Home settore Energia L'Ungheria dà il via libera al progetto Paks 2.

L'Ungheria dà il via libera al progetto Paks 2.

Durante l'iniziativa Autorità di regolamentazione ungherese per l'energia e i servizi pubblici (MEKH) ha dato il via libera ad Atomerőmű Zrt's per portare avanti il ​​progetto Paks 2 che prevede la costruzione di due reattori VVER-1200 nel sito della centrale nucleare di Paks. Dopo aver esaminato il contenuto della domanda per assicurarsi che sia conforme alla legislazione pertinente, MEKH ha annunciato la sua decisione di rilasciare un permesso di costruzione per lo stabilimento Paks II. MEKH ha dichiarato nel prendere la sua decisione di aver preso in considerazione la sicurezza dell'approvvigionamento della rete elettrica. Ha rilevato che le procedure relative alla sicurezza della tecnologia nucleare sono condotte dall'HAEA.

Leggi anche: La Corea del Sud è di pochi centimetri più vicina alle centrali nucleari galleggianti.

L'impianto esistente di Paks, che si trova 100 km a sud di Budapest, comprende quattro reattori ad acqua pressurizzata VVER-440 forniti dalla Russia, avviati tra il 1982 e il 1987. Russia e Ungheria hanno firmato un accordo intergovernativo all'inizio del 2014 per le imprese russe e le loro subappaltatori internazionali per fornire due reattori VVER-1200 a Paks, compreso un prestito statale russo fino a 11.2 miliardi di dollari per finanziare l'80% del progetto, noto come Paks 2. Groundworks al progetto Paks 2 in Ungheria può iniziare quindi all'inizio del 2021, dopo aver ottenuto una licenza per la preparazione del cantiere. La società di progetto dovrebbe ricevere la licenza per la costruzione dell'edificio principale nel settembre 2021, dopodiché potrebbero iniziare i lavori di costruzione.

La centrale nucleare di 2GW Paks contribuisce per oltre il 50% alla produzione totale di energia domestica e rappresenta circa un terzo del consumo totale di elettricità nel paese. In base alla legislazione nucleare ungherese, le domande di licenza edilizia per determinate attività di preparazione del sito possono essere presentate non prima di tre mesi dalla presentazione della domanda di licenza di costruzione. Questi permessi coprono attività quali lavori di fondazione, scavo della fossa di fondazione, costruzione di muri di liquami, nonché la produzione di articoli a piombo lungo, come il recipiente a pressione del reattore.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome