Zaha Hadid

architetto-zaha-hadid

Profilo
Zaha Hadid, fondatrice di Zaha Hadid Architects, è stata insignita del Pritzker Architecture Prize (considerato il Premio Nobel per l'architettura) nel 2004 ed è nota a livello internazionale sia per il suo lavoro teorico che accademico. Ciascuno dei suoi progetti dinamici e innovativi si basa su oltre trent'anni di esplorazione e ricerca rivoluzionarie nei campi correlati dell'urbanistica, dell'architettura e del design.

L'interesse di Hadid risiede nella rigorosa interfaccia tra architettura, paesaggio e geologia poiché la sua pratica integra topografia naturale e sistemi creati dall'uomo, portando alla sperimentazione con tecnologie all'avanguardia. Un tale processo si traduce spesso in forme architettoniche inaspettate e dinamiche.

Attività Educativa
Hadid ha studiato architettura presso l'Architectural Association dal 1972 e ha ricevuto il Diploma Prize nel 1977.

Insegnamento
È diventata partner dell'Office for Metropolitan Architecture, ha insegnato all'AA con i collaboratori di OMA Rem Koolhaas ed Elia Zenghelis, e in seguito ha diretto il proprio studio all'AA fino al 1987.

Da allora ha ricoperto la cattedra Kenzo Tange presso la Graduate School of Design, Harvard University; la Cattedra Sullivan presso l'Università dell'Illinois, School of Architecture, Chicago; cattedre ospiti presso la Hochschule für Bildende Künste di Amburgo; la Knolton School of Architecture, Ohio e il Masters Studio della Columbia University, New York.

Inoltre, è stata nominata Membro Onorario dell'American Academy of Arts and Letters, Fellow dell'American Institute of Architecture e Commander of the British Empire, 2002. Attualmente è Professore all'Università di Arti Applicate di Vienna, Austria ed è stata Eero Saarinen Visiting Professor di Architectural Design alla Yale University, New Haven, Connecticut.

Premi
Il lavoro di Zaha Hadid degli ultimi 30 anni è stato oggetto di mostre retrospettive acclamate dalla critica al Solomon R. Guggenheim Museum di New York nel 2006, al Design Museum di Londra nel 2007 e al Palazzo della Ragione, Padova, Italia nel 2009. I suoi progetti recentemente completati includono il Museo MAXXI di Roma; che ha vinto il premio Stirling nel 2010. L'eccezionale contributo di Hadid alla professione di architetto continua ad essere riconosciuto dalle istituzioni più rispettate al mondo.

Ha ricevuto il prestigioso "Praemium Imperiale" dalla Japan Art Association nel 2009 e nel 2010 lo Stirling Prize - uno dei più alti riconoscimenti di architettura - dal Royal Institute of British Architects. Altri premi recenti includono l'UNESCO che ha nominato Hadid come "Artista per la pace" durante una cerimonia nella loro sede di Parigi l'anno scorso.

Sempre nel 2010, la Repubblica di Francia ha nominato Hadid "Commandeur de l'Ordre des Arts et des Lettres" in riconoscimento dei suoi servizi all'architettura, e la rivista TIME l'ha inclusa nell'elenco del 2010 delle "100 persone più influenti al mondo". '.

Il "Time 100" di quest'anno è diviso in quattro categorie: Leaders, Thinkers, Artists ed Heroes - con Hadid al primo posto nella categoria Thinkers.

Progetti ZHA
Zaha ha svolto un ruolo fondamentale in moltissimi progetti di Zaha Hadid Architects negli ultimi 30 anni. Il MAXXI: Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo a Roma, Italia; il BMW Central Building a Lipsia, in Germania e il Phaeno Science Center a Wolfsburg, in Germania, sono eccellenti dimostrazioni della ricerca di Hadid per uno spazio complesso e fluido.

I precedenti edifici fondamentali come il Rosenthal Center for Contemporary Art a Cincinnati, USA, sono stati anche salutati come architettura che trasforma la nostra visione del futuro con nuovi concetti spaziali e forme audaci e visionarie.

Attualmente Hadid sta lavorando a una moltitudine di progetti in tutto il mondo, tra cui: il London Aquatics Centre per i Giochi Olimpici del 2012; Stazioni dei treni ad alta velocità di Napoli e Durango; la torre della sede centrale della CMA CGM a Marsiglia; il masterplan e la torre della Fiera di Milano nonché i principali progetti di masterplan a Pechino, Bilbao, Istanbul e Singapore. In Medio Oriente, il portafoglio di Hadid comprende centri culturali e di ricerca nazionali in Giordania, Marocco, Algeria, Azerbaijan, Abu Dhabi e Arabia Saudita, oltre alla nuova Banca centrale dell'Iraq.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome