CasaConoscenzagestioneImportanza della robotica e della tecnologia di automazione durante le pandemie come Covid-19

Importanza della robotica e della tecnologia di automazione durante le pandemie come Covid-19

Il contagio di COVID-19 ha attraversato la vita di persone in tutto il mondo, ha sconvolto tutti i settori e ha portato l'economia mondiale a una battuta d'arresto. Alcuni analisti prevedono che l'impatto della pandemia potrebbe essere devastante quanto la Grande Depressione, che durò dal 1929 al 1933. Mentre il mondo si muove verso un domani diverso, le soluzioni orientate al futuro non saranno solo un'opzione per le industrie ma una necessità assoluta. La robotica e la tecnologia di automazione stanno già giocando un ruolo fondamentale nel settore sanitario - dall'uso di test di laboratorio automatizzati ai disinfettatori autonomi utilizzati negli ospedali - ma stanno per estendersi ulteriormente in altri settori più velocemente di quanto chiunque avrebbe potuto prevedere.

"L'industria automobilistica è sempre stata strettamente legata alla robotica ed è improbabile che questo cambi", afferma Kurt Rosenberg, amministratore delegato di YASKAWA Africa meridionale.

Ricerca di progetti di costruzione
  • Regione / Paese

  • Sector

“I mercati dei beni di consumo (FMCG) e dei prodotti alimentari in rapida evoluzione, tuttavia, dovrebbero vedere un aumento e l'accettazione nell'uso di robot e tecnologie di automazione. Ciò è in gran parte dovuto all'elemento di "contatto", poiché i responsabili della salute e della sicurezza saranno ancora più preoccupati per la pulizia, la sanificazione e l'igiene nei processi di produzione, manipolazione e distribuzione delle merci e nelle fabbriche.

Considerando che COVID-19 può sopravvivere su determinate superfici, sarà necessario attuare misure per proteggere le aziende dal futuro da potenziali focolai. Ed è qui che la robotica potrebbe entrare in gioco per ridurre il contatto e la contaminazione incrociata ".

Sebbene molte industrie abbiano istituito standard e pratiche igieniche rigorose per le operazioni, sono anche molto consapevoli dell'elemento umano. Tutto ciò che serve è un errore e il rischio di infezione è catastrofico. Ci sono già stati diversi casi di alto profilo in cui servizi essenziali, come ospedali e fabbriche, hanno dovuto chiudere temporaneamente i battenti perché il loro personale era stato infettato dal virus.

Che si tratti di automazione parziale o totale, esistono soluzioni flessibili che consentono l'integrazione intelligente, la visualizzazione dei sistemi in tempo reale e l'evoluzione industriale attraverso l'innovazione tecnologica. Non solo queste soluzioni aumentano la produttività complessiva ei processi dei sistemi, ma c'è anche la capacità di migliorare gli standard e la qualità sia dell'impianto di produzione che dei prodotti.

Leggi anche: Soluzioni per il ritorno alla conformità sul posto di lavoro - COVID-19

Considerando le attuali restrizioni del numero di dipendenti autorizzati a tornare al lavoro e la necessità di allontanamento sociale, le industrie che hanno abbracciato la robotica e la tecnologia di automazione sono meglio preparate ad affrontare gli effetti collaterali della pandemia. Dalla stabilità e affidabilità di una produzione snella (nonostante un minor numero di dipendenti a disposizione) a rigorosi standard di salute e sicurezza, una forza lavoro robotizzata è in grado di svolgere le normali attività anche in tempi insoliti.

Rosenberg crede che una forza lavoro alimentata da robot sia la via del futuro, sia a livello locale che internazionale. Sebbene abbia assistito a una significativa diffusione della tecnologia robotica in Sud Africa, ci sono segnali positivi che crescerà negli anni a venire man mano che le aziende provvederanno a questo tipo di progressi.

Allo stesso tempo, c'è il timore che i robot prendano il posto degli esseri umani sul posto di lavoro, da qui la riluttanza ad abbracciare la tecnologia. Andrew Crackett, National Sales Manager di YASKAWA Southern Africa, ritiene che in realtà offra maggiori opportunità sia alle organizzazioni che ai dipendenti.

"Abbiamo implementato diversi progetti presso organizzazioni ad alta intensità di lavoro per semplificare le operazioni", afferma Crackett. “Invece di vedere una riduzione del personale, abbiamo effettivamente assistito al riassegnazione dei dipendenti ad altre aree o a nuove posizioni. Liberando risorse, è possibile aumentare le competenze e ridistribuire, migliorando al contempo il processo complessivo e influenzando positivamente l'organizzazione. I robot avranno ancora bisogno di garanzia della qualità, operatori e personale di supporto, ad esempio. "

Sebbene il caos causato da COVID-19 non possa essere sottovalutato, ha anche spinto le industrie a pensare al futuro e pianificare meglio. Una forza lavoro robotizzata potrebbe non sembrare più uscita da un film di fantascienza, ma un requisito necessario per qualsiasi azienda per sopravvivere di fronte al disastro.

Se hai un commento o ulteriori informazioni su questo post, condividilo con noi nella sezione commenti qui sotto

Dennis Ayemba
Editor di paesi / caratteristiche, Kenya

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome