CasaCome eseguire prove di pressione sul campo prive di errori su tubazioni in PVC

Come eseguire prove di pressione sul campo prive di errori su tubazioni in PVC

I test di pressione sul campo delle condutture in PVC si sono dimostrati una questione controversa in Sud Africa, con la consulenza di ingegneri e installatori che spesso hanno interpretazioni diverse di come dovrebbero essere condotti i test. DPI Plastics ha sviluppato una guida pratica sui test di pressione sul campo per garantire che l'integrità di una tubazione non sia compromessa di conseguenza.

Leggi anche: Fattori da considerare quando si cercano tubi e raccordi in HDPE

Ricerca di progetti di costruzione
  • Regione / Paese

  • Sector

I moderni tubi di plastica sono prodotti in condizioni controllate e il regime di test presso l'impianto di produzione include test di pressione idrostatica di tubi e giunti. Ciò garantisce che siano in grado di soddisfare i requisiti minimi di prestazione. Quando il tubo viene posato in loco, tuttavia, i tubi vengono uniti fuori dal controllo del produttore del tubo.

Il test di pressione sul campo viene quindi utilizzato per testare l'integrità dei giunti dei tubi che sono stati completati in loco. Questo test è coperto dal SANS 2001: DP2 - Standard per condotte a media pressione. Renier Snyman, product manager di DPI Plastics, osserva che, sebbene lo standard tenti di stabilire le regole in modo completo, è spesso interpretato male o frainteso. "I parametri del test più comunemente interpretati erroneamente sono la pressione, la durata e la lunghezza", spiega.

Snyman sottolinea che è importante controllare le condizioni delle apparecchiature di prova come tappi terminali, tubi flessibili e macchina per prove di pressione prima di iniziare il test. “Se l'attrezzatura perde, il test sarà compromesso. La taratura dell'attrezzatura di prova, in particolare dei manometri, dovrebbe essere controllata. Manometri imprecisi non solo comprometteranno l'integrità del test, ma potrebbero portare a un'eccessiva pressurizzazione e al conseguente danneggiamento della tubazione. "

Tutti i tubi richiedono grandi volumi di acqua per condurre un test di pressione sul campo e Snyman consiglia di eseguire un controllo per garantire che ci sia acqua sufficiente disponibile sul sito prima dell'inizio del test. "Inoltre, qualsiasi lavoro concreto, come i blocchi di spinta, dovrebbe avere tempo sufficiente per raggiungere la piena forza prima del test, al fine di preservarne l'integrità".

I tappi terminali temporanei montati a scopo di prova devono essere frenati dal movimento del carico finale sotto pressione. “È importante tenere a mente che le forze del carico finale sono elevate e che i vincoli per le testate devono essere in grado di resistere a queste forze. Ad esempio, un tubo in PVC classe 500 da 12 mm sottoposto a una pressione di 18 bar genera un carico finale di circa 18 tonnellate direttamente sulle testate.

Secondo Snyman, i tubi devono anche essere adeguatamente riempiti per evitare che si sollevino dalla trincea durante i test. "Tuttavia, è importante mantenere le articolazioni esposte, poiché l'ispezione delle perdite sarà molto più semplice e rapida", continua.

Determinazione della lunghezza del test

Talvolta le condutture possono essere lunghe diversi chilometri ed è quindi utile testare le condutture in sezioni. “Questo metodo è più accurato e richiede meno tempo per ispezionare le articolazioni. Richiede anche meno acqua per ogni test ed è più veloce per riempire la linea. Se si verifica un problema, anche questo verrà notato prima e potrà essere risolto prima che vengano posati chilometri di gasdotto ", sottolinea Snyman.

Requisiti per determinare la pressione di prova

Il motivo per eseguire il test di pressione è stabilire che la tubazione non perda. La pressione di prova viene aumentata al di sopra della pressione di esercizio della tubazione per consentire alla tubazione di stabilizzarsi sotto quella pressione e per evidenziare eventuali perdite che altrimenti si svilupperebbero solo dopo un po 'di tempo sotto pressione. Con questo in mente, i seguenti requisiti per la pressione di prova sono stabiliti in SANS 2001: DP 2.

Primo requisito: la pressione di prova deve essere 1.5 volte la pressione di esercizio della tubazione, fino a un massimo di 10 bar. Oltre i 10 bar, la pressione di prova deve essere la pressione di esercizio della tubazione più 5 bar. Il requisito si riferisce alla pressione di esercizio della tubazione, ovvero la pressione alla quale funzionerà la tubazione. Non si riferisce alla classe di pressione del tubo.

Tutti i tubi richiedono grandi volumi d'acqua per eseguire un test di pressione sul campo
Tutti i tubi richiedono grandi volumi d'acqua per eseguire un test di pressione sul campo

Per esempio; una tubazione con una pressione di esercizio di 16 bar deve essere testata a 21 bar (16 bar + 5 bar). Snyman osserva che spesso si commette l'errore di testare a 1.5 volte la pressione di esercizio, indipendentemente dal fatto che la pressione di esercizio sia superiore a 10 bar o meno. "In questo caso, la differenza tra la pressione corretta sopra e una pressione di esercizio 1.5 volte (24 bar) è 3 bar."

Secondo requisito: la pressione di prova deve essere compresa tra 1.25 e 1.5 volte la pressione di esercizio in qualsiasi punto della tubazione. Questo requisito tiene conto della variazione della pressione di prova. A causa delle differenze di prevalenza statica nella sezione di prova, consente alla pressione di prova di variare tra 1.25 e 1.5 volte la pressione di esercizio in qualsiasi punto lungo la sezione di prova.

Procedura di prova

Una volta che la sezione della tubazione è pronta per il test e le estremità sono state sigillate e fissate, Snyman afferma che è consigliabile riempire la linea lentamente, per garantire che l'aria non venga intrappolata durante la procedura di riempimento. “È anche preferibile riempire la tubazione dal basso per espellere l'aria nella parte superiore della tubazione. Si dovrebbe anche lasciare aperto uno sfiato nella parte superiore della tubazione per consentire la fuoriuscita dell'aria.

Se si riempie la tubazione dal punto più alto, Snyman consiglia di lasciare un tempo sufficiente affinché l'aria si stabilizzi verso l'alto prima di iniziare il test. “È buona norma lasciare una condotta piena per 12 ore affinché l'aria si stabilizzi nel punto più alto. L'aria deve essere rimossa prima di iniziare la prova di pressione. "

Quando si determina la pressione di prova, è importante considerare la posizione del manometro sulla tubazione. Se il manometro si trova nel punto più alto lungo la sezione di prova, si deve aggiungere la prevalenza statica (differenza di altezza verticale in metri tra il punto più basso e quello più alto) della sezione di prova alla lettura sul manometro.

Dopo aver pressurizzato lentamente la sezione di prova, è necessario controllare il movimento delle estremità di arresto e dei blocchi di spinta. Se viene rilevato un movimento, il test deve essere immediatamente interrotto per consentire la riparazione. Una volta che la tubazione ha raggiunto la pressione di prova, i giunti devono essere ispezionati per rilevare eventuali perdite. Se vengono rilevate perdite, la tubazione deve essere depressurizzata e le perdite riparate prima di riavviare il test.

Le condotte possono talvolta essere lunghe diversi chilometri, pertanto è utile testare la tubazione in sezioni
Le condotte possono talvolta essere lunghe diversi chilometri, pertanto è utile testare la tubazione in sezioni

 

“Se non sono presenti perdite visibili e la tubazione è rimasta sotto pressione di prova per la durata richiesta, chiudere la valvola di isolamento tra l'apparecchiatura di prova e la tubazione. Dopo che è trascorsa un'ora ripristinare la pressione di prova e misurare la quantità di acqua necessaria per farlo in litri. SANS 2001: DP 2 contiene equazioni, a seconda del materiale del tubo, per calcolare la quantità di acqua consentita, in litri, necessaria per ripristinare la pressione di prova nella tubazione ", afferma Snyman.

Come esempio, consideriamo una sezione di prova di un tubo in PVC-U Classe 250 da 16 mm, lungo 500 m. L'equazione per i tubi in PVC è la seguente: 0.01 x DE mm x Lunghezza di prova km x √ Pressione di prova MPa. Pertanto 0.01 x 250 x 0.5 x √2.1 = 1.811 litri. Snyman sottolinea che se sono necessari più di 1.811 litri di acqua per ripristinare la pressione di prova, il test non è riuscito e si dovrebbe trovare la perdita prima di ripetere il test.

Durata del test

Sebbene SANS 2001: DP 2 sia specifico sulla durata del test, Snyman avverte che la durata prescritta non è ben nota e spesso non viene rispettata. “Mi sono imbattuto in condutture che sono state pressurizzate e lasciate sotto pressione per 24 ore. Tali pratiche non solo annullano l'obiettivo del test di pressione sul campo, ma possono anche danneggiare i componenti nella tubazione ".

Egli rivela che la durata della prova è di tre ore per tubi di diametro nominale 400 mm e superiore, e da una a tre ore per tubi di diametro nominale inferiore a 400 mm. Durante questo tempo, la pressione all'interno del tubo deve essere mantenuta per mezzo di una pompa adatta.

Una volta scaduta la durata del test, è necessaria un'ora aggiuntiva per eseguire il test di caduta di pressione ammissibile. Se la tubazione non supera il test di pressione, la perdita deve essere localizzata, riparata e il test ripetuto. "Tutta l'aria deve essere espulsa dalla tubazione prima di ripetere il test", osserva Snyman.

Conclusione

Chiunque effettui un test di pressione sul campo deve ispezionare preventivamente l'apparecchiatura di prova per assicurarsi che sia calibrata e priva di perdite. Quando si pressurizza la tubazione, si dovrebbe tener conto della posizione del manometro e di qualsiasi prevalenza statica che possa aumentare la pressione di prova.

“È molto importante garantire che tutta l'aria venga rimossa dalla tubazione prima della pressurizzazione e pressurizzare lentamente la tubazione. Se viene seguita la procedura di test corretta, si possono essere certi di risultati accurati e di lunga durata dalla pipeline ", conclude Snyman.

Informazioni sulla plastica DPI

DPI Plastics (Pty) Ltd è un produttore leader di sistemi di raccordi e tubi di reticolazione dell'acqua e di drenaggio in PVC e HDPE con due stabilimenti sudafricani certificati ISO 9001 con sede a Johannesburg e Cape Town.

Fonte: www.dpiplastics.co.za

Se hai un commento o ulteriori informazioni su questo post, condividilo con noi nella sezione commenti qui sotto

2 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome