CasaGrandi progettiUltimi sviluppi per il progetto Grand Paris Express, Francia

Ultimi sviluppi per il progetto Grand Paris Express, Francia

Vineyard Wind 1, il più grande Offsho...
Vineyard Wind 1, il più grande progetto di parco eolico offshore negli Stati Uniti

Una nuova pietra miliare è stata raggiunta nel progetto Grand Paris Express. La prima metà del tunnel della Linea 16 tra Saint-Ouen e Aulnay è stata completata. Un totale di quattro macchine perforatrici di tunnel (TBM) hanno completato il lavoro. Ciò ha consentito agli ingegneri di iniziare a preparare sezioni delle linee 16 e 17 per le future operazioni della metropolitana.

All'inizio di giugno, quest'anno le squadre del consorzio TSO hanno iniziato a posare binari e traversine su un tratto comune delle due linee tra la stazione di Saint-Denis Pleyel e la struttura Finot. Secondo quanto riferito, le rotaie saranno realizzate da Saarstahl di acciaio riciclato al 95%. L'azienda ha prodotto le rotaie attraverso un forno elettrico ad arco. Utilizzava acciaio e rottami riciclati, piuttosto che un altoforno a carbone. Si dice che questo processo abbia ridotto le emissioni di carbonio del 60%.

Ricerca di progetti di costruzione
  • Regione / Paese

  • Sector

Leggi anche: Ultimi sviluppi per il progetto Grand Paris Express, Francia

Alla posa delle linee ferroviarie seguirà l'installazione della catenaria, dei cavi elettrici, dell'illuminazione, della segnaletica e degli impianti di ventilazione. Sono inoltre in corso i lavori per l'installazione di un totale di 850 metri di doppio binario. Nella struttura Finot sarà inoltre installato un crossover che consentirà l'inversione di marcia dei treni. Ciò è necessario perché consentirà ai treni di viaggiare nella direzione opposta, poiché le linee terminano a Saint-Denis Pleyel.

Panoramica del progetto

Grand Paris Express è un moderno numero di linee di transito rapido in costruzione nell'Île-de-France in Francia. Lo schema include quattro nuove linee per la metropolitana di Parigi ed estensioni delle attuali linee 11 e 14. Devono essere sviluppati circa 200 chilometri (120 miglia) di binari aggiuntivi e 68 nuove stazioni, in grado di servire 2 milioni di passeggeri giornalieri previsti. Un totale di 35.6 miliardi di euro è stato stanziato per lo sviluppo del Grand Paris Express, di cui 7 miliardi di euro per rischi e imprevisti.

È un progetto del secolo in tutta Parigi, e uno schema per dare all'agglomerato urbano e al sistema infrastrutturale di Parigi uno slancio e obiettivi crescenti. Il Grand Paris Express fissa saldamente Parigi nel 21° secolo: dopo lo sviluppo nel 20° secolo della metropolitana e delle linee espresse regionali RER che si estendono tutte dal centro della capitale.

L'obiettivo del progetto è quello di sviluppare una nuova rete ad anello che consenta spostamenti da periferia a periferia senza dover attraversare il centro di Parigi e che offra anche collegamenti diretti con gli aeroporti. Il progetto porterà notevoli benefici ai numerosi residenti che lavorano o risiedono in zone non ben servite dai mezzi pubblici. Un altro obiettivo del nuovo sistema è quello di limitare l'espansione urbana incontrollata intorno alla città densificando le parti già urbanizzate che saranno ora collegate al cuore della conurbazione e trarranno vantaggio dagli schemi di riqualificazione urbana attorno alle nuove stazioni.

Leggi anche: La cronologia del progetto del tunnel della metropolitana di Melbourne

Cronologia del Grand Paris Express

2013

È stata lanciata la nuova rete di trasporto pubblico, considerata uno dei programmi di mobilità sostenibile più ambiziosi al mondo, con l'obiettivo di completare nel 2030. Lo schema prevedeva l'ampliamento delle linee esistenti e lo sviluppo di quattro nuove linee, la 15, 16, 17 e 18. Il 15 corre in un ampio cerchio attorno alla periferia della città, l'enorme agglomerato urbano che costituisce la Grande Parigi, mentre il 16, 17 e 18 collegherà altri sobborghi e comuni fuori Parigi. A settembre, il consorzio Artemis fondato dalle società di ingegneria Arcadis, Artelia e BG Ingénieurs Conseils ha firmato un contratto di 16 anni da 40 milioni di euro (50 milioni di dollari) con SGP per essere il principale project manager e supervisionare le operazioni di sviluppo per le linee 15, 16 e 17.

2014

Nel mese di ottobre, Société du Grand Paris (SGP) ha aggiudicato la gara di progettazione per la stazione di Le Bourget a Elizabeth & Christian de Portzamparc (AECDP). Miralles Tagliabue e Bordas + Peiro si sono aggiudicate anche il contratto per la linea 16, stazione di Clichy-Montfermeil.

2015

La costruzione del Grand Paris Express è iniziata. Il consorzio SNC-Lavalin ha vinto una gara di servizi di gestione del progetto dalla Société du Grand Paris (SGP) per la Linea 18 più tardi a settembre.

2016

Sono iniziati i lavori per il prolungamento della Linea 14 nei pressi della stazione di Saint-Lazare, la seconda metropolitana di Parigi più congestionata. Secondo la tempistica fissata dagli sviluppatori, entro il 2018 la linea sarebbe in grado di offrire il passaggio di nuovi treni con otto carrozze anziché sei, portando la capacità a 40,000 passeggeri l'ora. Il consorzio ICARE è stato selezionato per il contratto di progettazione e supervisione dell'infrastruttura per la Linea 18 nel mese di febbraio.

2020

Circa 20 tunnel Herrenknecht, alesatrici (TBM) erano in funzione contemporaneamente durante l'anno. Di queste, 16 sono macchine a scudo EPB con diametri compresi tra 7725 mm e 9840 mm, 3 TBM per diametri da 7710 mm a 9830 mm a densità variabile e una macchina affondatrice ad albero verticale con diametri compresi tra 8300 mm e 11 900 mm.

Il 2020 ottobre 15, il presidente dell'Île-de-France Mobilités, Valérie Pécresse e della regione le-de-France, Thierry Dallard, presidente del consiglio di amministrazione della Société du Grand Paris, e il presidente e amministratore delegato di Alstom Henri Poupart-Lafarge, ha svelato il progetto delle future metropolitane per le nuove linee 16, 17 e XNUMX dell'Île-de-France all'inaugurazione della mostra Les lignes du design (Design Lines).

2021

In accordo con le idee dell'amministrazione comunale, la Linea 4 della Metropolitana, nella zona sud della città, sarà allungata di un paio di chilometri con lo sviluppo di due nuove stazioni. Attualmente la linea ferma a Montrouge, una banlieu nel sud della città, mentre il prolungamento la porterà a Bagneux, ancora più a sud.

La Linea 4, che attraversa la città da nord a sud, e la Linea 12 saranno inoltre oggetto di lavori di ampliamento nell'area meridionale, compresa la costruzione di due stazioni.

novembre 2021

Laurence, una delle dieci trivelle (TBM) in funzione sulla linea 33 Grand Paris Express da 15 km, ha scavato due stazioni e tre strutture di servizio lungo il percorso, oltre che sotto il fiume Siene, per sfondare a Fort d'Issy- Stazione Vanves-Clamart.

La linea 15 Grand Paris Express che si estende dal pozzo Île de Monsieur a Sèvres fino alla stazione di Noisy-Champs, è una delle quattro nuove linee metropolitane sviluppate dalla Société du Grand Paris con il gruppo CAP, un Costruzione Vinci joint venture in qualità di contraente.

La TBM Laurence del diametro di 9.87 m è stata lanciata nel gennaio 2020 e ha scavato 323,400 m3 di materiale durante i 4.2 km di guida dal pozzo dell'Île de Monsieur a Sèvres.

La costruzione della Grand Paris Express Line 15 raggiunge un traguardo importante con la svolta della TBM | Nuovo Ingegnere Civile

dicembre 2021

VINCI Construction attraverso le sue controllate Chantiers Modernes Construction e CBI si è aggiudicata dalla Société du Grand Paris un contratto per l'ammodernamento della stazione di Noisy-Champs, che al termine collegherà la futura Linea 15 Sud e la Linea 16 con la Linea A della RER.

A cavallo tra Noisy-le-Grand (a Seine-Saint-Denis) e Champs-sur-Marne (a Seine-et-Marne), la stazione avrà due monumentali eliche di legno, una emergente da ogni città, che converge in una spirale al superiore.

L'ambito del progetto riguarda la struttura, la muratura, i mestieri tecnici e architettonici, le strade, i servizi pubblici e il paesaggio.

Segnalato aprile 2022

Realizzata la prima svolta nella futura stazione Clichy-Montfermeil della linea 16 della metropolitana

La macchina perforatrice per tunnel (TBM) “Mireille” ha fatto il suo primo passo avanti nella futura stazione Clichy-Montfermeil della linea 16 della metropolitana in costruzione a nord di Parigi nell'ambito del Grand Paris Express, il progetto di mobilità futura più ambizioso d'Europa.

Mireille è arrivata alla stazione tra gli applausi dei sindaci di Clichy-sous-Bois e Montfermeil, rappresentanti della cliente, Société du Grand Paris, dopo aver perforato 2.2 chilometri dal sito di Bel-Air a Chelles all'estremità meridionale del lotto 2 – il tratto di linea in corso di realizzazione da parte di Noi costruiamo e NGE.

È stata una pietra miliare significativa per il progetto, che Webuild e NGE condiviso con la gente del posto di Clichy-sous-Bois su un grande schermo televisivo vicino al cantiere. Guglielmina Fontana, direttrice dei lavori del cantiere, ha seguito la svolta in azienda di 50 operaie.

Mireille riprenderà presto il suo viaggio per altri 3.1 chilometri, passando per i comuni di Livry-Gargan e Sevran per raggiungere il sito Mare au Chanvre a Sevran, dove incontrerà "Houda", la TBM che scava dall'estremità settentrionale del lotto 2.

Ambito delle opere Webuild e NGE

Webuild e NGE stanno creando 11 chilometri di tunnel per la linea 16 come parte del Grand Paris Express, oltre a quattro fermate tra Aulnay-sous-Bois e Chelles. Hanno già portato a termine un altro progetto insieme: il lotto 4 della linea 14 sud, che percorre 4.1 km fino all'aeroporto di Orly, nel sud di Parigi. Il lotto 2 della linea 16 e il lotto 4 della linea 14 sud aiuteranno a rimuovere fino a 385,000 auto dalle strade di Parigi ogni giorno, prevenendo fino a 81,000 tonnellate di emissioni di CO2 ogni anno. Entro il 2050, Parigi spera di essere carbon neutral.

La linea 16 trasporterà ogni giorno circa 200,000 passeggeri nel dipartimento parigino della Seine-Saint-Denis. Le altre tre stazioni che punteggiano la linea includono Aulnay, Sevran-Beaudottes e Sevran-Livry. Il Grand Paris Express aggiungerà 200 chilometri di metropolitana e metropolitana leggera alla rete della capitale francese, con 68 fermate, per migliorare la connettività tra il centro e la periferia. Ha lo scopo di rilanciare l'economia locale, creare posti di lavoro, incoraggiare la mobilità sostenibile e ridurre al minimo il traffico automobilistico e l'inquinamento atmosferico.

Webuild contribuisce in modo determinante allo sviluppo della mobilità urbana ed extraurbana, sostenendo i tentativi di ridurre il traffico e l'inquinamento offrendo servizi di trasporto pubblico sicuri, efficienti e rispettosi dell'ambiente. Webuild ha un track record combinato di oltre 13,600 chilometri di linee ferroviarie e metropolitane in oltre un secolo.

Con un portafoglio di oltre 20 referenze sulla rete di trasporto di Parigi, inclusi tre grandi progetti della metropolitana sulle linee 11, 14 e 15, NGE guiderà la costruzione di attrezzature ferroviarie sulla linea 16 attraverso la sua controllata ferroviaria TSO, dimostrando la sua esperienza multidisciplinare nella realizzazione di progetti di mobilità sostenibile.

Se hai bisogno di maggiori informazioni su questo progetto. Stato attuale, contatti del team di progetto ecc. Per favore CONTATTARCI

(Nota questo è un servizio premium)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome