CasaNewsRiprendono le approvazioni dei piani edilizi in Kenya

Riprendono le approvazioni dei piani edilizi in Kenya

Le approvazioni dei piani di costruzione in Kenya dovrebbero riprendere a seguito del ripristino del sistema di applicazione dei piani di sviluppo dell'e-edilizia. Il Servizi metropolitani di Nairobi (NMS) il direttore generale Mohammed Badi ha spiegato che il sito è stato sospeso dalla fine del mese scorso a causa di una violazione del sistema di candidatura online.

“Come NMS abbiamo sospeso il sistema per sigillare la scappatoia che gli hacker stavano usando per fare approvazioni illegali. Abbiamo quindi chiamato esperti di tecnologia del Ministero delle TIC e ci sono volute quasi due settimane per correggere il sistema", ha affermato il generale Badi.

Il sistema "QR code system" fa parte del sistema di permessi di costruzione elettronici utilizzato per l'applicazione di piani di costruzione e permessi di costruzione. Fornisce l'identificazione elettronica univoca di tutti i piani architettonici e strutturali approvati, eliminando la necessità per gli sviluppatori di proprietà di presentare copie cartacee dei piani di sviluppo per la timbratura fisica come segno di approvazione finale.

Leggi anche: Il Kenya stanzia 5 milioni di dollari per il completamento di Mitihani House

Causa del problema

Il sistema che era di proprietà del governo della contea di Nairobi è stato sponsorizzato da Banca Mondiale quasi quattro anni fa. Almeno 18 edifici illegali sono stati approvati all'inizio di questo mese dopo che il sistema di approvazione dei piani di sviluppo online è stato violato. Il maggiore generale ha criticato l'hacking dicendo che è stato causato dal mancato aggiornamento del sistema di e-construction negli ultimi quattro anni, che di conseguenza ha creato scappatoie.

“Purtroppo dopo il periodo di grazia di un anno per la consegna alla contea, il contratto di manutenzione da parte dell'appaltatore della Banca mondiale è cessato e la contea avrebbe dovuto rilevarlo e aggiornarlo. Quel sistema non è stato aggiornato negli ultimi quattro anni”, ha affermato Badi.

“Posso dire che questi hacker non sono davvero degli estranei, ma personale della contea in pensione poiché alcuni avevano i codici di sistema. È un peccato che i residenti disperati della città siano finiti nelle mani di questi trafficanti conniventi e abbiano ottenuto approvazioni illegali", ha aggiunto.

86

Se hai un commento o ulteriori informazioni su questo post, condividilo con noi nella sezione commenti qui sotto

Dennis Ayemba
Editor di paesi / caratteristiche, Kenya

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome