CasaGrandi progettiMozambico GNL, il primo impianto GNL onshore nel paese dell'Africa meridionale

Mozambico GNL, il primo impianto GNL onshore nel paese dell'Africa meridionale

Vineyard Wind 1, il più grande Offsho...
Vineyard Wind 1, il più grande progetto di parco eolico offshore negli Stati Uniti

Il progetto GNL del Mozambico comprende lo sviluppo del giacimento di gas Golfinho-Atum nel blocco di area 1 offshore del bacino di Rovuma in acque profonde e la costruzione di un impianto di gas naturale liquefatto a terra (LNG) da 12.88 milioni di tonnellate all'anno (Cabon Delgado) costa del Mozambico. Questo sarà il primo impianto di GNL onshore in Mozambico.

Impianto GNL area 1 Mozambico

I giacimenti di gas Golfinho e Atum si trovano in acque profonde 1,600 m all'interno della Rovuma Basin Area 1, a circa 40 km al largo di Cabo Delgado. Si stima che l'area offshore-1 contenga 75 trilioni di piedi cubi (tcf) di risorse recuperabili di gas naturale. L'impianto di lavorazione ed esportazione del GNL sarà sviluppato nella penisola di Afungi a Cabo Delgado, la provincia più settentrionale del Mozambico.

Ricerca di progetti di costruzione
  • Regione / Paese

  • Sector

L'impianto GNL dell'Area 1 Mozambico sarà composto da due treni di liquefazione con una capacità di targa combinata di 12.88 Mtpa nella fase iniziale. Ospiterà anche impianti di pretrattamento del gas e serbatoi di stoccaggio di GNL a pieno contenimento. Si propone di ampliare ulteriormente la capacità di produzione di GNL dell'impianto fino a 50 Mtpa in futuro. L'impianto riceverà la fornitura di gas di alimentazione dal giacimento di gas Golfinho-Atum attraverso il gasdotto e produrrà GNL per l'esportazione verso i mercati asiatici ed europei, nonché per il consumo interno in Mozambico.

Altre strutture di supporto per l'impianto di GNL includeranno la possibilità di scaricare materiali e un terminale marittimo di GNL in grado di ospitare grandi trasportatori di GNL, che sarà anche condiviso con i prossimi progetti di GNL di Area 4.

Leggi anche: Cronologia del progetto della centrale elettrica di Kusile e tutto ciò che devi sapere

Segnalato in precedenza 

2011-2014

E' stata effettuata la valutazione di impatto ambientale (VIA) per il progetto Area 1 Mozambico GNL. Il Ministero del Coordinamento degli Affari Ambientali (MICOA) del Mozambico ha approvato la relazione VIA nel giugno 2014.

2017 

Le concessioni per la progettazione, la costruzione e la gestione delle strutture marittime per il progetto sono state garantite dal governo del Mozambico nel luglio 2017. 2018 Il governo del Mozambico ha dato l'approvazione finale per il piano di sviluppo del GNL dell'Area 1 Mozambico nel marzo 2018.

Giugno 2019.

Il Mozambico assicura un contratto per la costruzione di gas naturale liquefatto onshore

Il Mozambico assicura un contratto per la costruzione di gas naturale liquefatto onshore

Gigante italiano dei contratti di ingegneria, approvvigionamento e costruzione (EPC) Saipem, in una joint venture con l'America McDermott International e Giappone con sede centrale Chiyoda Corporation, ha raggiunto un accordo con Area 1 Concessionaires, una società interamente controllata da Anadarko Petroleum Corporation per lo sviluppo del Mozambico Area 1 Liquefied Natural Gas (GNL).

L'ambito del progetto della joint venture include la costruzione, l'approvvigionamento e l'ingegneria per tutte le componenti dello sviluppo del GNL a terra, questo include due treni GNL con una capacità totale di targa di 12.88 milioni di tonnellate all'anno (MTPA) più infrastrutture e servizi di pubblica utilità associati.

“Il GNL sta dando forma a un'era completamente nuova di soluzioni energetiche e McDermott sta giocando un ruolo cruciale in questo cambiamento globale. Il progetto sarà costruito sulla base dell'esperienza leader del settore e della capacità di McDermott di fornire soluzioni EPC a livello globale”, ha affermato Tareq Kawash, Senior Vice President di McDermott per Europa, Africa, Russia e Caspian.

Leggi anche: Il gasdotto sottomarino incendia i sogni energetici regionali dell'Egitto

Area del Mozambico 1 Liquefied Natural Gas (LNG)

In precedenza la JV ha fornito servizi di progettazione ingegneristica front-end (FEED) per lo sviluppo del GNL. La parte iniziale dell'aggiudicazione del contratto EPC di McDermott è di circa 2 miliardi di dollari. Saipem e McDermott hanno aperto un nuovo ufficio a Milano, in Italia, per dirigere l'ingegneria, gli appalti e la gestione dei progetti.

Ciò aiuterà a condividere le responsabilità di gestione della costruzione in loco, il nuovo piano vedrà anche McDermott eseguire l'ingegneria sia dall'India, da Gurgaon che da Londra. Dall'altro lato, Chiyoda fornirà servizi di consulenza per la JV.

I lavori di costruzione dovrebbero iniziare quando Anadarko emetterà un avviso di procedere dopo aver preso una decisione di investimento finale (FID). Inoltre come operatore dell'Area Offshore 1, Anadarko è lo sponsor principale del progetto, mentre altri sponsor includono Beas Rovuma Energy Mozambique Limited, ENH Rovuma Área Um, BPRL Ventures Mozambique BV, SA, PTTEP Mozambique Area 1 Limited, ONGC Videsh Ltd e Mitsui E&P Mozambico Area 1 Ltd.

Inizia la costruzione del primo progetto LNG onshore in Mozambico

Al via i lavori di costruzione del progetto Area 1 Mozambico GNL guidato da Anadarko, il primo GNL onshore del paese. Questo è dopo Anadarko Petroleum Corporation, le co-venture del progetto hanno annunciato una decisione di investimento finale (FID) sullo sviluppo.

La dichiarazione ufficiale della FID è stata fatta durante un evento sanzionatorio a Maputo, Mozambico, alla presenza di Sua Eccellenza il Presidente della Repubblica del Mozambico Filipe Nyusi, il Ministro delle risorse minerarie Ernesto Max Tonela, e il Presidente e CEO di Anadarko Al Walker, insieme a rappresentanti dai co-venturer dell'Area 1 e illustri ospiti.

"Questa dichiarazione ufficiale della FID conferma che il piano di sviluppo dell'Area 1 è ora efficace, con la comunicazione al governo del Mozambico che tutte le condizioni sospensive sono state soddisfatte, e il progetto può ora avanzare alla fase di costruzione", ha detto il presidente Filipe Nyusi.

Leggi anche: Angola firma un protocollo d'intesa per lo sviluppo di un impianto di gas naturale liquefatto

Area del Mozambico 1 Liquefied Natural Gas (LNG)

Il progetto è una joint venture tra il gigante dei contratti italiano di ingegneria, approvvigionamento e costruzione (EPC) Saipem, in una joint venture con l'America McDermott International e Giappone con sede centrale Chiyoda Corporatione Area 1 Concessionaires, una consociata interamente controllata di Anadarko Petroleum Corporation per lo sviluppo.

L'ambito del progetto include la costruzione, l'approvvigionamento e l'ingegneria per tutti i componenti dello sviluppo del GNL a terra, inclusi due treni GNL con una capacità totale di targa di 12.88 milioni di tonnellate all'anno (MTPA) più infrastrutture e servizi di pubblica utilità associati.

“Il GNL sta dando forma a un'era completamente nuova di soluzioni energetiche e McDermott sta giocando un ruolo cruciale in questo cambiamento globale. Il progetto sarà costruito sulla base dell'esperienza leader del settore e della capacità di McDermott di fornire soluzioni EPC a livello globale”, ha affermato Tareq Kawash, Senior Vice President di McDermott per Europa, Africa, Russia e Caspian.

In precedenza la JV ha fornito servizi di progettazione ingegneristica front-end (FEED) per lo sviluppo del GNL. La parte iniziale dell'aggiudicazione del contratto EPC di McDermott è di circa 2 miliardi di dollari. Saipem e McDermott hanno aperto un nuovo ufficio a Milano, in Italia, per dirigere l'ingegneria, gli appalti e la gestione dei progetti. Ciò aiuterà a condividere le responsabilità di gestione della costruzione in loco, il nuovo piano vedrà anche McDermott eseguire l'ingegneria sia dall'India, da Gurgaon che da Londra. Dall'altro lato, Chiyoda fornirà servizi di consulenza per la JV.

Oltre ad essere l'operatore dell'Offshore Area 1, Anadarko è lo sponsor principale del progetto mentre altri sponsor includono Beas Rovuma Energy Mozambique Limited, ENH Rovuma Área Um, BPRL Ventures Mozambique BV, SA, PTTEP Mozambique Area 1 Limited, ONGC Videsh Ltd e Mitsui E&P Mozambique Area 1 Ltd. La decisione finale di investimento (FID) sul progetto Mozambico LNG, che dovrebbe costare circa 20 miliardi di dollari USA, è stata presa nel giugno 2019. I lavori di costruzione del progetto integrato GNL sono stati avviati nell'agosto 2019. L'inizio di la produzione è prevista per il 2024.

agosto 2019

Presto inizierà la costruzione del progetto Area 1 per il gas naturale in Mozambico

Il prossimo Presidente della Repubblica, Filipe Nyusi, ha annunciato l'inizio dei lavori di costruzione del progetto del gas naturale Area 1 in Mozambico. Il governo mozambicano e i partner di blocco dell'Area 1, guidati dal Gruppo Anadarko Petroleum Corporation, a Maputo, ha firmato la decisione finale di investimento per il progetto del gas naturale liquefatto.

Leggi anche: Angola firma il MoU per sviluppare una centrale a gas naturale liquefatto

Il presidente ha detto che poserà la prima pietra del progetto il 5 agosto, lo stesso giorno in cui il gruppo statunitense Anadarko Petroleum Corporation inaugurerà il villaggio dove la popolazione del distretto di Palma è stata colpita dalle operazioni in corso nella provincia di Cabo Delgado sarà trasferita. Il villaggio è composto da 556 case dotate di un sistema di approvvigionamento idrico, oltre a strutture sanitarie e infrastrutture per l'insegnamento e lo sport, tra le altre, secondo l'agenzia di stampa AIM.

Il progetto del gas naturale Area 1 sarà localizzato nel bacino di Rovuma, nel Mozambico settentrionale. Il piano di sviluppo del progetto delinea due linee di liquefazione onshore con una capacità di produzione annua di 12 milioni di tonnellate di gas naturale liquefatto (GNL), nonché la costruzione di una rete domestica di approvvigionamento di gas. Il progetto è un investimento di 25 miliardi di dollari da finanziare con 14 miliardi di dollari da fondi bancari e 11 miliardi di dollari dagli azionisti della concessione.

La Anadarko Petroleum Corporation in Mozambico, attraverso la sua controllata al 100% Anadarko Moçambique Área 1, Ltd, gestisce il blocco Rovuma Area 1, con il 26.5%, in cui i suoi partner sono ENH Rovuma Area Um, una controllata della compagnia petrolifera e del gas statale mozambicana ENH, con il 15%, Mitsui E&P Mozambique Area1 Ltd. (20%), ONGC Videsh Ltd. (10%), Beas Rovuma Energy Mozambique Limited (10%), BPRL Ventures Mozambique BV (10%) e PTTEP Mozambique Area 1 Limited (8.5%). (Macaohub)

US Exim Bank voterà 5bn US $ per il progetto GNL del Mozambico

US Export-Import Bank ha annunciato l'intenzione di votare un prestito diretto di un miliardo di dollari per lo sviluppo di un progetto di gas naturale liquefatto (GNL) in Mozambico. La banca ha dichiarato di aver notificato la transazione al Congresso degli Stati Uniti, che sarà pronto per il voto finale del consiglio di amministrazione tra 35 giorni. Se approvato, il piano favorirebbe l'iniziativa "Prosper Africa" ​​dell'amministrazione Trump, progettata per aumentare il commercio con l'Africa.

Il mutuatario sarebbe Mozambique LNG1 Financing Company, che è di proprietà di un gruppo di sponsor, tra cui Anadarko Petroleum Company, che è stata recentemente acquisita da Occidental Petroleum Corporation. Leggi anche: Completata la fase 1 del progetto di interconnessione Takoradi-Tema in Ghana

Progetto GNL del Mozambico

Il prestito soddisferà le esportazioni di beni e servizi per l'ingegneria, l'approvvigionamento e la costruzione dell'impianto di GNL a terra e delle strutture correlate. L'impianto sarà situato nella penisola di Afungi, nel Mozambico settentrionale. I lavori di costruzione dureranno cinque anni durante i quali creeranno 16,400 posti di lavoro americani tra fornitori in Texas, Pennsylvania, Georgia, New York, Tennessee, Florida e nel Distretto di Columbia.

“Le compagnie energetiche americane offrono i migliori beni e servizi al mondo. Sono lieto che con questo voto del consiglio di amministrazione di Exim, i prodotti "Made in USA" siano pronti a svolgere un ruolo importante nello sviluppo di questa importante risorsa energetica", ha affermato il rappresentante commerciale degli Stati Uniti Robert Lighthize. Il progetto GNL aumenterà ulteriormente le esportazioni statunitensi verso la concessione dell'Area 1 del progetto nel bacino di Rovuma, che copre circa 10,000 kmq e si prevede che fornirà fino a 64 trilioni di piedi cubi di gas.

2020 maggio

RMB conferma un finanziamento di 15 miliardi di dollari per il progetto GNL in Mozambico

Sud Africa Banca d'affari Rand (RMB) ha confermato un finanziamento di 15 miliardi di dollari per un progetto di gas naturale liquefatto (GNL) in Mozambico. Il progetto Mozambico LNG sarà guidato dalla multinazionale francese del petrolio e del gas Total SA e si prevede che genererà entrate per il governo fino a 40 miliardi di dollari nel corso della sua vita.

Secondo Jonathan Ross, Head of Oil and Gas Coverage presso RMB, che fa parte di un consorzio di banche che attualmente si impegnano a finanziare il progetto, si tratterà di un risultato straordinario date le circostanze. Lo scenario non avrebbe potuto essere peggiore per Total e partner per raccogliere enormi volumi di finanziamenti a lungo termine: le ricadute economiche del COVID-19 hanno esercitato un'enorme pressione sui finanziamenti e sui capitali delle banche e hanno innescato un crollo del prezzo del petrolio.

“È particolarmente incoraggiante vedere progressi rari per un progetto così grande e importante in quella che è un'industria che genera entrate primarie in Africa. Mi congratulo con Mozambique LNG e Total SA per aver continuato a investire nel progetto lungo la linea temporale originale ", ha aggiunto.

Leggi anche: La capacità di GNL della Nigeria aumenterà dopo la firma di un EPC per la costruzione del progetto Train 7 

Supporto allo sviluppo del gas in Mozambico

Per RMB, l'accordo seguirà altri impegni di finanziamento nel settore petrolifero e del gas in Mozambico. La banca è stata co-fondatrice e si è aggiunta agli impegni iniziali per il progetto FLNG (galleggiante di gas naturale liquefatto) Coral South situato nell'offshore del Mozambico, il primo progetto FLNG in Africa.

"Il sostegno agli sviluppi del gas in Mozambico e l'impatto potenzialmente trasformativo sul Mozambico e sulla regione rimane di fondamentale importanza strategica per RMB e il gruppo FirstRand", ha affermato Ross. Ha inoltre aggiunto che, oltre a questi progetti che forniscono una fonte sicura di approvvigionamento energetico nella regione, forniranno anche un impulso all'economia e forniranno occupazione. 

RMB è orgogliosa di svolgere un ruolo in questi progetti. RMB ha anche contribuito a sostenere l'approvvigionamento di SA per gli sviluppi del gas in Mozambico. SA sarà una fonte chiave di beni e servizi per i Progetti, nonché una potenziale destinazione per parte del gas prodotto. "Questi progetti sono anche in linea con la politica sui combustibili fossili di FirstRand, che ha visto FirstRand spostare il proprio portafoglio di finanziamenti maggiormente verso il gas naturale, come combustibile di transizione chiave per il passaggio a un approvvigionamento energetico globale a basse emissioni di carbonio", ha affermato Ross.

luglio 2020

AfDB si unirà al finanziamento di 20 miliardi di dollari del GNL del Mozambico

Banca Africana di Sviluppo (AfDB) ha concluso la sua offerta per cofinanziare la costruzione dell'impianto integrato di gas naturale liquefatto (GNL) del Mozambico firmando un prestito senior di 400 milioni di dollari per il progetto di trasformazione.

Mozambico GNL Area 1

Il progetto Mozambico LNG Area 1, stimato per un costo di oltre 20 miliardi di dollari, è considerato il più grande investimento diretto estero dell'Africa fino ad oggi. Comprende un team globale di sviluppatori e operatori energetici, guidato da Total insieme a Mitsui, Oil India, ONGC Videsh Limited, Bharat Petroleum, PTT Exploration, nonché la compagnia nazionale di petrolio e gas del Mozambico, ENH. Con la firma del 15 luglio, la Banca si unisce a un sindacato globale di banche commerciali, istituti di finanziamento dello sviluppo e agenzie di credito all'esportazione per fornire il finanziamento necessario per il progetto.

Un finanziario la chiusura è prevista per la fine del 2020. Il progetto, che beneficia di una delle più grandi riserve di gas naturale del mondo al largo delle coste del Mozambico settentrionale, sarà il primo sviluppo di gas naturale liquefatto del paese. Inizialmente sarà composto da due treni GNL con una capacità totale di circa 13 milioni di tonnellate all'anno. Oltre ad essere trasformativo per il settore energetico in Mozambico, il progetto dovrebbe avere benefici socioeconomici più ampi per il paese.

Secondo Abdu Mukhtar, direttore del dipartimento per lo sviluppo industriale e commerciale della banca, la firma dell'accordo Mozambico LNG Area 1 annuncia una nuova era di industrializzazione per il Mozambico. Gli acquirenti di gas, come gli impianti di fertilizzanti, hanno il potenziale per migliorare la competitività regionale e globale", ha affermato. Il progetto comprende componenti sia onshore che offshore, che saranno finanziate da una combinazione di azioni, flussi di cassa pre-completamento e oltre 14 miliardi di dollari USA in strutture di debito senior. Il debito senior è costituito da un mix di prestiti diretti dell'Agenzia di credito all'esportazione (ECA), prestiti di banche commerciali e la struttura della Banca, l'unico istituto di sviluppo multilaterale coinvolto nella prima fase del progetto.

Leggi anche: Terminale GNL da costruire a Matola, nel Mozambico meridionale

Wale Shonibare, Direttore della Banca per le soluzioni finanziarie, politiche e normative, ha affermato che il progetto creerà un nuovo modello energetico in Mozambico e aiuterà a elettrificare l'Africa meridionale ". Attraverso la disponibilità di gas domestico, il progetto intende facilitare lo sviluppo dell'elettricità a gas in Mozambico. Questo giocherà un ruolo chiave nel fornire energia affidabile e conveniente per il paese e la regione più ampia ", ha affermato Shonibare.

La Banca ha svolto un ruolo cruciale nel richiedere il rispetto di rigorosi standard ambientali e sociali, oltre a lavorare sullo sviluppo delle PMI e di genere in Mozambico e promuovere l'adesione alle migliori pratiche internazionali. Il coinvolgimento della Banca è coerente con la sua strategia nazionale in Mozambico, che mira a sfruttare lo sviluppo delle risorse naturali e gli investimenti in infrastrutture sostenibili. Nel complesso, il progetto migliorerà i mezzi di sussistenza, stimolerà la crescita economica e aumenterà l'accesso universale all'elettricità, in linea con una delle priorità strategiche High 5 della Banca, Light Up and Power Africa, hanno affermato i funzionari della Banca.

Il consigliere generale ad interim della banca, Souley Amadou, ha commentato che si tratta di una transazione di prim'ordine che stabilisce un nuovo standard per i mega-progetti nel continente africano. La collaborazione e l'unità di intenti tra gli sponsor, il governo del Mozambico, i finanziatori e i consulenti sono davvero notevoli".

agosto 2020

Il Mozambico firma un patto di sicurezza per sostenere un progetto GNL da 20 miliardi di dollari

Il governo del Mozambico ha firmato un patto di sicurezza con Totale per sostenere lo sviluppo del progetto GNL in Mozambico da 20 miliardi di dollari nel mezzo di un'insurrezione legata allo Stato islamico.

Secondo il patto, una task force congiunta garantirà la sicurezza delle attività del progetto GNL in Mozambico nel sito di Afungi e in tutta l'area più ampia delle operazioni del progetto. Il Mozambico GNL fornirà supporto logistico alla task force congiunta che garantirà il rispetto dei principi dei diritti umani. Secondo Ronan Bescond, presidente di Total in Mozambico, tutte le parti coinvolte nel progetto si impegnano a consentire progressi costanti verso la riuscita consegna del progetto.

Leggi anche: DRC lancia la costruzione della città solare di Kinshasa da 600 MW

Protezione degli investimenti

Ernesto Tonela, ministro dell'Energia del Mozambico, ha affermato che l'accordo rafforza le misure di sicurezza e si sforza di creare un ambiente operativo sicuro per partner come Total, che consente loro continui investimenti nell'industria mozambicana, nelle piccole e medie imprese e per le comunità.

I lavori di costruzione del primo sviluppo di gas naturale liquefatto onshore del paese erano stati bloccati a causa di un'epidemia di coronavirus e di misure di blocco. Il progetto dovrebbe produrre il suo primo carico di GNL entro il 2024, attraverso un impianto di liquefazione a due treni. Il progetto include lo sviluppo dei campi Golfinho e Atum, situati all'interno dell'Area Offshore 1, che contiene oltre 60 trilioni di piedi cubi di risorse di gas.

A settembre, gli Stati Uniti, attraverso la International Development Finance Corporation (DFC), hanno concordato di fornire fino a 1.5 miliardi di dollari americani in assicurazioni contro i rischi politici per sostenere la commercializzazione delle riserve di gas naturale nel bacino del Rovuma in Mozambico; una regione devastata da un'insurrezione islamista negli ultimi tre anni. L'assicurazione coprirà la costruzione e la gestione di un impianto onshore di liquefazione del gas naturale e di strutture di supporto sviluppate da giganti dell'energia tra cui l'azienda americana ExxonMobil, la francese Total e l'italiana Eni.

A metà settembre, il CEO di Total Patrick Pouyanné e il presidente del Mozambico Filipe Nyusi si sono incontrati per discutere di un'intensificazione dell'insurrezione legata allo Stato islamico nel nord del paese, dove si trova il progetto. La violenza sta ora strisciando verso il progetto; video recenti che sembrano mostrare abusi, comprese torture ed esecuzioni di civili, da parte dell'esercito del Mozambico suggeriscono che la provincia di Cabo Delgado è diventata sempre più illegale.

A ottobre, Bharat Petroleum Corporation (BPCL) ha stipulato un contratto a lungo termine di 15 anni per 1 milione di tonnellate all'anno (mtpa) di GNL dal suo tanto atteso progetto in Mozambico. BPCL possiede il 10% del progetto da 12.88 mtpa nell'offshore del bacino del Mozambico, dove OVL e Oil India sono gli altri partner del consorzio, mentre il colosso energetico francese Total è l'operatore.

Metà ottobre 2020

Siemens Energy fornirà apparecchiature per la generazione di energia al progetto GNL del Mozambico

Ha selezionato CCS JV, una joint venture tra Saipem e McDermott Siemens Energia per fornire apparecchiature per la produzione di energia e compressori di gas di evaporazione per la riduzione delle emissioni per il progetto GNL del Mozambico nella provincia di Cabo Delgado, sulla costa orientale dell'Africa. Il progetto, guidato da TOTAL E&P Mozambique Area 1, comprende lo sviluppo di giacimenti di gas offshore nell'Area 1 del Mozambico e un impianto di liquefazione con una capacità superiore a 12 milioni di tonnellate all'anno.

Come parte del contratto, Siemens Energy fornirà sei turbine a gas industriali SGT-800 che verranno utilizzate per la generazione di energia in loco a basse emissioni. Con oltre otto milioni di ore di funzionamento della flotta totale e più di 400 unità vendute, la turbina SGT-800 è ideale per la generazione di energia, in particolare nelle applicazioni GNL, dove l'affidabilità e l'efficienza sono fondamentali. La potenza della turbina da 54 MW selezionata per questo progetto ha un'efficienza lorda del 39 percento. È dotato di un robusto sistema di combustione a basse emissioni a secco (DLE) che consente prestazioni di emissioni di livello mondiale su un ampio intervallo di carico.

Leggi anche: Completata la costruzione della centrale geotermica di Menengaï in Kenya

Compressori centrifughi per servizio boil-off gas (BOG)

Siemens Energy fornirà anche quattro compressori centrifughi per il servizio di boil-off gas (BOG). Una caratteristica fondamentale di questi compressori è il sistema IGV (Inlet Guide Vane) che consente l'ottimizzazione del consumo energetico in base alle variazioni dei parametri operativi come la temperatura di ingresso e la pressione di uscita.

La consegna delle turbine a gas è prevista per la seconda metà del 2021 e la prima metà del 2022. La consegna dei compressori è prevista per il 2021. L'ordine delle apparecchiature per il progetto Mozambico LNG arriva a poche settimane dalla firma dell'accordo tra Total e Siemens Energy per promuovere nuovi concetti per la produzione di GNL a basse emissioni. Come parte del contratto, Siemens Energy sta conducendo studi per esplorare una varietà di possibili progetti di impianti di liquefazione e generazione di energia, con l'obiettivo di decarbonizzare lo sviluppo e il funzionamento degli impianti di GNL.

Alla fine di ottobre un dirigente dell'operatore di progetto Total ha confermato che il progetto è sulla buona strada per produrre il suo primo carico nel 2024 nonostante le interruzioni della pandemia a livello globale.

Metà dicembre 2020

Eximbank fornirà 500 milioni di dollari per il progetto GNL del Mozambico

Export-Import Bank of Korea (Eximbank) è destinato a fornire 500 milioni di dollari di sostegno finanziario per un importante progetto integrato di gas naturale liquefatto (GNL) in Mozambico. Il finanziamento del progetto da parte dell'istituto di credito statale ha lo scopo di aiutare le aziende coreane a completare con successo la costruzione di due impianti di GNL nella nazione dell'Africa meridionale.

Al progetto partecipano Daewoo Engineering & Construction e un gruppo di piccole e medie imprese coreane. Quando il progetto di circa 23.5 miliardi di dollari USA sarà completato, dagli impianti verranno prodotte circa 12.9 milioni di tonnellate di GNL all'anno. Ciò equivale al 23% delle importazioni annuali di GNL della Corea, ha affermato il prestatore.

Leggi anche: Siemens Energy fornirà apparecchiature per la generazione di energia al Mozambico LNG Project

Supportare le aziende coreane per migliorare la competitività globale

Secondo Eximbank, il progetto dovrebbe creare 1,300 nuovi posti di lavoro all'anno e promuovere i guadagni in valuta estera. "Ci aspettiamo che due costruttori navali coreani - Hyundai Heavy Industries e Samsung Heavy Industries - vincano ordini per 17 navi GNL, anche se le trattative contrattuali sono ancora in corso", ha confermato la banca.

Ha inoltre aggiunto che la sua partecipazione al progetto GNL in Mozambico è significativa in quanto l'Africa ha un enorme potenziale di crescita, poiché un certo numero di paesi è ricco di risorse. Il finanziamento arriva anche in un momento critico in cui le aziende locali stanno affrontando difficoltà a causa delle ricadute economiche globali della diffusione del COVID-19 quest'anno. Nonostante le sfide persistenti, Eximbank ha riaffermato la propria volontà di continuare a sostenere le aziende coreane al fine di migliorare la loro competitività globale, offrendo un'assistenza finanziaria tempestiva.

I produttori coreani di costruzioni e attrezzature che partecipano al progetto prevedono di investire 550 milioni di dollari nel progetto quinquennale. Un gruppo di otto agenzie di credito all'esportazione ha aderito al progetto in tutto il mondo. Includono Eximbank, Export-Import Bank degli Stati Uniti, Japan Bank for International Cooperation e SACE dall'Italia.

A fine dicembre, Daewoo Engineering & Construction (E&C) ha annunciato di aver firmato un contratto per la costruzione dell'Area 1 del Mozambico LNG che prevede la costruzione di due treni di liquefazione e strutture ausiliarie con una capacità produttiva annua di 64 milioni di tonnellate presso il complesso industriale di Afungi a Mozambico. Ci vorranno 33 mesi per completarli. Daewoo E&C avrà il compito di costruire processi chiave come telai in acciaio, macchinari, tubazioni ed elettricità. Il progetto è promosso da sette società, tra cui la compagnia petrolifera globale Total of France e una società statale del gas in Mozambico. L'appaltatore principale del progetto è CCS Joint Venture (JV). 2021

A gennaio, il progetto GNL Mozambico guidato da Total ha annunciato di aver temporaneamente ridotto la propria forza lavoro in loco in risposta all'ambiente prevalente, comprese le sfide in corso associate al COVID-19 e alla situazione della sicurezza nel nord di Cabo Delgado. La provincia settentrionale di Cabo Delgado, che dispone di importanti risorse di gas, è teatro da oltre tre anni di una sanguinosa ribellione jihadista. Tuttavia, nelle ultime settimane si sono intensificati gli attacchi nei pressi del sito del gas nella penisola di Afungi.

Alla fine di gennaio, il presidente della compagnia petrolifera francese Total e il presidente del Mozambico hanno deciso di rafforzare ulteriormente la sicurezza attorno all'impresa di gas naturale a Cabo Delgado. I gruppi ribelli che da tre anni terrorizzano la provincia settentrionale del Mozambico hanno aumentato gli attacchi nel 2020 e si sono avvicinati al cantiere guidato da Total, provocando un rallentamento del progetto e la partenza del personale a fine anno. La violenza armata a Cabo Delgado, nel nord del Mozambico, sta provocando una crisi umanitaria con circa 2,000 morti e 560,000 sfollati, senza alloggio né cibo, principalmente nel capoluogo di provincia, Pemba.

Metà febbraio 2021

AfDB e Mozambique LNG Area 1 Project vincono il premio multilateral deal of the year

Il progetto Area 1 del gas naturale liquefatto (GNL) del Mozambico e il progetto Banca Africana di Sviluppo (AfDB) hanno ricevuto congiuntamente il prestigioso premio Global Multilateral Deal of the Year 2020 dalla pubblicazione cartacea e online Project Finance International (PFI). Il progetto, il più grande investimento diretto estero in Africa fino ad oggi con un valore di oltre 24 miliardi di dollari, sfrutterà le immense riserve di gas naturale offshore del Mozambico, che possono potenzialmente trasformare i mercati energetici globali.

La Banca africana di sviluppo ha firmato un accordo per un prestito senior di 400 milioni di dollari per finanziare il progetto nel luglio 2020. Firmando l'accordo di prestito, la Banca africana di sviluppo si è unita a un sindacato globale di banche commerciali e agenzie di credito all'esportazione che forniscono finanziamenti. Questo finanziamento include prestiti diretti e prestiti coperti da agenzie di credito all'esportazione con durate di 16 e 18 anni.

Il progetto è implementato da un consorzio internazionale di sviluppatori e operatori energetici guidato da Total come operatore del progetto. Comprende Mitsui, Oil India, Bharat Petroleum, PTTEP, Oil and Natural Gas Corporation (ONGC) e la compagnia petrolifera e del gas nazionale del Mozambico, Empresa Nacional de Hidrocarbonetos (ENH). Il consorzio fornisce l'equilibrio del finanziamento attraverso l'equità. La chiusura finanziaria del progetto è prevista nel 2021.

Fine febbraio 2021

JBIC firma un accordo di prestito per lo sviluppo del Mozambico LNG Project

Banca giapponese per la cooperazione internazionale (JBIC) ha firmato un contratto di prestito fino a 536 milioni di dollari con MITSUI & CO., LTD per lo sviluppo del Mozambico LNG Project. Il prestito è cofinanziato con istituzioni finanziarie private, portando l'importo totale del cofinanziamento a 894 milioni di dollari equivalenti.

Per questo progetto, MITSUI e Japan Oil, Gas and Metals National Corporation (JOGMEC), insieme alla francese Total SA, alla Empresa Nacional de Hidrocarbonetos EP del Mozambico e altri, svilupperanno il giacimento di gas Golfinho/Atum nella parte più settentrionale del Mozambico ; trasportare il gas di alimentazione attraverso un gasdotto sottomarino all'impianto di liquefazione a terra da costruire e produrre e vendere gas naturale liquefatto (GNL) con una capacità di produzione annua di 13.12 milioni di tonnellate.

Nel luglio 2020, JBIC ha firmato un contratto di prestito in project financing con MOZ LNG1 FINANCING COMPANY LTD, la società di progetto per questo progetto.

Prestito per il progetto GNL del Mozambico

Il prestito è destinato a finanziare lo sviluppo del giacimento di gas e la produzione di GNL nel progetto attraverso MITSUI. Le società di servizi pubblici giapponesi dovrebbero prelevare circa il 30% del GNL prodotto da questo progetto. Il sostegno di JBIC a questo progetto dovrebbe quindi contribuire a garantire forniture stabili di GNL, che è un'importante risorsa energetica per il Giappone.

JBIC continuerà a sostenere attivamente lo sviluppo delle risorse energetiche da parte delle società giapponesi e ad assistere finanziariamente nel garantire un approvvigionamento energetico costante per il Giappone.

Informazioni su Japan Bank for International Cooperation

JBIC è un'istituzione finanziaria basata su politiche in Giappone e conduce operazioni di prestito, investimento e garanzia integrando le istituzioni finanziarie del settore privato.

Marzo 2021

Total sospende il riavvio dei lavori del progetto LNG in Mozambico durante gli attacchi

Totale ha rinviato la ripresa dei lavori del progetto GNL in Mozambico e si sta affrettando a farlo evacuare il personale dall'area, dopo attacchi mortali a una vicina città costiera di Palma. Gli attacchi alla città, che funge da fulcro del progetto, sono iniziati il ​​giorno in cui Total ha annunciato che avrebbe gradualmente riavviato i lavori, citando gli sforzi del governo per migliorare la sicurezza nell'area.

Total aveva annunciato una graduale ripresa dei lavori dopo che il governo del Mozambico aveva avviato ulteriori misure di sicurezza nella penisola di Afungi, nella provincia settentrionale di Cabo Delgado. Leggi anche: TLOU Energy raccoglierà 2.6 milioni di dollari per il progetto energetico Lesedi

Zona di sicurezza speciale

Secondo un comunicato stampa del Ministero delle risorse minerarie e dell'energia, il governo aveva dichiarato l'area del progetto Mozambico LNG come zona di sicurezza speciale. “È stata elaborata una road map con misure e azioni volte a ripristinare e rafforzare la sicurezza.

Queste misure includono l'aumento delle dimensioni del contingente delle forze di difesa e sicurezza mozambicane di stanza ad Afungi. Consentiranno il graduale ritorno dei lavoratori che erano stati evacuati e la ripresa delle attività di costruzione", si legge nella nota.

Il comunicato aggiunge inoltre che il controllo sull'area di sicurezza speciale di Afungi continua ad essere garantito esclusivamente dalle forze di pubblica sicurezza nell'ambito del protocollo d'intesa firmato tra il governo e Total. L'area di sicurezza speciale copre la zona entro un perimetro di 25 km attorno al progetto GNL.

I lavori per il progetto multimiliardario sono stati interrotti a fine dicembre 2020, a causa di minacce alla sicurezza nelle immediate vicinanze. Da allora il governo e Total hanno lavorato per elaborare un piano d'azione per rafforzare la sicurezza intorno al sito e ai villaggi vicini.

Mid-March 2021

ABB è entrata a far parte del progetto GNL Mozambico guidato da Total

CCS JV, composta da Saipem, McDermott e Chiyoda, ha firmato un accordo con FIGURA per fornire sistemi elettrici integrati e intelligenti completi per il progetto GNL Mozambico guidato da Total che dovrebbe iniziare la produzione entro il 2024. Con una capacità di circa 13 milioni di tonnellate di GNL all'anno, l'attuale sviluppo guiderà investimenti economici e sociali cruciali per il Mozambico.

La partecipazione di ABB

Il progetto di 26 mesi di ABB culminerà in una significativa base installata in Mozambico per ABB e comporterà la collaborazione tra più divisioni e regioni ABB, guidate da ABB a Singapore. Quattordici grandi case elettriche onshore (e-house) o edifici prefabbricati per sottostazioni elettriche (PESB), progettati specificamente per applicazioni oil & gas, saranno costruiti dal team ABB a Singapore e trasportati al sito del progetto GNL Mozambico guidato da Total.

Secondo Brandon Spencer, Presidente di ABB Energy Industries, la vittoria di questo progetto è una testimonianza della superiorità tecnica di ABB nelle tecnologie di elettrificazione, nonché delle capacità di gestione e ingegneria altamente qualificate dell'azienda. "Siamo orgogliosi di far parte della storia della crescita economica dell'Africa, in particolare del Mozambico", ha detto. Leggi anche: Progetto centrale elettrica di Malicounda in Senegal per ricevere un prestito intermedio

La società integrerà anche il suo sistema di controllo elettrico e gestione dell'energia insieme a quadri isolati in gas (GIS) da 110 kV), quadri di media tensione (33 kV, 11 kV) e quadri di bassa tensione.

Johan de Villiers, Global Vice President, Oil, and Gas ha commentato di aver ottimizzato e personalizzato le proprie soluzioni per soddisfare le specifiche esigenze tecniche e di investimento del cliente. "Con ABB come principale produttore di apparecchiature originali (OEM) per i sistemi elettrici, il Mozambico LNG Project trarrà vantaggio in termini di efficienza dei costi, manutenzione, assistenza, nonché aggiornamenti ed espansioni", ha aggiunto.

Fine marzo 2021

Riprendono i lavori di costruzione del progetto GNL in Mozambico

Il governo del Mozambico e Totale hanno annunciato che i lavori di costruzione del progetto GNL in Mozambico, nella penisola di Afungi, nella provincia settentrionale di Cabo Delgado, riprenderanno presto dopo l'adozione di ulteriori misure di sicurezza nell'area.

I lavori per il progetto multimiliardario sono stati interrotti a fine dicembre 2020, a causa di minacce alla sicurezza nelle immediate vicinanze. Da allora il governo e Total hanno lavorato per elaborare un piano d'azione per rafforzare la sicurezza intorno al sito e ai villaggi vicini.

Leggi anche: ABB ha portato a bordo per alimentare il progetto GNL Mozambico guidato da Total

Una zona di sicurezza speciale

Secondo un comunicato stampa del Ministero delle risorse minerarie e dell'energia, il governo ha dichiarato l'area del progetto Mozambico GNL una zona di sicurezza speciale. “È stata elaborata una road map con misure e azioni volte a ripristinare e rafforzare la sicurezza. Queste misure includono l'aumento delle dimensioni del contingente delle forze di difesa e sicurezza mozambicane di stanza ad Afungi. Consentiranno il graduale ritorno dei lavoratori che erano stati evacuati e la ripresa delle attività di costruzione", si legge nella nota.

Il comunicato aggiunge inoltre che il controllo sull'area di sicurezza speciale di Afungi continua ad essere garantito esclusivamente dalle forze di pubblica sicurezza nell'ambito del protocollo d'intesa firmato tra il governo e Total. L'area di sicurezza speciale copre la zona entro un perimetro di 25 km attorno al progetto GNL.

"Il governo del Mozambico si impegna a far sì che il personale assegnato alla protezione del GNL del Mozambico agisca secondo i principi volontari sulla sicurezza e i diritti umani (VPSHR) e gli standard internazionali sui diritti umani", ha affermato una dichiarazione totale sulla ripresa delle attività, insistendo che il progetto stesso "non utilizza i servizi di alcun fornitore di sicurezza privata armata", afferma la dichiarazione.

Total ha affermato che il Mozambico GNL ha soddisfatto tutte le condizioni sospensive e ha rispettato tutti i requisiti di legge pertinenti per il primo prelievo del debito del finanziamento del progetto firmato il 15 luglio 2020 con otto agenzie di credito all'esportazione, 19 banche commerciali e la Banca africana di sviluppo. Questo primo prelievo avverrà all'inizio di aprile 2021.

La compagnia petrolifera e del gas rimane ottimista sul fatto che il progetto sarà in grado di consegnare la sua prima spedizione di GNL nel 2024.

Alcuni giorni dopo, Totale ha rinviato il riavvio dei lavori del progetto LNG in Mozambico e si stava affrettando a evacuare il personale dall'area, dopo attacchi mortali a una vicina città costiera di Palma. Gli attacchi alla città, che funge da fulcro del progetto, sono iniziati il ​​giorno in cui Total ha annunciato che avrebbe gradualmente riavviato i lavori, citando gli sforzi del governo per migliorare la sicurezza nell'area.

All'inizio di aprile, il portavoce dell'esercito del Mozambico Chongo Vidigal ha affermato che il progetto GNL è fuori dalla portata degli insorti allineati allo stato islamico. “È protetto. In nessun momento è stata in gioco la sua integrità", ha affermato. È stato anche riferito che circa 10,000 persone in fuga dagli attacchi nel Mozambico settentrionale hanno cercato rifugio in un villaggio all'interno dell'area di concessione del progetto, con altre ancora in arrivo.

Secondo una dichiarazione dell'Ufficio delle Nazioni Unite per il Coordinamento degli Affari Umanitari, diverse migliaia di persone hanno cercato rifugio vicino al progetto del gas, situato a circa 8 km a sud della città che è stata attaccata per la prima volta il 24 marzo. sicuro perché ci sono centinaia di truppe governative di stanza all'interno del progetto del gas naturale liquefatto per proteggerlo", si legge nella dichiarazione.

Aprile 2021

Total dichiara Forza Maggiore sul progetto GNL del Mozambico

Considerando l'evoluzione della situazione della sicurezza nel nord della provincia di Cabo Delgado in Mozambico, Total ha confermato il ritiro di tutto il personale del progetto GNL del Mozambico dal sito di Afungi e ha dichiarato forza maggiore sul progetto.

Il totale ha inoltre espresso la sua solidarietà al governo e al popolo del Mozambico e ha auspicato che le azioni svolte dal governo del Mozambico e dai suoi partner regionali e internazionali consentano il ripristino della sicurezza e della stabilità nella provincia di Cabo Delgado in modo duraturo.

Total E&P Mozambique Area 1 Limitada, una consociata interamente controllata di Total SE, gestisce Mozambique LNG con una partecipazione del 26.5% insieme a ENH Rovuma Área Um, SA (15%), Mitsui E&P Mozambique Area1 Limited (20%), ONGC Videsh Rovuma Limited (10%), Beas Rovuma Energy Mozambique Limited (10%), BPRL Ventures Mozambique BV (10%) e PTTEP Mozambique Area 1 Limited (8.5%).

Leggi anche: ABB ha portato a bordo per alimentare il progetto GNL Mozambico guidato da Total

I disordini nel nord di Cabo Delgado

All'inizio di quest'anno, Total ha annunciato di aver temporaneamente ridotto la propria forza lavoro in loco in risposta all'ambiente prevalente, comprese le sfide in corso associate al COVID-19 e alla situazione della sicurezza nel nord di Cabo Delgado. La provincia che dispone di importanti risorse di gas è stata teatro di una sanguinosa ribellione jihadista per più di tre anni.

Tuttavia, nelle ultime settimane si sono intensificati gli attacchi nei pressi del sito del gas nella penisola di Afungi. Più o meno nello stesso periodo, il colosso ingegneristico italiano Saipem ha dichiarato di lavorare a stretto contatto con Total per "preservare" il valore del GNL del Mozambico dopo aver dichiarato la forza maggiore sul progetto a causa del deterioramento della situazione della sicurezza nel Paese.

A metà maggio, la Confederazione delle associazioni economiche del Mozambico (CTA) ha annunciato che Total ha sospeso i contratti con almeno due società che costruiscono infrastrutture per il progetto. Le società includono un'impresa di costruzioni italiana incaricata di costruire un villaggio di reinsediamento e una società di lavori pubblici portoghese incaricata di costruire un nuovo aeroporto.

“L'impatto degli attacchi (jihadisti) ha colpito negativamente 410 aziende e 56,000 dipendenti. Le piccole e medie imprese locali hanno già perso 90 milioni di dollari", ha affermato il presidente della CTA Agostinho Vuma. All'inizio di agosto, le forze di sicurezza del Ruanda e del Mozambico hanno sottratto agli insorti la città portuale mozambicana di Mocímboa da Praia, i cui attacchi nell'area hanno costretto il colosso francese TotalEnergies a sospendere un progetto di gas naturale liquefatto (GNL) da 20 miliardi di dollari.

Alla fine di agosto, il presidente della Banca africana di sviluppo (AfDB) ha affermato che il progetto GNL del Mozambico potrebbe tornare in pista entro i prossimi 18 mesi dopo che gli eserciti africani si saranno schierati per aiutare a sedare un'insurrezione. Secondo il presidente, non si aspettava che l'interruzione avrebbe influito sulla fattibilità a lungo termine del progetto GNL. Da allora le truppe del Ruanda e degli Stati membri della Comunità per lo sviluppo dell'Africa australe (SADC) sono state dispiegate per sostenere le forze mozambicane per aiutare a reprimere l'insurrezione.

ABB ha portato a bordo per alimentare il progetto GNL Mozambico guidato da Total

Total dichiara Forza Maggiore sul progetto GNL del Mozambico

Total sospende il riavvio dei lavori del progetto LNG in Mozambico durante gli attacchi

Riprendono i lavori di costruzione del progetto GNL in Mozambico

JBIC firma un contratto di prestito per lo sviluppo del progetto GNL in Mozambico

AfDB e Mozambique LNG Area 1 Project vincono il premio multilateral deal of the year

Eximbank fornirà 500 milioni di dollari per il progetto GNL del Mozambico

Siemens Energy fornirà apparecchiature per la generazione di energia al progetto GNL del Mozambico

AfDB si unirà al finanziamento di 20 miliardi di dollari del GNL del Mozambico

Il Mozambico firma un patto di sicurezza per sostenere un progetto GNL da 20 miliardi di dollari

RMB conferma un finanziamento di 15 miliardi di dollari per il progetto GNL in Mozambico

US Exim Bank voterà 5 miliardi di dollari per il progetto GNL del Mozambico

Inizia la costruzione del primo progetto LNG onshore in Mozambico

Presto inizierà la costruzione del progetto Area 1 per il gas naturale in Mozambico

Il Mozambico assicura un contratto per la costruzione di gas naturale liquefatto onshore

Se hai bisogno di maggiori informazioni su questo progetto. Stato attuale, contatti del team di progetto ecc. Per favore CONTATTARCI

(Nota questo è un servizio premium)

2 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome