CasaNewsIl Marocco riceverà 45 milioni di dollari per progetti sull'acqua potabile

Il Marocco riceverà 45 milioni di dollari per progetti sull'acqua potabile

Il Marocco riceverà un prestito di 45 milioni di dollari dal Banca Europea degli Investimenti (BEI) per lo sviluppo di un progetto di approvvigionamento di acqua potabile nel paese.

Il contratto di prestito è stato siglato tra la Banca europea per gli investimenti (BEI) e la Office national de l'électricité et de l'eau potable (Onee). È complementare a un finanziamento iniziale concesso al Marocco nel 2019, nell'ambito del piano di capitale 2019-2023 di Onee per l'attività "acqua".

I fondi saranno utilizzati per costruire nuove infrastrutture per l'approvvigionamento di acqua potabile nel Regno. L'ente pubblico marocchino prevede inoltre di riabilitare ed espandere la capacità degli impianti di produzione e distribuzione di acqua potabile in diverse località del Marocco.

A Laayoune, la capitale del Marocco, dovrebbe entrare in funzione un nuovo impianto di desalinizzazione dell'acqua di mare. L'impianto avrà una capacità di 26,000 m3 al giorno. L'impianto dovrebbe portare la capacità installata della città a 52,000 m3 al giorno.

Leggi anche: Programma nazionale di approvvigionamento di acqua potabile e irrigazione lanciato in Marocco irrigation

Disponibilità di acqua

Per quanto riguarda le acque reflue, Onee sta sviluppando diverse iniziative, tra cui la costruzione dell'impianto di trattamento delle acque reflue di Tarfaya. La nuova struttura fornirà il pretrattamento, il trattamento biologico e il trattamento terziario avanzato delle acque reflue, compresa la disinfezione a raggi ultravioletti e la disidratazione dei fanghi. I letti di essiccazione saranno inoltre progettati per ridurre i fanghi di depurazione a un contenuto di solidi secchi, che saranno trasferiti in sicurezza fuori sito per lo smaltimento.

Secondo Istituto delle risorse mondiali (WRI), la disponibilità idrica del paese è inferiore a 1,700 m3 all'anno per persona. Questa situazione colloca il Marocco nell'elenco degli stati con “alto stress idrico” e il fenomeno è una conseguenza della siccità, causata dal cambiamento climatico.

Oltre alla modernizzazione degli impianti esistenti, il governo marocchino fa affidamento su risorse idriche non convenzionali per migliorare l'approvvigionamento di acqua potabile del Marocco. Questi includono la desalinizzazione dell'acqua di mare e l'uso delle acque reflue trattate per l'irrigazione.

85

 

Se hai un commento o ulteriori informazioni su questo post, condividilo con noi nella sezione commenti qui sotto

Dennis Ayemba
Editor di paesi / caratteristiche, Kenya

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome