CasaNewsAggiornamenti del progetto Lago Gwayi-Shangani, Zimbabwe

Aggiornamenti del progetto Lago Gwayi-Shangani, Zimbabwe

Il progetto Dubai World Islands
Il progetto Dubai World Islands

La proposta di progetto della centrale idroelettrica da 10 MW del lago Gwayi-Shangani è in corso di realizzazione da parte del Autorità nazionale per l'acqua dello Zimbabwe (ZINWA) e il Autorità per l'approvvigionamento energetico dello Zimbabwe (ZESA) dovrebbero essere completati questo mese.

Il progetto, che comprende anche l'infrastruttura di trasmissione dell'elettricità associata e un impianto di trattamento con la capacità di produrre 220 Mega litri al giorno, sarà situato presso il prossimo Lago Gwayi-Shangani. Quest'ultimo fa parte del National Matabeleland Zambezi Water Project (NMZWP) che dovrebbe offrire una soluzione idrica permanente per Bulawayo e l'area del Matabeleland una volta completata.

Ricerca di progetti di costruzione
  • Regione / Paese

  • Sector

Segnalato in precedenza

Luglio 2014

Costruzione della diga di Gwayi-Shangani, Zimbabwe per 52 milioni di dollari

China Sunlight Africa fornirà al governo dello Zimbabwe 52 milioni di dollari da utilizzare nella costruzione della diga di Gwayi-Shangani nel Matabeleland.

Secondo Charles Mugari, vicedirettore generale di China Africa Sunlight Energy, 104 USD saranno utilizzati per la costruzione di una rete elettrica da collegare alla rete nazionale e 1 miliardo di USD sarà utilizzato per la costruzione di una centrale elettrica.

L'azienda ha inoltre ottenuto un certificato di valutazione dell'impatto ambientale (VIA) dall'Agenzia per la gestione ambientale (EMA) per la costruzione della centrale elettrica di Gwayi.

Il ministro dell'Energia e dello sviluppo energetico dello Zimbabwe ha osservato che la costruzione di una centrale elettrica aiuterà a ridurre i deficit energetici nel paese.

Al momento, la potenza prodotta dalle centrali elettriche tradizionali è di 1,500 MW, ma gli utenti finali necessitano fino a 2,000 MW al giorno. Lo Zimbabwe è in grado di produrre questa quantità dato che dispone di risorse di gas termico, idroelettrico, solare e metano.

Al momento sono in corso cinque progetti idroelettrici: Gaerezi, Ruti, Nyamhingura, Chipendeke e Pungwe, e dovrebbero essere tutti completati entro il 2015.

La costruzione della diga di Gwayi-Shangani aiuterà a fornire acqua alla centrale elettrica da 300 MW in costruzione da parte di China Sunlight Africa presso la miniera di carbone di Gwayi.

La centrale dovrebbe essere completata entro il 2016.

Luglio 2017

Lo Zimbabwe utilizza 5 milioni di dollari per il progetto della diga di Gwayi Shangani

L'appaltatore cinese incaricato della costruzione del Gwayi La diga di Shangani nella provincia settentrionale di Matabeleland ha ripreso i lavori all'inizio di questa settimana dopo che il Tesoro ha utilizzato 5 milioni di dollari per il progetto.

Questo a seguito della sospensione dei lavori da parte dell'appaltatore in quattro anni fa per mancanza di fondi.

La responsabile delle pubbliche relazioni di Zinwa, la signora Marjory Munyonga, ha detto che la China Water and Electric Corporation era tornata sul posto e stava già macinando pietre per opere in cemento.
La signora Munyonga ha detto di più risorse sarà utilizzato come scelto dal progetto.

Gwayi-Shangani, che sarà il terzo bacino idrico dello Zimbabwe dopo Tokwe-Mukosi e il lago Mutirikwi, è una componente importante del National Matabeleland Zambezi Water Project, considerato la soluzione a lungo termine alle sfide idriche di Bulawayo.

Leggi anche: La tecnologia inadeguata ostacola le energie rinnovabili in Zimbabwe

Con una capacità di 635 metri cubi d'acqua, la diga di Gwayi-Shangani sarà il più grande corpo idrico della provincia settentrionale di Matabeleland. Al termine, si prevede che la diga, che si trova alla confluenza dei fiumi Gwayi e Shangani, provocherà molte trasformazioni socioeconomiche per le comunità circostanti e altre parti della provincia settentrionale di Matabeleland, soggetta alla siccità.

La diga avrà anche la capacità di generare sei megawatt di elettricità. La ripresa dei lavori alla diga e il suo successivo completamento sono tra i parametri chiave fissati dal governo per il Cluster Infrastructure and Utility nell'ambito dell'Agenda dello Zimbabwe per la trasformazione socioeconomica sostenibile.

Sono necessari circa 90 milioni di dollari per completare il progetto della diga di Gwayi-Shangani, che dovrebbe anche promuovere le imprese agricole. Il presidente Mugabe ha recentemente commissionato il più grande corpo idrico interno dello Zimbabwe, la diga Tokwe-Mukosi a Chivi sud, che è già piena al 70% e ha una capacità di 1,8 miliardi di metri cubi.

Tokwe-Mukosi, situata nella zona meridionale di Masvingo, soggetta alla siccità, è stata finanziata dal governo per un costo di 260 milioni di dollari.

ottobre 2017

La diga Gwayi-Shangani da 120 milioni di USD sarà completata nel 2019

La diga Gwayi-Shangani, uno dei progetti nazionali nell'ambito di Zim-Asset, raggiungerà il completamento nei prossimi due anni. L'amministratore delegato della China International Water and Electric Corporation, il signor E Shangfa, ha dichiarato che prevede di iniziare la costruzione del muro della diga all'inizio del prossimo anno.

Sfide finanziarie

Ha anche sottolineato le difficoltà finanziarie come motivo del ritardo poiché hanno iniziato a lavorare 4 anni dopo la creazione. Ha inoltre aggiunto che la maggior parte del lavoro sarà svolto il prossimo anno. Il signor Shangfa ha promesso di fornire rapporti mensili sullo stato di avanzamento del progetto. Ha detto che la loro principale battuta d'arresto è stata l'indisponibilità di valuta estera per importare parti di attrezzature.

Solo quest'anno, ha detto il signor Shangfa, hanno richiesto tra gli 8 ei 12 milioni di dollari per importare attrezzature. Inoltre, lo stesso importo doveva pagare il progettista, la Yellow River Consultancy of China.

Leggi anche: Lo Zimbabwe utilizza 5 milioni di dollari per il progetto della diga di Gwayi Shangani

Il vicepresidente dello Zimbabwe Phelekezela Mphoko ha espresso i suoi sentimenti riguardo al valore della diga per lo sviluppo della regione. Ha anche affermato che, come progetto nazionale, il Presidente sta seguendo da vicino lo sviluppo. Il vicepresidente Mphoko ha anche preso atto delle sfide che l'azienda stava affrontando e ha promesso di esaminarle per garantire che il lavoro fosse completato in tempo.

La diga di Gwayi-Shangani sarà il più grande corpo idrico della provincia di Matabeleland North con una capacità di 635 milioni di metri cubi d'acqua. Al termine, la diga comporterà una trasformazione socio-economica per le comunità circostanti. La diga, che si trova alla confluenza dei fiumi Gwayi e Shangani, avrà anche la capacità di generare sei megawatt di elettricità.

Marzo 2021

Lo Zimbabwe costruirà un gasdotto per attingere l'acqua dalla diga di Gwayi-Shangani

Il governo dello Zimbabwe ha avviato la costruzione di un gasdotto che dovrebbe attingere acqua non depurata dalla diga di Gwayi-Shangani alla città di Bulawayo. Il progetto lanciato dal presidente della Repubblica dello Zimbabwe Emmerson Mnangagwa mira a pompare acqua non depurata dalla diga di Gwayi-Shangani per rifornire Bulawayo e le comunità circostanti nell'arida regione del Matabeleland.

Progetto idrico Matabeleland Zambesi (MZWP)

Lo sviluppo fa anche parte del Matabeleland Zambezi Water Project (MZWP) il cui obiettivo generale è porre fine alla carenza idrica permanente in questa arida provincia. Il progetto viene implementato in più fasi. Nella prima fase, le autorità vogliono consegnare la diga di Gwayi-Shangani. La diga è in costruzione sul fiume Zambesi nell'Hwange ed è stata affidata a China International Water and Electric Corporation (CWE), una filiale del gigante China Three Gorges Corporation (CTE).

La compagnia cinese avrebbe dovuto mettere in servizio il giacimento nel 2021. Tuttavia, i lavori sono stati ritardati a causa delle restrizioni di viaggio imposte dalle autorità al culmine della crisi sanitaria del Covid-19.

Leggi anche: canale Calueque-Oshakati lungo 150 km in Namibia in fase di riabilitazione

CWE sta costruendo una diga a gravità in cemento compattato a rulli alta 70 m e larga 305 m. La struttura, situata a circa 6 km a valle della confluenza dei fiumi Gwayi e Shangani (un affluente del fiume Zambesi), sarà in grado di immagazzinare 634 milioni di m3 di acqua. Con la revoca delle restrizioni sanitarie, CWE prevede di mettere in servizio il giacimento nel 2022.

La fase due del progetto prevede la realizzazione di una presa nella nuova diga. L'acqua grezza seguirà le nuove tubazioni, la cui posa è stata recentemente avviata dalle autorità dello Zimbabwe. Gli oleodotti porteranno acqua a Bulawayo. Il governo, al completamento del progetto, prevede di trattare quest'acqua per le famiglie e di inviare parte dell'acqua grezza per alimentare i sistemi di irrigazione nell'arida regione del Matabeleland.

Gen 2022

Il trasferimento del progetto della diga di Gwayi Shangani ha avuto un intoppo

Il previsto trasferimento di oltre 2 000 persone Lubimbi nel distretto di Binga per fare spazio alla diga di Gwayi Shangani ha messo nel limbo gli abitanti del villaggio, con notizie secondo cui il governo non aveva finanziato il trasferimento. Nakano è stata designata come l'opzione di ricollocazione preferita dalle comunità colpite. Tra il fiume Shangani e l'autostrada Victoria Falls-Bulawayo c'è la terra.

Leggi anche: I lavori di riabilitazione della diga di La Gogue sono ora completati al 97% per essere completamente completati nel 2022

I residenti sono stati invitati a sospendere le attività agricole mentre la loro regione era in preparazione per la costruzione di dighe. Secondo alcuni abitanti del villaggio, il governo ha inviato squadre di valutazione dove intendono trasferirsi. Nel novembre dello scorso anno, questa sentenza era stata emessa. La comunità è stata quindi incaricata di scegliere un sito di ricollocazione preferito, cosa che hanno fatto. Ora sono in attesa di conferme ufficiali.

Diga di Gwayi Shangani e problemi di trasferimento

Il processo di ricollocazione è stato accelerato. Non è stato menzionato un giorno o un periodo specifico. Durante la stagione agricola, gli abitanti del villaggio erano avvertiti di non coltivare le loro proprietà. Gli abitanti dei villaggi sono insoddisfatti del fatto che il bilancio nazionale per il 2022 non contenga risarcimenti per coloro che sarebbero stati sfrattati dalle loro terre ancestrali. Alcuni hanno affermato di aver sperato che il bilancio nazionale stanziasse fondi per compensare le comunità che sarebbero state ricollocate, ma che ciò non era avvenuto. Hanno affermato che si aspettano che il governo confermi il sito in cui le strade e altri edifici infrastrutturali, come scuole, serbatoi di immersione e cliniche, inizieranno sul serio.

Agli abitanti del villaggio è stato consigliato per la prima volta di lasciare l'area entro la fine del mese scorso, secondo il consigliere di Lubimbi Chrispen Mnkuli. Mnkuli ha dichiarato di aver contattato il governo in merito al problema e di aver scelto un sito di ricollocazione preferibile, ma l'atteggiamento del governo non era chiaro. Land Kabome è stato recentemente selezionato come coordinatore dello sviluppo del distretto di Binga. Il governo ha recentemente valutato il valore delle proprietà che potrebbero essere danneggiate dallo sviluppo della diga di Gwayi-Shangani a Lubimbi per risarcire le vittime. La costruzione della diga di Gwayi-Shangani è stata segnata da polemiche poiché le persone che sarebbero state ricollocate non sono state consultate sulla questione.

Gen 2022

Il governo si adopera per accelerare il progetto Lago Gwayi-Shangani

Gli appaltatori hanno iniziato a sgomberare le strade di accesso e ottenere il permesso di servitù dell'oleodotto per il gasdotto di 245 km dal lago Gwayi-Shangani a Bulawayo, che fa parte del progetto in corso sul lago Gwayi-Shangani, mentre il governo intensifica gli sforzi per garantire che l'acqua venga pompata nella città entro la fine dell'anno.

A gennaio, il governo ha aumentato il numero degli appaltatori da sei a undici per accelerare il completamento del grande progetto, dimostrando che la Seconda Repubblica è seriamente intenzionata a portare a termine progetti eccezionali. Ciascuno degli 11 appaltatori ha 21 chilometri da completare e le opere civili hanno prodotto posti di lavoro per i residenti.

Il progetto Lago Gwayi-Shangani è uno dei principali obiettivi del governo e dovrebbe concludersi quest'anno dopo aver mancato la scadenza dell'anno scorso. Il governo ha adottato il progetto nel 2012 e la Seconda Repubblica ha dedicato risorse significative a essa e ad altri in conformità con le ambizioni della Strategia di sviluppo nazionale 1 (NDS1) per Vision 2030.

Lavora al progetto Gwayi-Shangani Pipelines

Zimbabwe National Water Authority (Zinwa), il braccio esecutivo del governo, sta collaborando con gli ingegneri di China International Water and Electric Corp per costruire la diga, che avrà una capacità di 650 milioni di metri cubi. Questo fa parte del National Matabeleland Zambezi Water Project (NMZWP), che mira a fornire acqua dal fiume Zambesi a Bulawayo per alleviare permanentemente i problemi idrici della città.

Il progetto dell'oleodotto e il lago Gwayi-Shangani sono componenti significativi del NMZWP, inizialmente proposto nel 1912 ma non riuscì a prendere piede sotto i governi precedenti. Fu solo dopo l'istituzione della Seconda Repubblica, guidata dal presidente Mnangagwa, che il progetto ottenne un importante sostegno di bilancio e volontà politica, consentendogli di muoversi a una velocità maggiore.

Il presidente Mnangagwa ha detto alla gente in occasione del Giorno dell'Indipendenza al Barbourfields Stadium di Bulawayo che il tanto atteso progetto Lake Gwayi-Shangani, inizialmente concepito 100 anni fa, sarà terminato quest'anno. La diga allevierebbe definitivamente le ricorrenti difficoltà idriche della città di Bulawayo e si tradurrebbe in una fiorente industria agricola nel Matabeleland North per soddisfare le richieste della provincia e catapultare la produzione guidata dalle esportazioni, sfruttando le cascate Victoria e gli aeroporti di Hwange.

Il mese scorso, il presidente ha visitato il cantiere del lago Gwayi-Shangani ed ha espresso soddisfazione per i progressi compiuti nell'imponente progetto idrico. Dopo il viaggio, ha espresso fiducia che entro dicembre Bulawayo prenderà l'acqua dal lago Gwayi-Shangani secondo orari stabiliti.

I progressi fatti finora e i benefici attesi dalla diga

Il muro della diga sulla sponda del fiume è attualmente alto 19.35 metri, con un avanzamento complessivo superiore al 61%. La sig.ra Marjorie Munyonga, responsabile delle comunicazioni aziendali e del marketing di Zinwa, ha affermato che le attuali operazioni nell'ambito del progetto Lake Gwayi-Shangani implicano la posa di cemento sul muro della diga, con personale in loco che lavora XNUMX ore su XNUMX.

La sig.ra Munyonga ha affermato che otto degli 11 appaltatori che lavorano al gasdotto sono già stati assunti. Ha affermato che i restanti sarebbero presto stati trasferiti nelle posizioni designate. Ingegneri Mamoford, Masimba Holdings Limited, Contratti fossili, Conduit Investimenti, ESOR Edilizia, Ingegneria Grindale, Redan-Orca-Sesani, Great Dyke movimento terra, Mark Bokano JV, Consorzio Karna, Tecnoespertoe Catena di approvvigionamento latmak sono tra gli 11 subappaltatori.

Ci saranno più di 10,000 ettari di terreno irriguo, con almeno 200 ettari per ogni stazione di pompaggio, che saranno co-gestiti da Arda a beneficio della comunità, contribuendo allo sviluppo rurale e facilitando il raggiungimento della Vision 2030. Saranno anche iniziative di pesca essere lanciato lungo il percorso per aiutare la popolazione locale.

Secondo il piano di costruzione della diga, sul sito della diga sarebbe stata eretta una centrale idroelettrica da 10 MW, a beneficio delle scuole e delle città vicine. Il muro della diga sarà alto 72 metri. Il lago Gwayi-Shangani sarà il terzo corpo idrico interno più grande del paese, dietro Tugwi-Mukosi e il lago Mutirikwi, entrambi a Masvingo.

Se stai lavorando a un progetto e vorresti che fosse presente nel nostro blog. Saremo felici di farlo. Inviaci immagini e un articolo descrittivo a [email protected]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome