CasaGrandi progettiAggiornamenti del progetto della centrale nucleare di El Dabaa (NPP).

Aggiornamenti del progetto della centrale nucleare di El Dabaa (NPP).

La costruzione della centrale nucleare di El-Dabaa in Egitto ha ricevuto impegni da Autorità egiziana per le centrali nucleari, ente pubblico economico affiliato al Ministero dell'energia elettrica e delle energie rinnovabili, e Rosatom, una società statale russa. Lo afferma Amjad Al-Wakeel, capo dell'Autorità egiziana per le centrali nucleari.

Ciò avviene appena un mese dopo l'inizio dei preparativi per l'inizio dei lavori di colata di calcestruzzo per il primo reattore nucleare della centrale. Al-Wakeel ha confermato che la fossa di fondazione per l'unità era pronta e ha spiegato che erano in attesa di un permesso di costruzione dall'Autorità di regolamentazione nucleare e radiologica a maggio.

Ricerca di progetti di costruzione
  • Regione / Paese

  • Sector

Leggi anche: Aggiornamenti sul progetto della centrale nucleare di Barakah, Emirati Arabi Uniti

Il 29 giugno scorso sono state presentate le richieste per i permessi di costruzione per la prima e la seconda unità della centrale nucleare di El-Dabaa mentre quelle per la 3° e 4° unità sono state presentate il 31 dicembre 2021. Tutta la documentazione secondo il autorità sono state completate ai sensi dell'articolo n. (13) del regolamento esecutivo della legge che disciplina le attività nucleari e radiologiche n. ( 7) per l'anno 2010.

Il capo dell'Autorità egiziana per le centrali nucleari ha rivelato che il primo reattore nucleare, con una capacità di 1200 megawatt, sarà operativo nel 2028 generando circa 1200 MW di elettricità. Il resto dei reattori, secondo Al-Wakeel, sarà operato successivamente a pieno regime nel 2030.

Panoramica del progetto della centrale nucleare di El Dabaa (NPP).

Il progetto della centrale nucleare di El Dabaa (NPP), è il primo del suo genere in Egitto, previsto per lo sviluppo nel Governatorato di Matrouh, sulla costa mediterranea, a circa 250 km a ovest di Alessandria. È in fase di sviluppo da parte del Corporazione statale russa per l'energia atomica (ROSATOM) nell'ambito di un accordo di cooperazione nucleare civile firmato tra i governi di Russia ed Egitto nel 2015.

Il progetto prevede la costruzione di una centrale nucleare da 4.8 GW comprendente quattro reattori nucleari VVER-1200 di design AES-2206 in grado di produrre ciascuno 1.2 GW.

VVER-1200 è un reattore ad acqua pressurizzata di terza generazione, pienamente conforme a tutti i requisiti internazionali di sicurezza e dell'AIEA post-Fukushima. Secondo quanto riferito, è progettato per resistere allo schianto di un aereo da 400 t o a terremoti fino a un'intensità di 9 sulla scala Richter.

Leggi anche: Cronologia del progetto idroelettrico Mambilla e tutto ciò che devi sapere

Ognuna delle quattro unità di generazione dell'impianto sarà inoltre dotata di turbine a vapore Arabelle a mezza velocità e generatori Gigatop a idrogeno a 4 poli e raffreddati ad acqua. La prima unità dovrebbe iniziare le operazioni commerciali nel 2026, mentre la messa in servizio dei restanti tre reattori è prevista per il 2028.

Il costo totale del progetto è di circa 30 miliardi di dollari, di cui l'85% sarà fornito dal governo della Russia e il restante dalla sua controparte egiziana attraverso investitori privati.

Segnalato in precedenza 

1983-2007

Il progetto della centrale nucleare di El Dabaa fa parte del programma nucleare egiziano, iniziato nel 1954. Il sito di El Dabaa è stato selezionato per il progetto nel 1983 e la decisione per la costruzione dell'impianto è stata annunciata nell'ottobre 2007.

2010

Il sito di El Dabaa è stato approvato dal Agenzia internazionale dell'energia atomica (AIEA) nell'agosto 2010, ma lo sviluppo è stato interrotto nel 2011 a causa della rivoluzione egiziana e delle controversie con i locali di Dabaa.

2015  

A febbraio è stato firmato un accordo tra Rosatom e l'Egitto per discutere il futuro progetto che prevede la costruzione di due centrali nucleari da 1200 MWe, con la prospettiva di altre due. Rusatom all'estero e il Autorità per le centrali nucleari (NPPA) ha inoltre firmato un accordo di sviluppo del progetto per una centrale nucleare AES-2006 di due unità con un impianto di desalinizzazione.

A giugno, Rosatom ha presentato un'offerta per costruire quattro reattori da 1200 MWe a El Dabaa. A novembre è stato firmato un accordo intergovernativo con la Russia per costruire e far funzionare i quattro reattori, compresa la fornitura di carburante, il carburante usato, la formazione e lo sviluppo dell'infrastruttura normativa.

A giugno è stato firmato anche un accordo di finanziamento per un prestito statale russo all'esportazione, che copre l'80% del costo totale del progetto, con un periodo di rimborso di oltre 22 anni a partire dal 2029.

settembre 2015

Agenzia internazionale dell'energia atomica (AIEA) è pronto per aiutare nella costruzione della centrale nucleare di Dabaa in Egitto, ha annunciato il direttore dell'agenzia Yukiya Amano.

La mossa arriva dopo che Amano ha discusso della costruzione del progetto con il presidente egiziano Abdel Fatah al-Sisi.

Secondo la dichiarazione rilasciata da Al-Sisi, la società è disposta a collaborare con l'Egitto nel progetto e hanno espresso il loro interesse.

Amano ha espresso la volontà di inviare una delegazione dell'agenzia al Cairo per assistere l'Egitto nel porre il quadro normativo necessario per l'istituzione della centrale nucleare, che sarà situata a Dabaa.
Ha aggiunto che il progetto può essere completato in tempo e sono desiderosi di fornire all'Egitto ogni tipo di supporto tecnico per l'utilizzo dell'energia nucleare e la generazione di elettricità sufficiente per il paese.

Al-Sisi ha affermato l'interesse del paese a cooperare con l'agenzia in modo che possano beneficiare delle loro straordinarie capacità che aiuteranno l'emancipazione economica del suo paese.

L'ulteriore costruzione da parte di Al-Sisi della centrale nucleare di Dabaa in Egitto mira a diversificare le fonti energetiche del Paese. Ha inoltre indicato che l'applicazione dell'impianto dovrebbe essere conforme agli standard internazionali di sicurezza e protezione nucleare.

ottobre 2015

I piani tanto attesi per la costruzione della centrale nucleare di Dabaa in Egitto hanno finalmente preso forma quando i funzionari egiziani e russi hanno avviato i colloqui finali sulla strada da seguire.

Secondo quanto riferito dall'Autorità egiziana, la Russia è di proprietà statale Rosatom ha raggiunto le fasi finali dei negoziati per la costruzione del contratto per la centrale nucleare di Dabaa in Egitto.

Secondo una dichiarazione del vicepresidente di Rosatom Anton Moskvin, il progetto dovrebbe prendere il via poiché ciò che avevano in discussione è già stato affrontato.

In precedenza, quando la Russia ha raggiunto un accordo con l'Egitto, ci si aspettava che tutte le firme degli accordi sarebbero state fatte entro la fine di quest'anno, in modo che la costruzione della centrale nucleare terminasse entro il 2020.

L'impianto sarà costruito in due fasi secondo Anton Moskvin e la compagnia russa costruirà quattro reattori mentre altri quattro reattori saranno offerti per una gara internazionale.

Ogni reattore produrrà 1,200 Megawatt di elettricità. L'inizio dei lavori è previsto per la metà del 2016.
A febbraio, Sisi e Putin hanno annunciato di aver raggiunto accordi per la costruzione dell'impianto e l'istituzione di una zona di libero scambio russo-egiziana.

Nel 1981, l'Egitto assegnò l'area di Dabaa nel governatorato mediterraneo di Matrouh, 183.9 miglia a nord-ovest del Cairo, per costruire la sua prima centrale nucleare di 55 chilometri quadrati.

Il progetto dovrebbe aumentare la produzione di energia del paese poiché attualmente c'è una carenza di energia.

Sebbene discussa un paio di anni fa, la costruzione della centrale nucleare di Dabaa in Egitto è stata ritardata in parte a causa dei disordini civili che hanno travolto il Paese.

novembre 2015

L'Egitto otterrà la prima fornitura di elettricità dalla centrale nucleare di Dabaa nel 2024, ha annunciato il primo ministro del paese Sherif Ismail.

Ha detto che l'impianto funzionerà secondo standard di sicurezza ambientale accettabili. Ha aggiunto che i residenti di Dabaa saranno trasferiti.

L'annuncio arriva a seguito di un accordo firmato a novembre tra l'azienda nucleare di proprietà statale russa Rosatom e l'Egitto il 19 novembre.

L'accordo prevedeva la collaborazione per la costruzione e l'esercizio della centrale nucleare dotata di quattro unità NPP della capacità di 1200 MW ciascuna

Gennaio 2016

La società nucleare nazionale russa Rosatom inizierà la costruzione della prima centrale nucleare in Egitto dopo la firma di un accordo. Nel contratto firmato, la costruzione della centrale in Egitto inizierà nei primi mesi del 2016.

Secondo il comunicato stampa diffuso dalla società, la costruzione della centrale nucleare inizierà nel primo trimestre del 2016.

"Il piano sarà realizzato dopo la firma del contratto per la costruzione della centrale elettrica e questo sarà un grande risultato per l'Egitto poiché la costruzione sarà la prima in assoluto realizzata dalla Russia in Egitto", si legge nel comunicato.

All'inizio di novembre 2015 Russia ed Egitto hanno firmato un accordo intergovernativo sulla costruzione di una centrale nucleare a El Dabaa, nella Repubblica araba d'Egitto, da equipaggiare con quattro reattori da 1,200 MW.

Il progetto concordato costerà 25 miliardi di dollari e delineerà i parametri della centrale nucleare egiziana da costruire con l'utilizzo di tecnologie russe e ulteriori passi per lo sviluppo dell'infrastruttura nucleare in Egitto.

Prevede inoltre l'approvvigionamento della centrale nucleare, gli impegni di esercizio, la manutenzione tecnica e le riparazioni delle unità di potenza.

Il documento prescrive come gestire il combustibile nucleare esaurito; formare il personale della centrale nucleare; aiutare l'Egitto a migliorare le sue regole e regolamenti nel settore dell'energia nucleare e delle infrastrutture nucleari. Mosca e Il Cairo hanno anche firmato un accordo per la concessione di un credito statale all'esportazione per la costruzione della centrale nucleare.

La centrale nucleare dovrebbe essere costruita vicino alla città di El Alamein, sulla costa settentrionale dell'Egitto, a 3.5 chilometri dal Mar Mediterraneo. Rosatom prevedeva di lanciare un sondaggio nel dicembre 2015.
Russia ed Egitto hanno firmato un accordo intergovernativo sulla costruzione di una centrale nucleare a El Dabaa nella Repubblica araba d'Egitto da equipaggiare con quattro reattori da 1,200 MW.

Giugno 2016

Il presidente egiziano Abdel Fattah al-Sisi ha chiesto una rapida firma del contratto nucleare di Dabaa nel tentativo di frenare la carenza di energia che deve affrontare il paese.

Parlando durante l'incontro con i funzionari del ministero dell'elettricità guidato da Ministro dell'elettricità Mohamed Shaker,  Sisi ha detto che garantirà una rapida attuazione del progetto energetico.

Dopo l'importante incontro, il ministro dell'elettricità ha condiviso l'esito della loro recente visita in Russia (vedi sotto) e ha affermato di aver concordato con la società nucleare russa Rosatom di discutere l'istituzione del contratto nucleare di Dabaa.

Nel tentativo di frenare l'attuale carenza di potere che l'Egitto deve affrontare, una delegazione guidata da Ministro dell'elettricità Mohamed Shaker è in Russia per concludere i colloqui sulla costruzione della prima centrale nucleare del Paese.

Secondo i rapporti ufficiali del governo, la squadra dovrebbe tenere i colloqui finali a Mosca nei prossimi giorni per fissare una data per la firma dei contratti per la costruzione di una centrale nucleare di costruzione russa a Dabaa, nel nord dell'Egitto.

Il progetto che ha già ricevuto finanziamenti sufficienti dovrebbe iniziare in qualsiasi momento poiché il progetto è stato oggetto di trattative e titolo di vari tabloid.

Shaker è a Mosca per risolvere tutte le questioni tra le due parti prima che i contratti possano essere firmati. I dettagli sulla costruzione, la manutenzione e il funzionamento della stazione, nonché il carburante necessario per alimentarla, sono in fase di elaborazione, è stato informato Al-Masry Al-Youm.

Fonti dell'Autorità per le centrali nucleari, partecipanti al Forum internazionale ATOMEXPO 2016 a Mosca che va dal 30 maggio al 1 giugno, ha rivelato che le questioni legali e tecniche che hanno causato il ritardo nella firma del contratto sono state ora risolte. Una società di consulenza italiana ha rivisto i termini del contratto, hanno aggiunto.

Una delegazione comprendente i capi dell'Egiziano Autorità per l'energia atomica, centrali nucleari e l'autorità di regolamentazione nucleare e radiologica è attualmente in visita di una settimana a Mosca per incontrare i funzionari di Rosatom.

Parlando ad Al-Masry Al-Youm, il direttore generale di Rosatom Sergei Kiriyenko ha affermato che per finalizzare l'accordo con l'Egitto, è stato necessario trattare numerose questioni, come la fornitura di combustibile nucleare ai reattori, il ruolo di entrambe le parti durante il funzionamento, la manutenzione e la riparazione dei reattori, i metodi di trattamento dei rifiuti nucleari, la formazione dei lavoratori dell'impianto e il miglioramento degli standard e della legislazione nei settori dell'energia nucleare e delle infrastrutture nucleari dell'Egitto.

negoziati in corso

Ha anche aggiunto che sono attualmente in trattative con altri appaltatori su come sarà costruita la grande centrale elettrica.

L'Egitto ha preso in considerazione la costruzione di una centrale nucleare a Dabaa per diversi decenni e ha avviato negoziati Rosatom dal 2015 oltre i piani per l'azienda statale di finanziare e costruire un impianto in Egitto per il completamento entro il 2022, secondo quanto riportato da Reuters nel novembre dello scorso anno.

Shaker si era recato in Russia per incontrare i leader chiave e assicurarsi che il progetto fosse abbastanza veloce e il suo ufficio ha confermato che saranno in grado di confermare tutte le aziende che sono state coinvolte nello stesso.

La costruzione di una centrale nucleare ha fatto notizia mentre il paese non vede l'ora di frenare l'attuale carenza di energia che sta affrontando.

Il progetto dovrebbe essere realizzato in tre anni e la Russia finanzierà l'intero progetto con l'assistenza dell'appaltatore statale.

Fonti dell'Autorità per le centrali nucleari, che hanno partecipato al Forum internazionale ATOMEXPO 2016 a Mosca dal 30 maggio al 1 giugno, hanno rivelato che le questioni legali e tecniche che hanno causato il ritardo nella firma del contratto erano state risolte.

2017  

Nel mese di dicembre sono stati firmati gli avvisi per procedere con i contratti per la costruzione delle quattro unità.

Aprile 2019

l'Egitto di Autorità per le centrali nucleari (NPPA) ha ricevuto un'autorizzazione per l'approvazione del sito per il sito di El Dabaa dall'Autorità egiziana di regolamentazione e radiologia nucleare (ENRRA). L'autorizzazione attesta che il sito e le sue condizioni specifiche sono conformi ai requisiti nazionali e internazionali.

L'NPPA ha affermato che il permesso di approvazione del sito ha segnato il raggiungimento della prima pietra miliare nel processo di licenza per l'impianto di El Dabaa e il rilascio del permesso di approvazione del sito è un riconoscimento che il sito di El Dabaa e le sue condizioni specifiche sono conformi alle normative nazionali e dell'AIEA requisiti per i siti NPP [centrali nucleari] e che le condizioni specifiche del sito devono essere adeguatamente considerate nella progettazione della centrale nucleare per garantire il futuro funzionamento sicuro e affidabile degli impianti nucleari.

Leggi anche: Il Kenya rinvia la costruzione di una centrale nucleare da 10 miliardi di dollari

Domanda di elettricità

“L'approvazione è stata rilasciata all'inizio di marzo a seguito di una dettagliata revisione completa” da parte dell'ENRRA dei documenti di domanda presentati dall'NPPA nel 2017. Questi includevano: dati sull'installazione del reattore; dati e caratteristiche del sito; base e concetto di progettazione; e un rapporto di valutazione dell'impatto ambientale (VIA) del progetto esaminato dall'Agenzia per gli affari ambientali", ha affermato l'autorità.

L'autorità ha inoltre aggiunto che questa assistenza è stata fornita nell'ambito della missione di revisione SEED (Site and External Events Design) tenutasi a fine gennaio 2019. Durante il processo di revisione è stata prestata particolare attenzione alle caratteristiche del sito legate alla sicurezza e ai rischi esterni naturali e umani , inclusi terremoti, tsunami ed eventi esterni indotti dall'uomo.

Reattori ad acqua

Secondo Rosatom, sono previsti quattro reattori ad acqua pressurizzata VVER-1200 progettati dalla Russia per El Dabaa, che si trova sulla costa mediterranea, a 170 chilometri a ovest di Alessandria e Zafraana, nel Golfo di Suez.

Stato russo Società per l'energia atomica Rosatom è quello di sviluppare l'impianto, che sarà di proprietà e gestito dalla NPPA. Con una capacità nominale di 4.8 GWe, si prevede che l'impianto rappresenterà fino al 50% della capacità di generazione di energia dell'Egitto per soddisfare la crescente domanda di elettricità del paese.

ottobre 2019

Il governo russo ha stanziato 190 milioni di dollari per la realizzazione del progetto della centrale nucleare di Dabaa in Egitto. Il vicepresidente dell'Autorità per l'energia nucleare Abdel Hamid el-Desoky ha fatto l'annuncio e ha affermato che è stata formata un'alleanza tra Egitto e Russia per sviluppare parte del progetto.

Ha inoltre aggiunto che è in corso uno studio di fattibilità per produrre parti dei reattori nucleari in Egitto e ha sottolineato che la produzione nazionale di energia nucleare sarà ampliata per raggiungere il 35% dopo aver ricevuto quattro reattori nel 2029.

Aprile 2020

La centrale nucleare di El-Debaa in Egitto riceverà una fornitura affidabile di carburante una volta costruita in seguito all'annuncio che la Russia fornirà componenti di combustibile nucleare, inclusi elementi di uranio e alluminio all'Egitto per un periodo di 10 anni, a seguito di un accordo firmato tra l'Egiziano Autorità per l'energia atomica e Impianto di concentrati chimici di Novosibirsk (NCCP), una filiale della Russia Rosatom TVEL.

"Le aspettative di sviluppo del business in Egitto includono la fornitura di combustibile nucleare a tutte e quattro le unità elettriche della prevista centrale nucleare di El-Debaa da 4,800 MW per l'intero periodo di funzionamento", afferma Rosatom TVEL in una nota.

I componenti del combustibile saranno utilizzati principalmente nel reattore di ricerca ETTR-2 dell'Egitto, situato in una struttura di ricerca nucleare a Inshas, ​​nel governatorato egiziano di Sharqiya. ETTR-2 si concentra sulla ricerca della fisica delle particelle e sugli studi sui materiali, nonché sulla produzione di radioisotopi '

Oleg Grigoriyev, vicepresidente senior per il commercio e gli affari internazionali di Rosatom TVEL, ha affermato che il contratto a lungo termine è il seguito di una serie di documenti contrattuali per le spedizioni di componenti del carburante in Egitto che sono stati rispettati con successo da NCCP in passato tre anni.

2021

In Febbraio rappresentanti dei governi russo ed egiziano hanno riferito che la pandemia di Covid-19 ha rallentato i preparativi nel sito.

A luglio è stato annunciato che l'NPPA aveva presentato tutti i documenti necessari a necessary ENRRA (Autorità nazionale di regolamentazione nucleare e radiologica) ottenere i permessi di costruzione per le unità 1 e 2 della centrale nucleare di El Dabaa.

Una delegazione egiziana-russa di alto livello guidata da Mohamed Shaker e Alexey Likhachov, rispettivamente ministro dell'elettricità e delle energie rinnovabili egiziano e direttore generale di Rosatom, hanno effettuato una visita di lavoro al cantiere della proposta centrale nucleare di El Dabaa.

La formazione del primo gruppo di specialisti è iniziata nei primi mesi Settembre 2021 presso la filiale di San Pietroburgo di Accademia Tecnica di Rosatom, Russia.

Il programma di formazione si svolge nell'ambito dei contratti relativi alla costruzione di una centrale nucleare che, una volta completata, sarebbe la prima nel suo genere nel Paese nordafricano.

Inizierà con un corso di lingua russa di sei mesi che vedrà un'iscrizione di 465 studenti egiziani, dopodiché i tirocinanti inizieranno il loro corso di formazione teorica sulla base di una centrale nucleare di riferimento Rosatom e seguiranno formazione pratica e stage a Leningrado NPP-2 e in altri luoghi di lavoro.

The State Atomic Energy Corporation formerà circa 1,700 specialisti nell'ambito di questo programma entro il 2028. Il programma si svolgerà sia presso la Rosatom Technical Academy in Russia che presso il Nuclear Power Plant Training Center in Egitto.

Luglio 2021

The Autorità per le centrali nucleari (NPPA) in Egitto ha presentato tutti i documenti necessari a ENRRA (Autorità nazionale di regolamentazione nucleare e radiologica) ottenere i permessi di costruzione per le unità 1 e 2 della centrale nucleare di El Dabaa.

L'informazione è stata resa nota dal Ministero egiziano dell'elettricità e delle energie rinnovabili. Secondo Ayman Hamza, portavoce del ministero, le concessioni edilizie dovrebbero essere rilasciate nella prima metà del prossimo anno (2022) e da lì seguiranno le procedure per la redazione dei fascicoli per le unità 3 e 4.

Corporazione statale russa per l'energia atomica (ROSATOM), le cui società controllate forniranno i servizi di ingegneria, approvvigionamento e costruzione (EPC), fornitura di combustibile nucleare, supporto operativo e manutenzione e trattamento del combustibile nucleare per la centrale, ha affermato in una dichiarazione che la presentazione di questa domanda è stata un passo importante in quanto la costruzione effettiva del progetto non può iniziare fino a quando non è stata concessa una licenza.

Visite di delegazione

Recentemente, una delegazione egiziana-russa di alto livello guidata da Mohamed Shaker e Alexey Likhachov, rispettivamente ministro dell'elettricità e delle energie rinnovabili egiziano e direttore generale di Rosatom, hanno effettuato una visita di lavoro al cantiere della proposta centrale nucleare di El Dabaa.

Questo arriva appena due settimane dopo l'annuncio di Rosatom che il Autorità per le centrali nucleari (NPPA) dell'Egitto aveva chiesto all'Autorità di regolamentazione nucleare e radiologica egiziana un permesso di costruzione per le unità 1 e 2 di quella che sarà la prima centrale nucleare del Paese nordafricano.

Lavorare al progetto come una singola unità

“I team stanno lavorando al progetto come una singola unità, fissando obiettivi ambiziosi e facendo ogni sforzo per raggiungerli. Tale lavoro coordinato è culminato in forse l'evento più importante nell'attuale fase del progetto", ha affermato Likhachov.

Leggi anche: Documenti necessari per ottenere il permesso di costruzione per la costruzione delle unità 1 e 2 presso la centrale nucleare di El Dabaa in Egitto, presentati

“Abbiamo osservato le dinamiche positive nell'attuazione del progetto. L'approccio sistematico al sogno nucleare egiziano sta prendendo forma con il pieno sostegno della leadership politica del paese", ha affermato lo Shaker aggiungendo che il team di professionisti egiziano-russo sarà in grado di far fronte a qualsiasi sfida che affronterà, non importa quanto complessa. loro sono.

Alexander Lokshin, primo vicedirettore generale di Rosatom e presidente di JSC ASE, ha affermato che la visita è stata "produttiva e intensa" e che "è stato possibile controllare l'orologio con i nostri partner egiziani e delineare gli ulteriori passi verso l'attuazione del progetto" .

Ispezione degli impianti portuali previsti per il trasporto di attrezzature pesanti per le unità reattori

Oltre a visitare il cantiere della centrale nucleare di El Dabaa, la delegazione ha anche ispezionato le strutture portuali che dovrebbero essere utilizzate per il trasporto di attrezzature pesanti per i reattori.

I funzionari di Rosatom hanno anche valutato lo sviluppo della “infrastruttura sociale” necessaria per sostenere il progetto.

dicembre 2021

L'Egitto ha firmato un contratto con Società ceca di ricerca e sviluppo ÚJV Rež fornire assistenza tecnica all'autorità di vigilanza egiziana nella concessione di licenza alla centrale nucleare di El-Dabaa.

“I nostri servizi si concentreranno principalmente sul controllo indipendente dei documenti e dei servizi forniti dalla parte russa e sulle attività di supporto alla supervisione egiziana in una serie di altre aree tra cui lo sviluppo delle risorse umane, lo sviluppo di un sistema integrato di gestione normativa, piani di ispezione durante la costruzione dell'impianto nucleare , missioni internazionali, sviluppo della legislazione, valutazione della documentazione della licenza", ha affermato la società ceca in una nota.

Gennaio 2022

Rosatom selezionato Corea dell'energia idroelettrica e nucleare (KHNP), una controllata di Korea Electric Power Corporation (Kepco) per essere l'unico offerente per diversi importanti contratti tra cui la costruzione degli edifici e delle strutture principali e ausiliari delle "isole delle turbine" per tutti e quattro i reattori, nonché la fornitura di materiali non specificati e attrezzature.

Gennaio 2022:

La costruzione della prima unità di potenza inizierà a luglio 1

La costruzione della prima unità di la centrale nucleare di El Dabaa (NPP) in Egitto dovrebbe iniziare nel luglio 2022, secondo Alexey Likhachev, il direttore generale della Russia Rosatom State Atomiс Energy Corporation (ROSATOM).

Ciò avviene pochi giorni dopo che la Russian State Corporation, specializzata in energia nucleare, beni nucleari non energetici e prodotti high-tech, ha annunciato di aver consegnato i documenti per le unità 3 e 4 di El Dabaa al Autorità egiziana di regolamentazione nucleare e radiologica (ENRRA).

"Il pacchetto di documenti è stato presentato prima del previsto e, non appena viene ottenuta l'autorizzazione, le parti coinvolte possono iniziare la costruzione su vasta scala dell'impianto nucleare", ha affermato Rosatom in una nota.

Leggi anche: All'orizzonte due progetti di energia rinnovabile in Egitto

Secondo i rapporti precedenti, questa unità, che è una delle quattro unità previste per la struttura, dovrebbe iniziare le operazioni commerciali nel 2026.

Caratteristiche della prima unità della centrale nucleare di El Dabaa

In grado di produrre 1.2 GW, la prima unità della centrale nucleare di El Dabaa, come le altre tre unità, sarà dotata di un reattore nucleare VVER-1200 di progettazione AES-2206.

Questo reattore è un reattore ad acqua pressurizzata di terza generazione, pienamente conforme a tutti i requisiti internazionali di sicurezza e post-Fukushima dell'AIEA. Secondo quanto riferito, è progettato per resistere allo schianto di un aereo da 400 tonnellate o a terremoti fino a un'intensità di 9 della scala Richter.

L'unità sarà inoltre dotata di turbine a vapore Arabelle a velocità ridotta e di generatori Gigatop a 4 poli a idrogeno e raffreddati ad acqua.

Se hai un commento o ulteriori informazioni su questo post, condividilo con noi nella sezione commenti qui sotto

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome