CasaProdottiMaterialiNuova granigliatrice a "Surface Technology" 2015

Nuova granigliatrice a "Surface Technology" 2015

Dopo che la necessità di granigliatrici è stata indicata per piccole fabbriche nell'industria siderurgica, AGTOS ha reagito sviluppando una macchina che soddisfa questa esigenza. L'obiettivo era sviluppare un sistema di granigliatura con trasportatore a rulli per operatori che hanno capannoni spesso con soffitti bassi. L '"OCEAN-BLASTER" soddisfa questo e altri requisiti aggiuntivi. Questa macchina è presentata dall'azienda durante la fiera di quest'anno “Surface Technology ad Hannover. 13-17 aprile.

La OCEAN BLASTER è una granigliatrice a rulliera molto compatta per piccole fabbriche per le quali una granigliatrice a turbina non era redditizia a causa della capacità. D'ora in poi, questi utenti possono trarre vantaggio dai vantaggi della tecnologia di sabbiatura AGTOS. Un sistema di sabbiatura interno consente operazioni e canali di trasporto più flessibili e indipendenti senza sostenere i costi. I pezzi da lavorare possono essere alti fino a 1000 mm e larghi 500 mm.

Ricerca di progetti di costruzione
  • Regione / Paese

  • Sector

Vuoi vedere i progetti di costruzione solo a Nairobi?Clicca qui

Gli ingegneri AGTOS hanno progettato Ocean Blaster per essere molto più compatto rispetto ad altre macchine commerciali. È stato quindi possibile generare vantaggi di spazio. Anche l'altezza del sistema è estremamente bassa a 4.1 metri. Pertanto, le macchine possono essere utilizzate anche in capannoni di produzione più piccoli senza una fondazione. Inoltre, la macchina è progettata per essere intuitiva per l'operatore. Una piattaforma di manutenzione consente un rapido accesso al setaccio del vento; aperture di manutenzione opportunamente dimensionate garantiscono un facile accesso alle parti usurate in caso di manutenzione.

Vantaggi decisivi

Prima di iniziare il processo di sabbiatura, utilizzando il potenziometro rotante, l'operatore imposta la velocità di avanzamento che corrisponde al grado di impurità, rispettivamente al grado di pulizia desiderato per i pezzi da lavorare. Per la lavorazione di superfici che devono avere un grado di purezza di BSa 2.5 dopo il processo di sabbiatura, la velocità di flusso è generalmente di ca. 1.0 m al minuto quando si usano abrasivi a grana tonda.

Un ulteriore aspetto del design era l'efficienza energetica. Le potenti turbine AGTOS ad alte prestazioni con una maggiore produttività abrasiva grazie alla tecnologia a disco singolo e al sistema di filtraggio a cartuccia con pulizia differenziale indipendente dalla pressione delle cartucce filtranti offrono vantaggi concreti. Di conseguenza, Ocean Blaster consuma una quantità relativamente bassa di energia e abrasivi rispetto ad altri sistemi commerciali. Pertanto, i costi operativi sono mantenuti bassi.

Per mantenere bassa l'altezza della granigliatrice, l'elevatore a tazze era diviso in due parti. La prima parte pulisce l'abrasivo. La seconda parte è responsabile della fornitura dell'abrasivo alle turbine ad alta potenza.

Quindi i costi di usura sono mantenuti bassi, un sistema di tracciamento del pezzo in lavorazione sull'aspirazione della granigliatrice assicura che gli abrasivi vengano introdotti nelle turbine solo se un pezzo di lavoro si trova nella zona di brillamento. Quando la parte completamente pulita ha superato l'area di sabbiatura e non sono stati inseriti altri pezzi nella camera di sabbiatura, questo viene rilevato e l'alimentazione abrasiva viene chiusa e la seconda parte del circuito abrasivo viene chiusa con le turbine.

Se entro 15 minuti non viene rilevato alcun pezzo aggiuntivo sulla barriera della luce di aspirazione, la prima parte del circuito abrasivo si spegne. Per un ulteriore processo di brillamento, il sistema deve essere riavviato premendo il pulsante.

Dopo che i pezzi di lavoro attraversano la zona di brillamento, passano al sistema di scarico che viene attivato anche dal registro a scorrimento. Un soffietto ad alta pressione fornisce ugelli d'aria che sono allineati in modo da far fuoriuscire l'abrasivo residuo dalle superfici del pezzo in lavorazione e reinserirlo nel circuito abrasivo. La chiusa di uscita, secondo il lato di aspirazione, ha diverse file di lame di tenuta. Lo scarico dei granelli di granigliatura è quindi prevenuto in modo affidabile. In un caso di manutenzione, queste lame vengono sostituite in pochi passaggi.

Questo e altri vantaggi consentono la lavorazione economica dei pezzi.

Se stai lavorando a un progetto e vorresti che fosse presente nel nostro blog. Saremo felici di farlo. Inviaci immagini e un articolo descrittivo a [email protected]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome