CasaGrandi progettiI 5 migliori progetti energetici a basse emissioni di carbonio in Mauritania, in corso e in arrivo

I 5 migliori progetti energetici a basse emissioni di carbonio in Mauritania, in corso e in arrivo

Il progetto Dubai World Islands
Il progetto Dubai World Islands

Questi sono i primi 5 progetti energetici a basse emissioni di carbonio in Mauritania, che secondo quanto riferito è uno dei principali attori regionali nella ricerca verso l'energia a basse emissioni di carbonio, con una quota del 38% di energie rinnovabili nel mix elettrico del paese e un obiettivo del 50% entro il 2030 . 

Leggi anche: Costruzione di una centrale termica nel porto di Kribi, Camerun, nell'oleodotto

Ricerca di progetti di costruzione
  • Regione / Paese

  • Sector

Il paese aveva inizialmente fissato un obiettivo del 35% di energie rinnovabili per il 2035 che, combinato con la sua capacità installata totale di 549 MW, può sembrare ancora insignificante rispetto al potenziale di sviluppo previsto di 457.9 GW di energia solare e 47 GW di elettricità generata dall'eolico. Ora sta iniziando a realizzare le sue enormi riserve naturali di energia e che la loro ottimizzazione potrebbe portare a aumenti significativi dell'attuale tasso nazionale di accesso all'elettricità del 38.8%, che entro il 2030 potrebbe raggiungere il 100%. 

Capitale energetico e potere ha collaborato con il Ministero del petrolio, dell'energia e delle miniere del paese per perseguire questo obiettivo e promuovere il suo lavoro senza precedenti nella transizione energetica dell'Africa occidentale. Di conseguenza, questi sono i cinque progetti energetici a basse emissioni di carbonio più importanti in Mauritania da tenere d'occhio nel 2022.

Progetto NOUR – Idrogeno verde

Project Nour, in collaborazione con Chariot, mira a costruire 10 GW con un investimento di 3.5 miliardi di dollari. Il mega-sviluppo ha ricevuto il via libera dal governo nel settembre dello scorso anno e il mese scorso sono stati compiuti progressi con i risultati positivi degli studi di prefattibilità.

Chariot ha anche stipulato un protocollo d'intesa con il Porto olandese di Rotterdam all'inizio di quest'anno per la costruzione da parte di quest'ultimo di un nuovo terminal per l'importazione di ammoniaca verde, che inizierà le operazioni nel 2026 e raccoglierà 600,000 tonnellate di idrogeno verde all'anno dal Progetto Nour. Il progetto Chariot è attualmente alla ricerca di un gruppo di investitori che lo aiutino a raggiungere la sua decisione conclusiva.

AMAN – Idrogeno verde 

CWP globaleIl progetto AMAN da 40 miliardi di dollari e 30 GW sarà costruito nelle aree di Dakhlet Nouadhibou e Inchiri nella regione settentrionale della Mauritania e sarà uno dei più grandi progetti di idrogeno verde dell'Africa. I suoi 18 gigawatt di vento e 12 gigawatt di energia solare alimenteranno l'elettrolisi interna, producendo 10 milioni di tonnellate di ammoniaca verde ogni anno.

Un Memorandum of Understanding (MoU) che ha coinvolto CWP e il governo mauritano ha dato il via al progetto, che è stato approvato da un accordo quadro il mese scorso. Il progetto dovrebbe ridurre la disoccupazione nazionale di un terzo entro il 2035, aumentando anche il PIL del paese del 50-60%.

TOUJOUNINE – Solare 

Si dice che il clima della Mauritania sia perfetto per il solare, con una media di sette giorni di pioggia all'anno, e il primo grande progetto a basse emissioni di carbonio del paese non ha deluso, con una capacità di produzione di 50 MW a Toujounine supportata da 54,000 pannelli nella periferia settentrionale della capitale del paese.

È gestito dalla compagnia elettrica nazionale, Société Mauritanienne d'Electricité (Somelec). Il progetto da 53 milioni di dollari è stato lanciato dall'ex presidente Mohamed Ould Abdel Aziz.

KLIMA – solare

Il parco solare Klima si basa sull'eredità di Toujounine con l'applicazione Klima di costruzione tedesca, che finanzia un parco solare di 600,000 m2 aggregando fondi di 75,000 utenti che cercano di compensare le loro emissioni di carbonio.

Questo sviluppo mauritano unico nel suo genere soddisfa il 15% del fabbisogno energetico totale del paese e serve 100,000 persone, indicando un brillante futuro per il finanziamento dell'energia da un'applicazione di tre anni. La fattoria solare Klima è stata inizialmente annunciata nel luglio 2020 e da allora ha continuato a crescere e ottenere supporto, consentendo agli utenti di oltre 70 paesi di scaricare l'app.

BOULENOUAR — Vento

Il parco eolico di Boulenouar, che sarà operativo nel quarto trimestre di quest'anno, sarà il più grande della Mauritania, con una capacità di 102.4 MW, e sfrutterà appieno i 754 chilometri di costa atlantica del paese.

Se stai lavorando a un progetto e vorresti che fosse presente nel nostro blog. Saremo felici di farlo. Inviaci immagini e un articolo descrittivo a [email protected]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome