto da 2023.

La mossa fa parte di un piano per consentire all'Angola di catturare più valore dalle sue riserve petrolifere offshore e ridurre il conto delle importazioni di benzina. Attualmente, l'Angola importa l'80% della sua benzina al costo di circa 177 milioni di dollari USA al mese; un drenaggio delle riserve di valuta estera del paese. Ciò ha avuto un impatto negativo sul paese che attualmente è alle prese con un alto tasso di disoccupazione.

Leggi anche: La data di completamento della più grande raffineria di petrolio dell'Africa è cambiata

L'obiettivo è costruire tre raffinerie, a Soyo, Cabinda e Lobito, e ristrutturare l'impianto di Luanda, costruito negli anni '1960. Il governo ha annunciato nel 2015 che stava collaborando con un consorzio guidato da China Tianchen Engineering per costruire l'impianto di Soyo. Questo progetto, che è stato fatturato come uno schema da 14 miliardi di dollari e 400,000 bpd, è stato successivamente sospeso.

La raffineria dovrebbe stimolare gli sviluppi economici non solo in Angola ma anche nei paesi limitrofi che beneficeranno di costi ridotti sull'importazione di prodotti petroliferi.

Aprile 2021

L'Angola rinvia l'annuncio del vincitore della gara d'appalto del progetto di raffineria di petrolio di Soyo

Il governo angolano ha rinviato l'annuncio del vincitore della gara pubblica per la costruzione di una raffineria di petrolio a Soyo, provincia dello Zaire, a causa della pandemia di COVID-19 (Coronavirus). Secondo il Ministero delle risorse minerarie e del petrolio, l'annuncio sarà fatto non appena l'epidemia COVID-19 sarà sotto controllo.

Secondo il comunicato, il rinvio della data di divulgazione del vincitore seguirà alle misure restrittive imposte a seguito della dichiarazione dello stato di emergenza in tutto il Paese. Lo stato di emergenza è in vigore in Angola da venerdì 27 marzo.

Leggi anche: Il progetto della raffineria di petrolio dell'Uganda riceve 20 milioni di dollari dall'AFC

9 aziende hanno effettuato il taglio finale

Secondo il Segretario di Stato per il Petrolio, José Barroso, sono pervenute 31 proposte per la gara indetta dal Ministero il 24 ottobre 2019; di cui nove sono stati selezionati. Le nove società includono SDRC, Costruzione Jiangsu Sinochem, Quantem Consortium, CMEC, AIDA e VSF, Tobaka Investment Group, Atis Nebest - Angola, Satarem, Gemcorp Capital e CPP.

La realizzazione della raffineria di Soyo rientra in un programma che prevede anche la realizzazione di impianti simili a Cabinda, con una capacità di lavorazione di 60,000 barili al giorno, e Lobito (200,000 barili al giorno), oltre al ripristino e all'ammodernamento della Raffineria di Luanda, per quadruplicare la propria capacità produttiva.

Se hai un commento o ulteriori informazioni su questo post, condividilo con noi nella sezione commenti qui sotto

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome