CasaConoscenzacalcestruzzoInstallazione di un impianto di betonaggio in Africa

Installazione di un impianto di betonaggio in Africa

Il rapido sviluppo delle infrastrutture in Africa, che porta un grande boom alle industrie delle costruzioni, ha portato all'installazione di numerosi impianti di betonaggio oggi molto diffusi. Secondo Murat Bozdag, un partner aziendale di Bozdag Engineering in Turchia, è un dato di fatto che la creazione di infrastrutture come l'alloggio, la strada, l'energia e l'acqua che contribuiscono a stimolare lo sviluppo nei paesi in via di sviluppo richiede una materia prima molto importante che sia concreta. Pertanto, il mercato africano ha un enorme potenziale per diversi tipi di impianti di betonaggio; stazionario e mobile.

Spiega inoltre che, gli impianti di betonaggio a secco che non dispongono di betoniera aumentano quindi l'omogeneità del calcestruzzo, fino a poco tempo fa erano stati preferiti nel settore del calcestruzzo preconfezionato africano. Tuttavia, a causa del miglioramento del mix e della resistenza del calcestruzzo, anche gli impianti di betonaggio di tipo bagnato hanno accelerato.

Ricerca di progetti di costruzione
  • Regione / Paese

  • Sector

"Gli impianti di betonaggio di tipo bagnato hanno capacità diverse di betoniere. La capacità del betoniera conferisce anche la capacità dell'impianto di betonaggio. La betoniera è prodotta come 1 m3 - 2 m3 - 3 m3- 4 m3 - 4,5 m3 - 5 m3 - 6 m3 capacità di calcestruzzo compattato. Il modo in cui i produttori di calcestruzzo selezionano la capacità di produzione degli impianti dipende dal progetto. Ad esempio, un produttore di calcestruzzo ha scelto 100 m3 / h impianto di betonaggio capacitato con un miscelatore twinshaft 2 m3 calcestruzzo compattato per un lavoro temporaneo che ha coinvolto l'infrastruttura abitativa in Marocco; 180 m3 / h impianto di dosaggio stazionario capacitato con miscelatore twinshaft 4,5 m3 calcestruzzo compattato è stato preferito a un progetto autostradale in Algeria ", aggiunge.

Gli impatti ambientali significativi del funzionamento di un impianto di betonaggio sono quindi una preoccupazione, è necessaria una valutazione ambientale approfondita per identificare e affrontare tali impatti prima della costruzione e del funzionamento delle strutture dell'impianto di dosaggio.

Buffer Distance Requirement

Il proponente dell'impianto di betonaggio permanente determinerà la zona di impatto primaria dell'impianto e stabilirà una zona cuscinetto sicura intorno alle strutture dell'impianto. L'uso di zone cuscinetto attorno agli stabilimenti di produzione di lotti è uno degli approcci per ridurre al minimo i suoi impatti ambientali immediati e negativi in ​​aree sensibili quali aree residenziali, istituzionali e pubbliche a causa delle emissioni di polveri e dell'inquinamento acustico.

La zona tampone richiesta per l'impianto di betonaggio temporaneo non deve essere inferiore ai metri 500 da aree sensibili come le zone residenziali più vicine, le zone istituzionali e le aree abitate. Tuttavia, va notato che la distanza del buffer si basa sul presupposto che vengano utilizzate anche buone tecnologie di controllo dell'inquinamento e che vengano implementate le migliori pratiche. Un impianto di betonaggio concreto con impianti di controllo dell'inquinamento atmosferico inefficiente richiederebbe una distanza tampone più ampia soggetta alla valutazione del rapporto VIA relativo al progetto.

Le zone cuscinetto non dovrebbero essere considerate come un mezzo di controllo primario, ma come mezzo per fornire un'ulteriore protezione in caso di emissioni involontarie o accidentali.

Leggi anche: Gli impianti di produzione umidi forniscono calcestruzzo di qualità a costi operativi ridotti

Emissione di polveri dalle superfici di un recinto di piante pavimentate

I depositi di polvere sulle superfici pavimentate possono essere lanciati in aria dal vento o dai movimenti del veicolo. Le emissioni di polvere dalle superfici pavimentate possono essere ridotte al minimo attraverso l'uso delle seguenti misure:

  • Il movimento e la manipolazione di materiali fini dovrebbero essere controllati per evitare fuoriuscite su superfici pavimentate.
  • Ridurre al minimo il deposito di fango e polvere dalle aree non asfaltate pulendo i camion prima di lasciare il cantiere della fabbrica appositamente per le sue ruote mediante l'uso di impianti di lavaggio delle ruote. Gli impianti di lavaggio delle ruote devono essere installati al cancello principale.
  • Pulizia regolare delle superfici pavimentate, utilizzando una spazzatrice mobile o un sistema di lavaggio ad acqua.
  • Osservare i controlli di velocità sui movimenti del veicolo nel piazzale dell'impianto a 10-15 km / h.
Emissioni di polveri dall'iarda di piante non cotte

Le emissioni di polvere da superfici non pavimentate sono causate dagli stessi fattori delle superfici pavimentate, ma le emissioni potenziali sono generalmente molto maggiori. Le emissioni di polvere possono essere controllate utilizzando le seguenti procedure:

  • Durante i periodi di vento secco, è necessario applicare la soppressione a umido delle aree non asfaltate, utilizzando un carrello d'acqua e / o irrigatori fissi. Come guida generale, il fabbisogno idrico tipico è almeno fino a 1 litri per metro quadrato all'ora. È importante verificare che i rifornimenti idrici disponibili e le attrezzature per l'applicazione siano in grado di soddisfare questo requisito. Le acque reflue non trattate generate dalle attività della pianta non devono essere utilizzate per soppressione di umidità. Allo stesso modo, le acque reflue trattate per la soppressione della polvere dovrebbero essere utilizzate solo dopo aver ottenuto il permesso dal Dipartimento Ambiente.
  • Miglioramenti di superficie Questi includono pavimentazione in cemento o asfalto o l'aggiunta di ghiaia alla superficie. La pavimentazione può essere molto efficace ma è costosa e inadatta alle superfici utilizzate da veicoli molto pesanti o soggette a fuoriuscite di materiale durante il trasporto. Inoltre, le misure di controllo della polvere di solito sono ancora richieste sulle superfici pavimentate. L'uso della ghiaia può essere moderatamente efficace, ma di solito sono necessarie aggiunte ripetute.
  • Controlli di velocità Osservare i limiti di velocità dei movimenti del veicolo nel piazzale dell'impianto a 10-15 km / h
Attività di carico / scarico dei materiali

Le attività di carico / scarico e il trasferimento di materiali fini da un posto a un altro in un impianto di betonaggio sono una fonte importante di emissioni di polveri incontrollate. I materiali fini prelevati dalla pala dalle scorte e trasferiti nelle baie di carico sono potenziali fonti di polvere, sia attraverso il trascinamento del vento che fuoriuscite. Le emissioni di polvere dovute a tali attività possono essere ridotte al minimo con i seguenti controlli:

  • Limitare le dimensioni del carico per evitare fuoriuscite.
  • Riduzione al minimo delle distanze di viaggio attraverso il layout e il design del sito appropriato.
  • Riduzione al minimo delle altezze di caduta nei punti di trasferimento.
  • Ridurre al minimo la dispersione di polvere fornendo un'area speciale (coperta) per il processo di carico / scarico.
Gestione materiali / stoccaggio (gestione scorte)

Il materiale fine immagazzinato in scorte può essere soggetto a ritenzione di polvere a venti superiori a circa 5 m / sec (nodi 10).

Gli aggregati con 5mm o di dimensioni inferiori devono essere conservati in aree completamente chiuse. Le emissioni di polvere possono anche verificarsi quando il materiale viene fatto cadere sulla scorta da un trasportatore. Le opzioni per il controllo della polvere possono includere quanto segue:

  • Soppressione umida con sprinkler.
  • Deposito coperto di materiali fini, allegare scorte almeno sui lati superiore e 3 e installare una tenda flessibile per coprire i lati di ingresso delle scorte.
  • Limitare l'altezza e la pendenza delle scorte può ridurre il trascinamento del vento. Una riserva poco profonda piatta sarà soggetta a meno turbolenze del vento rispetto a una con una forma conica alta. L'angolo di scorta non deve superare il massimo di 40 in qualsiasi condizione.
  • Limitazione delle altezze di caduta dai nastri trasportatori.
  • Uso di interruzioni di vento. La velocità del vento vicino alla superficie del mucchio è il fattore principale che influenza l'assorbimento delle particelle dalle scorte. Sebbene un frangivento ampio e solido sia la configurazione più efficace, considerazioni estetiche ed economiche possono precludere quella di essere appropriata.

Un paravento poroso 50% è efficace quasi quanto un muro solido nel ridurre la velocità del vento su gran parte del palo, quando è costruito secondo le seguenti specifiche: ??

  • Altezza pari all'altezza del palo;
  • Lunghezza pari alla lunghezza del pelo alla base; e
  • Situato a una distanza di una altezza di pila dalla base della pila.

Secondo il Sig. Alessio Nannini CEO di Kimera, un produttore di sistemi di dosaggio mobili in Italia, il miglior consiglio per un'azienda edile che è alla ricerca di un impianto di betonaggio concreto è scegliere un'unità in grado di soddisfare le diverse esigenze per ottimizzare il proprio investimento.

"Scegli un mixer in grado di produrre diversi design di mix per consentire al cliente di essere totalmente indipendente dai fornitori esterni e ridurre i tempi di fermo, ad esempio a causa di ritardi nella consegna", ha dichiarato Alessio Nannini.

Gli impianti di produzione di calcestruzzo Kimera si distinguono dalla concorrenza per le loro caratteristiche uniche di mobilità, versatilità e precisione. Tutti i sistemi Kimera possono essere installati su camion, rimorchi e semirimorchi e sono dotati di un avanzato sistema di gestione elettronica e di un sofisticato sistema di pesatura che consente un monitoraggio costante dei dosaggi e la possibilità di ripetere la ricetta.

Installazione di un impianto di betonaggio in Africa
Ricezione di nuove tendenze tecnologiche

Il potenziale degli impianti di betonaggio in Africa ha dato origine all'introduzione nel mercato di nuove tecnologie che mirano a migliorare il processo di produzione del calcestruzzo e la qualità del calcestruzzo stesso. Nonostante i progressi compiuti negli ultimi 10 anni, l'Africa continua a seguire altri continenti per quanto riguarda la tecnologia, con solo poche aziende che si esibiscono a un livello superiore.

Tuttavia, con la necessità di aumentare il calcestruzzo in Africa, il sig. Jigar Patel di Venus Industries in India afferma che, c'è stata una grande richiesta di impianti di betonaggio di dimensioni ridotte e di dimensioni medie nei paesi africani, poiché ora le persone sono ben consapevoli dei vantaggi di avere un impianto di betonaggio in loco e l'importanza di un mix di qualità.

Secondo Serkan Ozkan l'ingegnere meccanico di Impianti di betonaggio di Elkon in Turchia, il mercato africano è stato abbastanza positivo per quanto riguarda la ricezione di nuove tecnologie. "Abbiamo recentemente introdotto sul mercato l'impianto di betonaggio in loco ELKON Mix Master-30. Si tratta di impianti di betonaggio mobili ultra mobili; tutti i componenti dell'impianto di betonaggio in loco, compresi i contenitori di stoccaggio aggregati, miscelatore planetario / planetario, cemento, acqua e tramogge di additivi, pompa dell'acqua, pannello di controllo e scheda di potenza sono installati su un unico telaio del rimorchio dotato di asse e pneumatici, "Dice il signor Ozkan.

"Inoltre, in loco le centrali di betonaggio stanno diventando così famose in Africa in quanto sono impianti molto semplici da utilizzare e in quanto consentono ai clienti di realizzare la loro produzione di calcestruzzo in loco. Perché l'impianto è completamente mobile e non richiede alcuna installazione. Pertanto, può essere persino rimorchiato da un veicolo terrestre sopra i siti di lavoro dell'utente e il furgone dell'impianto può essere pronto per la produzione di calcestruzzo entro meno di un'ora ", ha aggiunto Aybike Düşünmez, ingegnere meccanico presso Elkon.

ELKON produce e vende circa 300 stabilimenti di produzione annua in Africa. Le società che includono Dangote, Lafarge, Group 5, WBHO utilizzano tutte le apparecchiature ELKON.

Bill Fleming di Mercato globale delle macchine con sede negli Stati Uniti, vede i prodotti in pietra da rivestimento in calcestruzzo, il mercato delle pietre per pavimentazione e il prodotto del paesaggio come una continua crescita nel mercato del calcestruzzo. L'azienda ha sviluppato sistemi automatici di smontaggio per la produzione di pietre per impiallacciatura, che tradizionalmente dovevano essere eseguite a mano. Anche lo sviluppo di avere sistemi totalmente automatici che consentono a prodotti in calcestruzzo, come pavimentazioni e prodotti hard, di avere più colori miscelati nello stesso prodotto! Questi sviluppi hanno portato a una svolta tecnologica nel settore.

Dustin Strever Direttore di Shotcrete Africa SCP commenta che Wet Shotcrete è un settore in crescita con migliori progetti di miscelazione che consentono un calcestruzzo più forte "adatto allo scopo" e aiutano a pompare a distanze maggiori. Il calcestruzzo decorativo sta anche emergendo come un modo efficiente per sostituire il costo aggiuntivo della piastrellatura, ecc.

Aggiunge inoltre che anche le pompe idrauliche più grandi come le pompe REED sono in rapida crescita sul mercato, poiché sono costruite con i migliori componenti che si traducono in parti di usura di lunga durata e facile manutenzione che mantengono la pompa in funzione.

Le sfide

Nel complesso, il calcestruzzo preconfezionato è un business relativamente nuovo in Africa, creando così l'opportunità di creare strutture e design moderni, prima inauditi per affrontare il mercato africano e cogliere le opportunità che questo mercato in crescita sta già offrendo; questo è secondo Richard Isaacson di Gruppo Iwi dagli Stati Uniti.

Tuttavia, questa opportunità è arrivata anche con le sue sfide come Mr. Rob Haynes di ECEM in Sud Africa spiega. "Il trasporto di attrezzature pesanti verso il sito non è sempre facile con l'infrastruttura stradale per le aree remote e alcuni paesi hanno ampie restrizioni di carico per il trasporto di merci pesanti / larghe che significa ridimensionamento. Inoltre, lo stabilimento del sito non è sempre all'altezza degli standard, le scorciatoie creano grossi problemi quando si incontra la stagione delle piogge; e anche alcune aree e paesi non hanno grandi quantità di polvere di cemento, rendendo il cemento più costoso e creando un ambiente malsano ", afferma.

Inoltre, per quanto riguarda la conoscenza delle attrezzature, Marwa Berriri, rappresentante per il commercio estero di Göker un produttore di impianti di betonaggio in Italia aggiunge che, a volte, ci vuole del tempo per addestrare la gente del posto su come utilizzare l'attrezzatura poiché non le conosce abbastanza bene.

"Tuttavia i nostri prodotti sono popolari grazie alla loro alta qualità, adattabilità alle esigenze degli utenti e alle condizioni del cantiere", aggiunge.

Goker esporta in molti paesi come Germania, Olanda, Romania, Bulgaria, Belgio, Regno Unito, Albania, Kosovo, Russia, Ucraina, Turkmenistan, Azerbaigian, Kazakistan, Uzbekistan, Siberia, Corea, Emirati Arabi Uniti, Dubai, Qatar, Arabia Saudita, Siria, Iraq, Libia, Giordania, Tunisia, Algeria, Libano, Naxcivan, Tagikistan, Afghanistan, Sudan, Yemen, Guinea.

Se hai un commento o ulteriori informazioni su questo post, condividilo con noi nella sezione commenti qui sotto

Dennis Ayemba
Editor di paesi / caratteristiche, Kenya

2 COMMENTI

  1. Sarebbe bello per un direttore di costruzione avere la giusta quantità di cemento necessario per il lavoro. Sarebbe qualcosa che vorrei avere se fossi in costruzione. Sarebbe anche molto bello avere la betoniera e il camion puliti in modo che rimanga in buone condizioni.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome