CasaGrandi progettiUltimi sviluppi sul progetto Tatu City in Kenya

Ultimi sviluppi sul progetto Tatu City in Kenya

A Tatu City è ufficialmente iniziata la costruzione del più grande contact center del Kenya, che darà lavoro a migliaia di giovani. La struttura da 4000 posti sarà aperta alla fine del prossimo anno e consentirà l'outsourcing dei processi aziendali per l'intero ciclo di vita del cliente, inclusi i contatti vocali e digitali tradizionali.

Leggi anche: Completata la fase due della costruzione del 2° terminal per container nel porto di Mombasa in Kenya

Ricerca di progetti di costruzione
  • Regione / Paese

  • Sector

La nuova struttura ha aperto i battenti su Eneo presso Tatu Central, il modernissimo contact center situato a Tatu City, ed è gestita da CCI globale, il più grande operatore di contact center internazionale dell'Africa. Gateway Real Estate Africa (GREA) è alla base del progetto, che comprende anche i piani per una seconda torre per uffici e un centro commerciale a Tatu City.

Negli Stati Uniti, nel Regno Unito, in Australia e in altri mercati esteri, CCI gestisce contact center multicanale outbound, inbound e web chat che servono i settori mobile, tecnologico, delle telecomunicazioni e finanziario.

Altri progetti intorno al Contact Center Tatu

Il co-fondatore e CEO di GREA Greg Pearson ha rivelato all'inaugurazione che la società avrebbe costruito una seconda torre di uffici con vendita al dettaglio, inclusi negozi, ristoranti e un supermercato, accanto a CCI Global. GREA e la sua società madre, Grit Real Estate Income Group, stabiliranno qui i suoi uffici in Kenya, mentre lo spazio rimanente sarà multi-locatario. Eneo a Tatu Central sarà il punto focale del centro commerciale di Tatu City, con un totale di 24,000 metri quadrati di uffici e spazi commerciali.

Tatu City è la prima Zona Economica Speciale (SEZ) del Kenya. Per i primi dieci anni, le imprese registrate come SEZ Enterprises pagano un'aliquota dell'imposta sulle società del 10%, seguita da un'aliquota del 15% per i dieci anni successivi (l'aliquota standard dell'imposta sulle società è del 30%). Ulteriori vantaggi includono una riduzione del 16% dell'IVA, esenzioni dai dazi all'importazione e ritenute alla fonte ridotte.

A Tatu City, più di 70 imprese sono aperte o in costruzione, 3,000 bambini vengono educati ogni giorno da scuole keniote e straniere e 3,000 appartamenti sono occupati o in costruzione. Eneo at Tatu Central è l'ultimo progetto della cooperazione strategica di GREA e Rendeavour, che comprende progetti commerciali, di magazzino e logistici nelle nuove città di Rendeavour nell'Africa orientale e occidentale.

Panoramica del progetto della città di Tatu

Progetto Tatu City è una terra di 5000 acri che si addentra nella meraviglia dell'urbanizzazione africana. La sua natura speciale sta promettendo il decongestionamento a Nairobi, in Kenya. L'opinione convenzionale è che la città di Nairobi sia una catastrofe causata dal continuo afflusso di persone nella città. Tatu City rappresenta un nuovo modo di vivere per kenioti e visitatori, generando una vita, un lavoro e un dominio speciali liberi dal traffico e dai viaggi a lunga distanza avanti e indietro.

Lo sviluppo polivalente è costituito da case, ospedali, uffici, scuole, centri commerciali, centri sportivi integrati, intrattenimento e lifestyle. C'è anche un parco industriale, che è la più grande zona industriale dell'Africa orientale. Il fatto è che Taut City ha abbastanza spazio per ospitare 150,000 residenti e 30,000 giorni di visitatori.

Segnalato in precedenza

2008

Un consorzio di investitori rappresentato oggi da Rendeavour ha ottenuto la terra che fa Tatu City. Gli investitori hanno pagato 21.7 milioni di dollari per la fattoria Tatu e 65.7 milioni di dollari per la terra di Kofinaf. Scofinaf, un'azienda belga di caffè e gomma. Scofinaf ha tenuto migliaia di piantagioni di caffè sul terreno dagli anni '1960 al 2008.

2012

Renaissance Group ha avviato la prima fase del progetto in undici fasi nel 2012 e si prevede che i residenti occuperanno le unità residenziali entro la fine del 2013. La struttura residenziale da 5 miliardi di dollari era pronta per la vendita al dettaglio nel 2014. Il Russian Renaissance Group ha collaborato con investitori kenioti per lo sviluppo di Tatu City. I partner di sviluppo sono:

  • David Langdon
  • Lariak paesaggi Ltd
  • Pianificazione Project Management Ltd
  • Scroll & Priest (K) Ltd
  • Ogilvy Pubbliche relazioni
  • Gibb Africa Limited
  • Capita Symonds & Co Advocates.

Gli investitori kenioti e il gruppo Renaissance hanno calcolato che la prima fase ospiterà circa 62,000 residenti.

2014

I circa 8 chilometri di ghiaia che accedono al Tatu City Industrial Park, al Logistics Park e alla tangenziale intorno a Kijani Ridge, sono stati completati. Secondo il Tatu City Team, anche i necessari sistemi di drenaggio dell'acqua e i ponti di circa 8 km erano stati completati. Gli sviluppatori potrebbero ora avere un accesso più facile alle loro proprietà all'interno di Tatu City.

ott 2014

La costruzione della città di Tatu, in Kenya, da 2.5 miliardi di dollari, riprende dopo 4 anni di stallo

Città di Tatu in Kenya
Give me Tatu City on a table: l'ambizioso piano sarà attuato da una partnership tra Renaissance Partners, il principale braccio di investimento della società dei mercati emergenti Renaissance Group e investitori kenioti

La costruzione della città di Tatu è iniziata dopo lunghe dispute che ora hanno ritardato di quattro anni il progetto con sede nella contea di Kiambu. Tatu è un'invenzione di complesso residenziale che sarà installato su 2 acri di terreno e sarà la prima città a gestione privata in Kenya.

Le cause giudiziarie che coinvolgono la proprietà hanno portato allo stallo del progetto Tatu City dopo l'inizio nel maggio 2011, di un progetto concepito nell'ottobre 2010. La sua strategia di sviluppo è stata rivalutata secondo l'amministratore delegato di Tatu City Ltd Lucas Omariba, che aggiunge che il progetto è ora ripreso. Tatu City è una città progettata a 15 chilometri da Nairobi, in Kenya.

Omariba ha dichiarato questa settimana: "Sono felice di informarti che ora abbiamo iniziato lo sviluppo delle infrastrutture per le prime due fasi del nostro sviluppo". Le strade di accesso alla città saranno realizzate da Sinohydro Tianjin Engineering Co., società cinese aggiudicataria dell'appalto da parte di Tatu City Ltd. Ciò costituirà la Fase I del progetto, al termine della quale verranno eseguite le opere civili a servizio dei lotti su cui si sviluppa sarà impostato. Quest'ultimo sarà fatto entro la fine dell'anno.

Apparentemente, coloro che desiderano partecipare allo sviluppo del progetto avranno l'opportunità di acquistare spazio a 258,137 dollari per acro. Sono già disponibili per gli acquirenti appezzamenti di 18 cinque acri. I singoli sviluppatori avranno anche accesso a una comunità recintata di 150 acri, il Kijani Ridge, una delle parti pianificate della città.

Tatu City sarà costruita in 10 fasi fino al 2022, quando sarà completata. La città satellite a uso misto ospiterà 77,000 residenti e attingerà alle economie cittadine del paese, tra le crescenti tendenze della classe media e dell'urbanizzazione. Sarà un centro urbano decentrato.

L'ambizioso piano è una partnership tra Renaissance Partners, il principale braccio di investimento della società dei mercati emergenti Renaissance Group e investitori kenioti. Oltre a Tatu City, anche il Kenya ha un piano ambizioso per costruire una città techno, Konza, un progetto da 14.5 miliardi di dollari la cui Fase I è già iniziata.  

2015

A gennaio 2015 sono iniziati i lavori di costruzione di strade, acqua e acque reflue. Nello stesso mese è iniziata la costruzione della recinzione perimetrale di Kijani Ridge e sono stati completati i progetti della sottostazione e della rete interna per i distretti 1B e 4B.

Unilever Africa orientale, una delle principali società di beni di consumo in Kenya, ha stipulato un memorandum d'intesa con Tatu City Limited per il raggiungimento di 70 acri di terreno industriale per il futuro sviluppo delle sue operazioni di produzione.

nov 2015

I firmatari cinesi si accordano con la città di Tatu in Kenya per la costruzione delle infrastrutture

I firmatari cinesi si accordano con la città di Tatu in Kenya per la costruzione delle infrastrutture

Ditta cinese Sinohydro ha firmato un accordo per la costruzione di infrastrutture Tatu City in Kenya. L'accordo vedrà lo sviluppo dell'acqua, della rete fognaria e dei lavori stradali temporanei.

L'accordo del valore di 4 milioni di dollari si occuperà delle infrastrutture di base che integreranno la prima fase del progetto e un'altra strada temporanea di sette chilometri sarà costruita per facilitare le attività di costruzione in corso.

"Siamo lieti di estendere la nostra cooperazione con Sinohydro, che ha già completato con successo diverse fasi dello sviluppo delle infrastrutture di Tatu City", ha affermato Anthony Njoroge, CEO di Tatu City.

La città di Tatu di 2,500 acri in Kenya, che dovrebbe essere completata nel prossimo anno, ospiterà una serie di aziende internazionali come Dormans, Kim-Fay e Maxam.

Si prevede inoltre che ospiterà oltre 70,000 residenti una volta completata e le persone prevedono che contribuirà a decongestionare la capitale offrendo un ambiente unico di vita, lavoro e gioco.

Tatu City si trova vicino a luoghi operativi e influenti come l'aeroporto Jomo Kenyatta, Runda, Università di Kenyatta, UniCity, Thika Highway e tangenziali nord e est.

Sinohydro è originariamente noto come il primo marchio cinese nella costruzione di energia idroelettrica, responsabile del 65% delle centrali idroelettriche di grande e media scala del paese. Ha 12 partecipazioni e 20 filiali interamente controllate con sede in Cina, 5 uffici regionali all'estero in Asia/Pacifico, Africa, America, Eurasia e Asia occidentale/Nord Africa per supervisionare lo sviluppo del mercato di 113 uffici all'estero in oltre 80 paesi.

2016

Gen 2016

La Tatu City di Mutli milioni di dollari in Kenya nomina la ditta statunitense a pianificare l'approvvigionamento energetico

La Tatu City di Mutli milioni di dollari in Kenya nomina la ditta statunitense a pianificare l'approvvigionamento energetico
Un'impressione artistica della città di Tatu in Kenya. Il complesso industriale ha nominato Power Engineers Inc come consulente energetico.

Un complesso satellitare multimilionario a Città di Tatu in Kenya ha annunciato di aver nominato un'azienda con sede negli Stati Uniti Power Engineers Inc, una delle più grandi società di ingegneria di consulenza negli Stati Uniti, per pianificare l'infrastruttura elettrica da utilizzare all'interno del complesso industriale.

La direzione di Tatu City in Kenya ha affermato che The Power Engineers Inc è adatto per il lavoro avendo lavorato con clienti come Banca Mondiale, Agenzia statunitense per il commercio e lo sviluppo e Inter-American Development Bank.

Quest'ultimo accordo è una forte indicazione che il progetto sarà implementato un anno dopo lo stallo. Il progetto è stato segnato da cause giudiziarie sulla proprietà terriera un anno dopo l'inizio della sua costruzione nel 2010.

Ma con una mossa che segnala che la sua implementazione sta finalmente migliorando, la cinese Sinohydro ha firmato il mese scorso un accordo del valore di Sh400 milioni per la creazione di infrastrutture di base per l'acqua, le fognature e i lavori stradali temporanei relativi alla prima fase del progetto.

La città satellite ha attratto in particolare gli investitori immobiliari che hanno espresso un forte interesse per il progetto, con oltre il 60% dei lotti nella prima fase residenziale di Tatu City, Kijani Ridge, venduti.

Le aziende che si sono impegnate a occupare spazio nel prossimo complesso includono l'azienda di caffè Dormans, il produttore di tissue Kim-Fay, il distributore di bevande Heineken Maxam e Unilever che costruirà un impianto di produzione all'interno della sua zona industriale leggera di 420 acri all'interno della città industriale proposta .

Tatu City sarà costruita in 10 fasi fino al 2022, quando sarà completata. La città satellite a uso misto ospiterà 77,000 residenti e attingerà alle economie cittadine del paese, tra le crescenti tendenze della classe media e dell'urbanizzazione. Sarà un centro urbano decentrato.

L'ambizioso piano è una partnership tra Renaissance Partners, il principale braccio di investimento della società dei mercati emergenti Renaissance Group e investitori kenioti. Con una mossa destinata a portare il Kenya sulla mappa del mondo come hub tecnologico, il Kenya sta anche costruendo una città techno di Konza multimilionaria.

2016

Il 2016 è stato un anno di lancio dell'infrastruttura e di magazzini e fabbriche nel Tatu Industrial Park. Nello stesso anno, gli investitori internazionali si sono assicurati un supporto legale. La costruzione da parte dello sviluppatore Lifestyle Properties è iniziata a novembre.

Il Kenya Rugby ha dimostrato che il 2016 è stato un anno di progressi per Tatu City dopo aver annunciato una partnership che avrebbe aiutato le loro partite di prova e lo sviluppo del rugby giovanile.

2017

Il campus Nova Pioneer ha ammesso i loro primi studenti pronti a fornire istruzione in loco. È stato costruito un arco di sviluppo abitativo e i residenti hanno avuto la possibilità di iniziare a costruire le loro case.

Gen 2017

La disputa di US $ 14m interferisce con i lavori di costruzione della mega città di Tatu

Una disputa di US $ 14m ha interferito con la costruzione del mega Sviluppo di Tatu City progetto che porta a una sospensione temporanea.

La controversia ha travolto gli appaltatori: Ongata Works e Tatu City Ltd. L'Alta Corte ha emesso ordini e ha ordinato a Ongata Works di eseguire una cauzione di 1.4 milioni di dollari USA come condizione per la concessione dell'ingiunzione.

Udienza

Il contraente e lo sviluppatore differivano dopo che Tatu City aveva ordinato a Ongata Works di lasciare il sito entro 14 giorni, citando il mancato rispetto da parte del contraente di determinate istruzioni. Tuttavia, l'appaltatore è andato in tribunale e ha ottenuto ordini che impedivano allo sviluppatore di sfrattarli e di assumere il controllo del sito in attesa dell'udienza del caso.

Inoltre, Ongata Works ha accusato Tatu City di frustrare e ostacolare il loro lavoro e modificare le istruzioni lungo il percorso portando a ritardi nel completamento.

Da allora i lavori di costruzione sono stati fermati in attesa della determinazione della corte.

Leggi anche: Tatu City in Kenya inizia la sua offerta per la generazione di elettricità

Tatu City è uno sviluppo di 5,000 acri ad uso misto con case, scuole, uffici, un quartiere commerciale, cliniche mediche, aree naturali, un complesso sportivo e di intrattenimento e un'area manifatturiera per oltre 150,000 residenti e decine di migliaia di visitatori giornalieri .

Scuole e aziende sono già aperte a Tatu City e una serie di case sono in costruzione per soddisfare tutti i redditi. Tatu City rappresenta un nuovo modo di vivere e pensare per tutti i kenioti, creando un ambiente di vita, lavoro e gioco unico, libero dalla congestione del traffico e dal pendolarismo a lunga distanza.

Il design di Tatu City

Alla base del design di Tatu City c'è un concetto visionario che mira a spostare lo sviluppo urbano in Kenya dal familiare modello a nodo singolo a un ambiente urbano decentralizzato. In tal modo, Tatu decongestionerà in modo significativo la città di Nairobi offrendo un ambiente di vita, lavoro e gioco unico per circa 100,000 residenti e visitatori di 30,000 giorni.

Giugno 2017

Inizia la costruzione del centro logistico e di distribuzione nella città di Tatu

Inizia la costruzione del centro logistico e di distribuzione nella città di Tatu

La costruzione di un centro logistico e di distribuzione da 60 milioni di dollari a Città di Tatu in Kenya è iniziato; questo è secondo Africa Logistics Properties (ALP) - la società che realizza il progetto.

Secondo l'amministratore delegato di ALP Toby Selman, la prima unità del centro logistico e di distribuzione di 14,000 metri quadrati dovrebbe essere aperta a settembre 2018 e successivamente verranno costruite altre due unità, portando la capacità totale del magazzino a 50,000 metri quadrati.

Leggi anche: Tatu City, multimilionaria in Kenya, nomina un'azienda statunitense per pianificare l'alimentazione

"La nostra visione è quella di migliorare sostanzialmente le infrastrutture della catena di approvvigionamento in tutta l'Africa e interrompere l'attuale status quo di scorte di scarsa qualità", ha affermato Selman durante la cerimonia inaugurale a Tatu City.

ALP ha già attirato l'interesse di 43 aziende locali, regionali e multinazionali e allo stesso tempo spera di vincere i produttori dell'Industrial Park di Tatu come Chandaria, Unilever e Dorman's Coffee.

"La sua aggiunta al Tatu Industrial Park conferma la nostra posizione come hub per la logistica e il magazzino in Africa orientale", ha affermato Stephen Jennings, fondatore e CEO di Rendeavour, proprietario e sviluppatore di Tatu City.

Il mega progetto è stato finanziato da una serie di azionisti tra cui International Finance Corporation, CDC Group, DOB Equity, Mbuyu Capital e Maris.

I magazzini di grado A di ALP promettono caratteristiche di qualità migliore, come una maggiore capacità di impilamento per eliminare il deterioramento delle merci. L'azienda prevede inoltre di costruire un magazzino di 80,000 metri quadrati a Limuru per sfruttare la zona trafficata.

nov 2017

La città di Tatu in Kenya inizia la sua offerta per la produzione di elettricità

Gli sviluppatori del più grande sviluppo ad uso misto del Kenya, Tatu City, richiederanno una licenza per la produzione di energia con la Electricity Regulatory Commission (ERC).

Tatu City Power Company cercherà la licenza se nessun individuo, azienda o associazione si oppone alla richiesta. L'azienda prevede di fornire l'energia ai consumatori ma non ha divulgato pubblicamente il metodo o il costo di generazione.

Leggi anche: A Tangeri, in Marocco, viene aperto lo stabilimento per la produzione di pale del rotore.

La città proposta per la contea di Kiambu di 5,000 acri ha attratto decine di entità industriali nella sua zona economica speciale del parco industriale leggero di 425 acri. Il capo del paese Nick Langford ha affermato che il progetto non danneggerà alcuna azienda, ambiente o individuo all'interno della struttura.

Redditività della generazione di energia

La mossa segue i risultati di una Power Engineers Inc. con sede negli Stati Uniti. Sono stati assunti dagli sviluppatori di Tatu City per stabilire la fattibilità della produzione di energia.

Tatu City, la città satellite ad uso misto vicino a Nairobi, ha scelto Power Engineers Inc per consultarsi sui requisiti energetici dello sviluppo. Power Engineers è una delle più grandi società di consulenza ingegneristica negli Stati Uniti.

I clienti di Power Engineers Inc includono la Banca Mondiale, l'agenzia per il commercio e lo sviluppo degli Stati Uniti e la banca di sviluppo interamericana.

Le aziende locali che attualmente sviluppano magazzini e stabilimenti industriali includono torrefazione e mercato globale del caffè, Dormans, produttore di tissue Kim-Fay, distributore di bevande Heineken Maxam, fabbrica di tessuti Chandaria, magazzini logistici in Africa e Unilever.

2018

Tatu City è andata bene; le strade asfaltate sono più di 20 km e più sviluppi infrastrutturali sono stati costruiti nel parco industriale di Tatu. Una volta completata, Tatu City possiederà oltre 100 percorsi asfaltati.

Gen 2018

Tatu City per creare una tenuta di fascia alta nella contea di Kiambu

Tatu City sta progettando di costruire una tenuta di fascia alta sui suoi 5,000 acri nella contea di Kiambu. La nuova tenuta rivaleggia con quella di Muthaiga e Karen, che sono considerate alcune delle rigogliose periferie di Nairobi.

Il mega progetto è stato suddiviso in terreni residenziali in modo tale che gli appartamenti, la cui costruzione è in corso, saranno costruiti più vicino alla strada, seguiti da bungalow e ville su terreni di mezzo acro e mezzo. Inoltre, nel profondo ci sarà l'esurbio proposto che costituirà i proprietari di case su più di un acro ciascuno.

Leggi anche: La controversia da 14 milioni di dollari interferisce con i lavori di costruzione nella mega città di Tatu

Rendeavour è l'azienda americana che sta sviluppando Tatu City, possiede più di 30,000 acri (12,000 ettari) di terra nelle traiettorie di crescita urbana delle principali città in Kenya, Ghana, Nigeria, Zambia e Repubblica Democratica del Congo.

Nick Langford, capo paese di Rendeavour, ha confermato i rapporti e ha affermato che mentre si concentrano sui primi due segmenti, hanno anche piani per un quartiere esclusivo.

Tatu City è in linea con la visione della Nairobi Metro 2030 Strategy e fa anche parte della Kenya's Vision 2030. Tatu City è uno sviluppo di 5,000 acri a uso misto con case, scuole, uffici, un quartiere commerciale, cliniche mediche, aree naturali , un complesso sportivo e di intrattenimento e un'area manifatturiera per oltre 150,000 residenti e decine di migliaia di visitatori giornalieri.

Scuole e aziende sono già aperte a Tatu City e una serie di case sono in costruzione per soddisfare tutti i redditi. Tatu City rappresenta un nuovo modo di vivere e pensare per tutti i kenioti, creando un ambiente di vita, lavoro e gioco unico, libero dalla congestione del traffico e dal pendolarismo a lunga distanza.

Sottostante Tatu City's il design è un concetto visionario che mira a spostare lo sviluppo urbano in Kenya dal familiare modello a nodo singolo a un ambiente urbano decentralizzato. In tal modo, Tatu decongestionerà in modo significativo la città di Nairobi offrendo un ambiente di vita, lavoro e gioco unico per circa 100,000 residenti e visitatori di 30,000 giorni.

Settembre 2018

ALP apre un moderno parco di magazzini di grado A a Tatu City

ALP apre un moderno parco di stoccaggio pre-locato 75%

Africa Logistics Properties (ALP) ha lanciato i suoi primi 49,000 mq di moderni magazzini di grado A presso l'ALP North Industrial Park, Tatu City, con il 75% della struttura pre-locata in un momento in cui altri segmenti del settore immobiliare commerciale, retail e residenziale mercato stanno lottando per raggiungere un'occupazione totale del 75%.

“La quasi completa diffusione di ALP North prima del lancio parla dell'ampiezza della carenza di magazzini in Kenya. Ma dimostra anche che il settore immobiliare richiede che gli sviluppatori si concentrino sulle aree reali di necessità del mercato ", ha affermato Toby Selman, CEO di ALP.

Domanda di magazzino di grado A.

La domanda di magazzino di grado A, che offre significativi risparmi sui costi ed efficienza per gli utenti, attualmente supera di gran lunga l'offerta nel paese, con gli utenti del magazzino che riferiscono che trovare strutture adeguate è spesso impossibile, secondo una recente ricerca di Tilisi Developments.

Questa carenza contrasta nettamente con la cementificazione in alcuni altri segmenti immobiliari. L'offerta eccessiva di spazi commerciali a Nairobi ha raggiunto i 4.7 m² nel 2017, mentre l'offerta eccessiva di spazi commerciali ha raggiunto i 3.7 m². Nel frattempo, l'offerta di spazi per centri commerciali è aumentata del 41.6% lo scorso anno, nonostante la domanda fosse stagnante.

Di conseguenza, secondo il rapporto Kenya Market Update 2018 di Knight Frank, il tasso di occupazione dei nuovi centri di vendita al dettaglio si aggira tra il 60 e il 75%.

Questo mutevole equilibrio tra domanda e offerta ha anche modificato i rendimenti degli investimenti relativi, con rendimenti commerciali e al dettaglio che sono scesi dall'11% di tre anni fa all'2017% entro il 5.6, mentre i rendimenti degli immobili residenziali sono ora al 8.5%. Ciò ha portato i rendimenti del magazzino alla pole position nel settore immobiliare, all'XNUMX%.

"La percentuale di pre-leasing è stata determinata anche dalla qualità del magazzino, che al momento non esiste altrove in Kenya e nell'Africa orientale", ha affermato Selman.

Questa scarsità ha portato a un pre-leasing molto più alto da parte di ALP a Nairobi di quanto sia normale altrove. Negli Stati Uniti, il tasso di pre-locazione è recentemente salito al 43% da una media di 17 anni del 38%, secondo un recente rapporto di CBRE, leader globale nei servizi immobiliari.

Tuttavia, gli hub di distribuzione di ALP hanno introdotto pratiche di progettazione internazionali che ora aumentano notevolmente l'efficienza e la produttività. Ad esempio, il nuovo magazzino offre l'impilamento di pallet di 12 metri di altezza, invece dei quattro metri offerti da altri sul mercato, nonché grandi griglie di colonne di 12m per 24m, il che si traduce in una capacità di stoccaggio più densa e riduce il costo per pallet fino a 30%.

Il sito incorpora anche pavimenti livellati al laser con un rivestimento antigraffio che sopportano fino a 10 tonnellate. Questi consentono l'incorporazione di sistemi di automazione, come rampe di carico, nastri trasportatori di carico meccanizzati e carico meccanizzato con carrelli elevatori, gru e piattaforme di carico, che insieme migliorano i tempi di consegna e riducono la manodopera fino al 76%.

I flussi di gestione del traffico facilitano anche tempi di consegna più rapidi per camion e consegne, e il magazzino offre migliori misure di salute e sicurezza, sistemi antincendio con sprinkler, telecomunicazioni in fibra ottica e pannelli solari sui tetti per una maggiore efficienza energetica.

Situato sulle principali rotte periferiche che collegano il più grande aeroporto del Kenya, il JKIA, ai principali corridoi di trasporto dal Kenya all'Uganda e al Ruanda, "il posizionamento strategico di ALP aumenta ulteriormente la distribuzione e l'efficienza della catena di approvvigionamento", ha affermato Selman.

Informazioni su Africa Logistics Properties (ALP)

Africa Logistics Properties (ALP) è una società specializzata in investimenti immobiliari integrati che sviluppa, acquisisce e possiede proprietà logistiche e industriali di classe A nelle principali città dell'Africa. ALP è stata fondata nel 2016 da Toby Selman e dall'investitore strategico Maris.

ALP fa leva sul suo team in tutta la regione attraverso una profonda comprensione delle esigenze globali dei clienti e della logistica, le migliori pratiche internazionali nelle specifiche di progettazione del magazzino, la costruzione e la gestione della proprietà insieme all'esperienza locale nelle dinamiche di mercato, nella selezione dei siti e nelle approvazioni normative. ALP è supportata da investitori azionisti istituzionali globali. La società sta attualmente sviluppando i primi parchi di stoccaggio logistici internazionali di grado A di Nairobi.

2019

Tatu City ha installato il suo primo impianto solare, il più grande dell'Africa orientale, per creare energia rinnovabile. Duemilaottocentottanta moduli solari sono montati su 5,700 metri di spazio sul tetto presso la sede globale di Dormans Coffee situata al Tatu Industrial Park. L'attenzione degli sviluppatori si è spostata sugli sviluppi infrastrutturali sul lato residenziale della città.

Aprile 2019

La città di Tatu in Kenya installa la sua prima centrale solare

US $ 66m sarà investito nel progetto solare Kenindi 52MW in Kenya

Tatu City in Kenya ha installato la sua prima centrale solare. Ciò è in linea con l'impegno a lungo termine della città nei confronti dell'ambiente attraverso lo sfruttamento delle fonti di energia rinnovabile.

Nick Langford, responsabile dei servizi di pubblica utilità per Rendeavour, Tatu CityIl proprietario e sviluppatore di ha annunciato i rapporti e ha detto che l'impianto solare era in collaborazione con Energia dell'equatore. “L'energia solare ci consente di contribuire all'energia pulita, che è uno degli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite. Siamo orgogliosi di questo traguardo e lieti di sapere che i residenti godranno di un'alimentazione elettrica sostenuta a costi minimi ”.

Leggi anche: L'Egitto lancerà il più grande parco solare del mondo ad agosto

Primo impianto solare

Il progetto di installazione consisteva nel montaggio di 2,880 moduli solari su 5,700 metri quadrati di spazio sul tetto presso la sede globale di Dormans Coffee al Tatu Industrial Park. L'impianto dovrebbe produrre 1.4 milioni di kilowattora all'anno.

L'impianto solare la cui installazione ha richiesto solo sei giorni ridurrà ulteriormente le emissioni di anidride carbonica di almeno 1 milione di chilogrammi all'anno fornendo 1 MW di elettricità.

“L'energia prodotta dai pannelli solari sarà distribuita per l'uso da parte di case e aziende all'interno della città. Siamo entusiasti di vederlo in funzione e fornire energia più economica e più pulita a un'intera città. Non vediamo l'ora di distribuire più energia solare man mano che Tatu City cresce", ha affermato Sebastian Noethlichs, CEO di Equator Energy.

Parco industriale di Tatu

Il parco industriale di Tatu è suddiviso in zone per industrie leggere e non inquinanti e numerose aziende internazionali, regionali e locali stanno posizionando la propria attività a Tatu City per la crescita nell'Africa orientale, tra cui Dormans Coffee, Kim-Fay, Unilever, Chandaria Industries, Africa Logistics Properties, Spedizioniere Kenya, Stecol e Tianlong.

Il parco industriale è in costruzione in dieci fasi fino al 2022, quando è previsto il completamento. La città satellite a uso misto ospiterà 77,000 residenti e attingerà alle economie cittadine del paese, tra le crescenti tendenze della classe media e dell'urbanizzazione. Sarà un centro urbano decentrato.

Altri progetti di sviluppo in corso a Tatu City includono la costruzione di scuole da parte di Nova Pioneer e Crawford International, oltre a più di 5,000 case in costruzione e sviluppo.

2020

Tatu City continua a crescere e il Tatu City Team prevede di ospitare più eventi per dilatare la comunità ed evolvere infrastrutture eccellenti per i suoi residenti.

Giugno 2021

SMEC si è aggiudicata un contratto per la fase due del progetto Tatu Industrial Park in Kenya

Tatu City ha nominato SMEC, una società di ingegneria globale come consulente infrastrutturale principale per la fase due del progetto Tatu Industrial Park in Kenya. Samuel Gathukia, Project Manager, Tatu City ha fatto l'annuncio e ha affermato che l'azienda supervisionerà la progettazione, l'elaborazione delle gare d'appalto e la costruzione delle infrastrutture.

“A seguito di un processo di selezione altamente competitivo, abbiamo nominato SMEC per la sua esperienza e il suo impegno nell'erogazione di servizi eccellenti in piccoli e mega progetti in tutto il mondo. La nostra partnership con SMEC è alla base del nostro impegno ad espandere l'infrastruttura standard internazionale di Tatu City alla seconda fase del Tatu Industrial Park”, ha affermato Gathukia.

Il progetto Tatu City si trova su un terreno di 5000 acri, situato a 30 minuti da Westlands. La sua natura speciale sta promettendo il decongestionamento a Nairobi, in Kenya, tra le crescenti tendenze della classe media e dell'urbanizzazione. Il progetto City prevede uno sviluppo misto con abitazioni, scuole, uffici, un quartiere commerciale, cliniche mediche, aree naturali, un complesso sportivo e di intrattenimento e un'area manifatturiera per oltre 250,000 residenti e decine di migliaia di visitatori giornalieri.

Leggi anche: Progressi del progetto Tatu City e tutto ciò che devi sapere

Viene venduto il 90% della prima fase del parco. Tra le aziende regionali e multinazionali, i leader del settore al Tatu Industrial Park includono; Dormans, Cooper K-Brands, Davis e Shirtliff, Cold Solutions, Copia, Friendship Group, FFK, Twiga Foods e Stecol.

Lo sviluppo della fase due è già iniziato e dovrebbe essere completato entro la fine di maggio 2022. Nella seconda fase Agenzie vinicole del Kenya, di proprietà della maggioranza di Distell del Sud Africa, ha aperto a febbraio un impianto di produzione e distribuzione all'avanguardia.

Altri progetti di sviluppo in corso a Tatu City includono la costruzione di scuole da parte di Nova Pioneer e Crawford International, oltre a più di 5,000 case in costruzione e sviluppo. Tatu City ha anche installato centrali solari, in linea con il suo impegno a lungo termine per la conversazione ambientale attraverso lo sfruttamento delle fonti di energia rinnovabile.

Nuovo stabilimento produttivo di Tatu City da sviluppare in Kenya

È previsto lo sviluppo di un nuovo stabilimento produttivo di Tatu City in Kenya. Azienda di plastica con sede a Nairobi, Super plastiche ha annunciato i piani per aprire lo stabilimento di produzione nella zona industriale e logistica leggera del Tatu City Industrial Park.

L'amministratore delegato Stephen Gathiaka ha affermato che l'azienda si specializzerà nella produzione di prodotti in plastica di polietilene a densità leggera per aziende cosmetiche e farmaceutiche in Kenya e Africa orientale.

“Abbiamo scelto Tatu City perché vogliamo stabilirci in un moderno parco industriale e sfruttare le infrastrutture pronte. La Zona Economica Speciale di Tatu City ci offre incentivi per aumentare i nostri investimenti, espandere la nostra attività e creare più posti di lavoro. Non vediamo l'ora di cogliere l'opportunità di sfruttare le sinergie business-to-business del Tatu Industrial Park", ha affermato Gathiaka.

Leggi anche: SMEC si aggiudica il contratto per la fase due del progetto Tatu Industrial Park in Kenya

Tatu City

La città, situata a 30 minuti da Westlands, rappresenta un nuovo modo di vivere per i kenioti, creando un ambiente di vita, lavoro e gioco unico, libero dalla congestione del traffico e dal pendolarismo a lunga distanza. È uno sviluppo misto con case, scuole, uffici, un quartiere commerciale, cliniche mediche, aree naturali, un complesso sportivo e di intrattenimento e un'area manifatturiera per oltre 250,000 residenti e decine di migliaia di visitatori giornalieri.

All'inizio di questo mese, Tatu City ha nominato una società di costruzioni con sede in Australia SMEC come consulente infrastrutturale principale per la seconda fase dello sviluppo del suo parco industriale Tatu a Ruiru. SMEC supervisionerà le gare d'appalto e la costruzione di strade, drenaggio, illuminazione stradale, condutture di distribuzione dell'acqua e sistema di acque reflue, reti elettriche e sistemi IT presso il sito di 2,500 acri, con il completamento dei lavori previsto per maggio 2022.

Viene venduto il 90% della prima fase del parco. Tra le aziende regionali e multinazionali, i leader del settore al Tatu Industrial Park includono; dormienti, Cooper K-Brands, Davis e Shirtliff, Soluzioni a freddo, Copia, Gruppo di amicizia, KFF, Twiga Foods e Stecol.

La fase due di sviluppo è già iniziata e dovrebbe essere completata entro la fine di maggio 2022. Nella seconda fase, le agenzie vinicole del Kenya, di proprietà maggioritaria di Distell del Sud Africa, hanno aperto le porte a febbraio su uno stato dell'arte, impianto di produzione e distribuzione.

Altri progetti di sviluppo in corso a Tatu City includono la costruzione di scuole da parte di Nova Pioneer e Crawford International, oltre a più di 5,000 case in costruzione e sviluppo. Tatu City ha anche installato centrali solari, in linea con il suo impegno a lungo termine per la conversazione ambientale attraverso lo sfruttamento delle fonti di energia rinnovabile.

agosto 2021

Unity East Development a Tatu City è un'esclusiva ed elegante tenuta di appartamenti contemporanei a 2, 3 e 4 camere da letto distribuiti su un'area totale di 10.4 acri, in una gated community nel cuore di Tatu City a Kiambu, Kenia.

Tatu City è una nuova città di 5,000 acri con case, scuole, uffici, un quartiere commerciale, cliniche mediche, aree naturali, un complesso sportivo e di intrattenimento e un'area manifatturiera che creerà occupazione per più di 250,000 residenti e decine di migliaia di visitatori giornalieri.

Leggi anche: Sviluppo Ocean Seven a Kikambala, Kilifi, Kenya

Unity East Development a Tatu City è la seconda fase dello sviluppo di Unity Homes, dopo la prima fase (Unity West), uno sviluppo residenziale moderno, basso e adatto alle famiglie situato su un terreno di 7 acri nella stessa città, che è quasi completo.

Gli acquirenti di case si impossessano di Sh4.7 milioni di case a Tatu City - Business Today Kenya

Secondo quanto riferito, Unità occidentale vanta un totale di 384 unità, di cui 100 già completate e occupate con le restanti da ultimare entro aprile del prossimo anno (2022) al più tardi.

Gli appartamenti di Unity East, secondo lo sviluppatore, vantano balconi freschi con ringhiera in vetro e porte scorrevoli dal pavimento al soffitto, sfruttando al massimo le spettacolari viste panoramiche sul parco degli appartamenti con gli ampi servizi esterni della comunità nelle vicinanze. Ogni appartamento ha anche rilassanti tavolozze naturali e una cucina moderna che offre un'esperienza indoor bella, di qualità ed elegante.

In generale, i servizi degli appartamenti di Unity Easts includono; soggiorno open space che si apre su un ampio balcone con ringhiera in vetro e porte scorrevoli in alluminio; cucina importata in stile futuristico con alzatina a mosaico, cappa aspirante standard e bancone per la colazione; strisce di luci e faretti che illuminano magnificamente lo spazio della cucina e piani di lavoro in granito lucido in stile italiano.

Unity East- Proprietà in vendita | Appartamenti da 2 e 3 letti in vendita | Prezzo da USD 56,000 - Unity Homes Kenya
Proposta di unità orientale

Proposta di unità orientale

Questo è in aggiunta a; Acciaio inossidabile europeo 85kg, porta ad alta sicurezza; piastrelle di ceramica strutturate in legno di teak un mix di piastrelle esagonali in gres porcellanato, un ampio ripostiglio con predisposizione per una lavatrice, riscaldamento dell'acqua solare da 150 litri con booster, rilevatori di fumo; Cucina e sanitari in acciaio inox in stile italiano; i bagni sono costituiti da un gabinetto, pareti doccia in vetro senza cornice, doccia a pioggia e una vanità; e armadi di alta qualità UV bianco standard in tutte le camere.

Team di progetto

Sviluppatore: Case dell'Unità

Le aziende sudafricane investono 93 milioni di dollari nel progetto Tatu City in Kenya

93 milioni di dollari sono stati investiti da società sudafricane nel progetto Tatu City in Kenya. Alto Commissario del Sudafrica Africa in Kenya, Mninwa Johannes Mahlangu ha confermato il rapporto e ha affermato che l'investimento fa parte dell'impegno del governo sudafricano e keniota di rafforzare il commercio e gli investimenti bilaterali.

Il progetto Tatu City è una terra di 5000 acri che si addentra nella meraviglia dell'urbanizzazione africana. La sua natura speciale sta promettendo il decongestionamento a Nairobi, in Kenya. La Zona Economica Speciale situata a 30 minuti dal centro di Nairobi, rappresenta una delle maggiori concentrazioni di investimenti diretti esteri sudafricani in Kenya e nell'Africa orientale.

Tra gli investimenti delle principali società sudafricane a Tatu City da includere; Crawford International School, un investimento di 20 acri multimiliardari di ADvTECH, il gruppo educativo quotato alla Borsa di Johannesburg; Agenzie vinicole del Kenya Ltd (KWAL), che è di proprietà di maggioranza del conglomerato sudafricano di bevande Distell; e Soluzioni a freddo, un investimento di ARCH Emerging Markets Partners, sostenuto dall'uomo d'affari sudafricano Patrice Motsepe.

Leggi anche: Nuovo stabilimento di produzione di Tatu City da sviluppare in Kenya

Investimenti trasformativi

“Sono lieto di assistere a questi investimenti trasformativi che le aziende sudafricane stanno facendo in Kenya. Le nostre imprese del settore privato sono partner naturali per far crescere i flussi di capitale e lo scambio di conoscenze", ha affermato l'Alto Commissario Mahlangu.

Lo sviluppo polivalente è costituito da case, ospedali, uffici, scuole, centri commerciali, sport integrati, intrattenimento e centri di lifestyle. Attualmente, nella Zona Economica Speciale di Tatu City, più di 60 imprese locali, regionali e multinazionali hanno aperto o avviato lo sviluppo. Questi includono leader del settore come Dormans, Cooper K-Brands, KWAL, Cold Solutions, Chandaria Industries, Kim-Fay, Davis & Shirtliff, Copia, FFK, Twiga Foods e Stecol, tra gli altri.

Gli sviluppi residenziali a Tatu City includono Unity Homes, Lifestyle Heights e Kijani Ridge. Più di 5,000 case sono state completate o in costruzione e le scuole Crawford International e Nova Pioneer istruiscono ogni giorno più di 3,000 studenti.

Se hai un commento o ulteriori informazioni su questo post, condividilo con noi nella sezione commenti qui sotto

COMMENTO 1

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome