Home Persone On. Moses N. Muihia

On. Moses N. Muihia

Ospite-Hon Moses N MuihiaOn. Moses N. Muihia è il Presidente Nazionale della Federazione dei Maestri Costruttori del Kenya ed è un Ispettore della Quantità registrato e praticante e ha conseguito una Laurea in Economia edile presso l'Università di Nairobi.

On. Muihia è entrata a far parte del Ministero dei Lavori Pubblici in 1973 come Assistente Quantitativo. Studiato, praticato e seduto per gli esami professionali in 1976 che lo ha qualificato per unirsi al Dipartimento di Sviluppo del Territorio come docente a tempo parziale per due anni prima di entrare a far parte del corpo docente come docente di Quantitativa e Costruzione di edifici in 1979.

È entrato in uno studio privato in 1985. Era un parlamentare keniano da 1997 a 2002 e un membro del consiglio di amministrazione di 2007 di 2010. Ha frequentato corsi di Corporate Governance e leadership e ha viaggiato molto su questioni relative alla costruzione.

Attualmente è presidente nazionale della federazione dei maestri del Kenya e direttore del consiglio nazionale delle autorità di costruzione.

Construction Review lo ha intervistato e questo è quello che ha da dire.

 

Quando è stata costituita la Federazione dei maestri costruttori del Kenya (KFMB), i motivi per formarla e la sua visione?

La Federazione dei Master Builders del Kenya è stata registrata presso l'ufficio di registro delle società su 6th Nov. 1995. È l'associazione che rappresenta gli interessi delle piccole e medie imprese (PMI) e degli appaltatori locali in tutti i settori dell'industria delle costruzioni in Kenya

Gli obiettivi principali includono, ma non sono limitati a: - Promuovere misure e adottare misure che possano essere considerate opportune per la tutela degli interessi dei suoi membri della Federazione dei Maestri Costruttori del Kenya, promuovere e incoraggiare consultazioni tra e tra i suoi membri su questioni connesse con gli sviluppi e la tecnologia emergente del settore delle costruzioni.

In questioni che riguardano gli interessi dei costruttori di fare lobby, promuovere il sostegno o opporsi a leggi, misure burocratiche; formulare e sostenere i più alti standard di etica del business delle costruzioni incoraggiando pratiche e efficienza corrette tra i suoi membri. Fornire strutture per lo studio e la ricerca e la ricerca in materia di edilizia e costruzioni, questioni industriali e per rendere noti i risultati attraverso la divulgazione del risultato.

KFMB mira anche a promuovere corsi di formazione sui principi e le pratiche nel settore edile e di concedere premi e prezzi, fornire consulenza ai membri su questioni finanziarie e legali derivanti da obblighi contrattuali, affiliarsi e collaborare con istituzioni, società e associazioni aventi oggetto in tutto o in parte simili a quelli della federazione, acquistare, vendere, affittare macchinari, beni mobili, terreni necessari per la promozione dei propri obiettivi, raccogliere fondi, ricevere sovvenzioni, donazioni e investire denaro per adempiere agli obblighi della federazione; Formare sezioni / capitoli di contea e fare tutte quelle cose lecite che sono accidentali o possono essere ritenute dalla Federazione favorevoli al raggiungimento degli obiettivi.

La nostra visione è quella di essere l'associazione degli appaltatori leader nella regione e la nostra missione è di sviluppare l'appaltatore di PMI che sia efficiente attraverso la costruzione di capacità per intraprendere la costruzione professionalmente e proficuamente.

Quali sono state le pietre miliari degne di nota nello sviluppo della Federazione e in che modo ha beneficiato i membri e l'industria dell'edilizia e delle costruzioni nel suo complesso?

KFMB è stato uno dei principali attori nello sviluppo della legge sugli appalti pubblici e sullo smaltimento 2005 e del regolamento 2006. Ha esercitato pressioni con successo per l'inclusione delle clausole sulle preferenze e sulle riserve di cui alla sezione 39 per la partecipazione di candidati quali gruppi svantaggiati, micro, piccole e medie imprese nella catena del valore degli appalti.

Tutti gli enti per gli appalti pubblici sono tenuti a dare una preferenza esagerata ai cittadini del Kenya in cui il finanziamento dei progetti è 100% dal governo del Kenya o dove gli importi sono al di sotto della soglia prescritta. L'atto consente anche le preferenze nella valutazione delle offerte di appalto in cui vi sono proprietà di joint venture a seconda della percentuale di partecipazione degli abitanti locali alle imprese straniere su scala graduatoria.

Attraverso ulteriori lobbisti gli offerenti sono stati autorizzati a utilizzare i titoli di assicurazione e le obbligazioni di rendimento che fino ad allora erano riservate alle banche. Ciò ha consentito agli offerenti di accedere più facilmente agli appalti. Tuttavia, sfortunatamente gli enti appaltanti non sono riusciti ad attuare questa finestra per sostenere le PMI.

KFMB ha timbrato la sua presenza come uno dei principali attori nel settore edile e ha il suo incarico nel consiglio di amministrazione della National Construction Authority, recentemente lanciata.

 

Quando sei diventato presidente nazionale della federazione?

Sono entrato in KFMB in 2004 su invito dei funzionari come coordinatore nazionale e Ag. CEO ed è stato eletto Presidente nazionale su 30th Marzo 2012.

 

Quali sono le sfide che hai incontrato?

Ci sono state sfide importanti nel settore delle costruzioni, in gran parte, a causa della mancanza di un meccanismo normativo strutturato. Tutte le parti interessate hanno operato a casaccio. Non c'è stato alcun governo o linee guida di politica pubblica per dirigere relazioni tra e tra i giocatori.

KFMB non ha avuto la capacità di guidare l'organizzazione a causa della scarsa adesione. All'epoca c'erano solo quattro membri attivi del comitato esecutivo e gli appaltatori non apprezzavano la necessità di lavorare come un forte gruppo di pressione per guidare il cambiamento. C'era resistenza tra i funzionari per abbracciare la corporate governance, che è il fulcro del successo nella gestione di qualsiasi istituzione.

 

Quali sono i risultati raggiunti durante il tuo mandato?

Mi sono adattato ai sistemi di lavoro esistenti all'interno dell'associazione mentre coinvolgevo altre parti interessate e in particolare i dipartimenti governativi affinché apprezzassero la necessità di regolamenti strutturati per affrontare le carenze.

KFMB ha guidato la lobby per coinvolgere il governo in 2006 verso la creazione della National Construction Authority, come regolatore del settore edile. Ha redatto un position paper per giustificare la necessità di una regolamentazione.

Il primo Bill grezzo per stabilire l'Autorità è stato ben accolto dal governo, culminato nella promulgazione in legge e in gazettement su 16th December 2012.

Le funzioni dell'Autorità sono: - Senza pregiudizio della generalità della sottosezione (1), l'Autorità: Promuovere e stimolare lo sviluppo, il miglioramento e l'espansione del settore delle costruzioni; consigliare e formulare raccomandazioni al Ministro in merito a questioni che riguardano o sono connesse con l'industria delle costruzioni; intraprendere o commissionare ricerche su qualsiasi questione relativa al settore delle costruzioni; prescrivere le qualifiche o altri attributi richiesti per la registrazione come contraente ai sensi della presente legge; assistere all'esportazione di servizi connessi all'industria delle costruzioni;

Fornire consulenza e servizi di consulenza in relazione al settore delle costruzioni; promuovere e assicurare la garanzia della qualità nel settore delle costruzioni; incoraggiare la standardizzazione e il miglioramento delle tecniche e dei materiali di costruzione; avviare e mantenere un sistema informativo per l'industria dell'edilizia; fornire, promuovere, rivedere e coordinare programmi di formazione organizzati da centri di formazione pubblici e privati ​​accreditati per operai edili qualificati e supervisori dei cantieri; accreditare e registrare i contraenti e regolamentare le loro imprese professionali; accreditare e certificare lavoratori edili qualificati e supervisori del cantiere; sviluppare e pubblicare un codice di condotta per l'industria delle costruzioni: e fare tutte le altre cose che potrebbero essere necessarie per un migliore svolgimento delle sue funzioni in base all'atto

All'Assemblea generale annuale tenutasi a marzo 2012, sono stato eletto Presidente nazionale insieme a un gruppo di altri funzionari nazionali. L'attuale composizione è salita a 500 e sta aumentando costantemente.

 

Quali sono i problemi che affliggono l'industria / professione?

I cittadini e gli appaltatori locali del settore devono affrontare sfide importanti; Mancanza di capacità tecniche adeguate per gestire progetti infrastrutturali complessi, mancanza di capacità manageriali adeguate, mancanza di accesso a crediti a prezzi accessibili da parte di banche e altre istituzioni finanziarie, lunghi ritardi nei pagamenti da parte dei datori di lavoro e in particolare del governo e di altre istituzioni pubbliche

Attrezzature costose e macchinari per la costruzione, procedure di appalto rigide e ostili, mancanza di sistemi di garanzia del credito, mancanza di sostegno da parte del governo e forte concorrenza da parte di contraenti stranieri, alcuni dei quali sono aziende appoggiate dal governo.

Che ruolo ha avuto la Federazione dei Costruttori Maestri del Kenya nell'alleviare questi problemi?

KFMB ha costantemente impegnato il governo e altre parti interessate a fare pressioni per il cambiamento e, in particolare, spingerà per l'implementazione delle funzioni del National Construction Act 2011 e dei regolamenti che cercano di affrontare la maggior parte delle sfide.

L'Associazione sta negoziando con un'organizzazione tedesca (BGV / SEQUA) al fine di facilitare le joint venture e la formazione dei suoi membri in programmi pertinenti finalizzati allo sviluppo di capacità.

 

Cosa bisogna fare in futuro per migliorare ulteriormente l'industria / professione?

Il governo dovrebbe prendere iniziative coraggiose per sostenere deliberatamente i contraenti cittadini e mantenere il tempo che ha impostato nel finanziamento delle infrastrutture. L'autorità nazionale per le costruzioni dovrebbe sforzarsi di adempiere al proprio mandato.

 

Quale ruolo deve svolgere il governo per alleviare i problemi / le sfide affrontati nel settore della professione / dell'edilizia?

Il governo deve svolgere un ruolo di facilitatore e mettere in atto linee guida politiche che siano favorevoli e favorevoli alle imprese. Il governo dovrebbe avviare cambiamenti politici per promuovere le piccole e medie imprese ad aumentare gli investimenti mobilitando risorse per i sistemi di garanzia del credito

I singoli funzionari pubblici dovrebbero essere ritenuti responsabili di eventuali ritardi nel rilascio dei pagamenti agli appaltatori, mentre i contabili dovrebbero essere mantenuti in servizio solo in merito alla meritocrazia e alla responsabilità

Il governo è incoraggiato a facilitare l'acquisizione di macchinari per l'edilizia pesante da condividere tra gli appaltatori in base al noleggio. Le flotte dovrebbero essere gestite da gestori competenti di integrità impeccabile.

 

Articolo precedenteSignor David M. Gaitho
Articolo prossimoBrett Marlin

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome