ultime notizie

Home Persone Rifiutarsi di lavorare sulle paure COVID-19

Rifiutarsi di lavorare sulle paure COVID-19

Con il tasso quotidiano di infezione da COVID-19 in Sud Africa in rapido aumento, molti dipendenti stanno pensando se tornare in un ambiente d'ufficio. Nicol Myburgh, Responsabile della Business Unit HCM presso CRS Technologies, discute le circostanze che possono verificarsi in cui si ritiene che il rifiuto di lavorare sia l'unica opzione sicura disponibile.

"Da un punto di vista legale, un dipendente può rifiutarsi di svolgere qualsiasi lavoro se si verificano circostanze che, con ragionevole giustificazione, sembrano rappresentare un rischio imminente e grave della loro esposizione al coronavirus", afferma Myburgh.

Processo dovuto

Ovviamente, questo non solleva i dipendenti dalla loro responsabilità di seguire un protocollo adeguato, afferma. "Un dipendente che si è rifiutato di tornare al lavoro deve, non appena è ragionevolmente possibile, informare il datore di lavoro personalmente o tramite un rappresentante per la salute e la sicurezza del proprio rifiuto di recarsi al lavoro e fornire le proprie ragioni."

Il datore di lavoro deve quindi consultare il responsabile della conformità e qualsiasi comitato per la salute e la sicurezza e sforzarsi di risolvere qualsiasi problema che possa sorgere dall'esercizio di questo diritto. Fondamentalmente, nessuno può minacciare di intraprendere alcuna azione contro un dipendente perché quella persona ha esercitato o intende esercitare il diritto di rifiutarsi di lavorare per un motivo giustificabile.

“Ciò significa che l'organizzazione non può licenziare, disciplinare, pregiudicare o molestare qualcuno per aver rifiutato di svolgere qualsiasi lavoro se è conforme al requisito della giusta causa. In caso di controversia, il dipendente può deferirlo alla Commissione per la conciliazione, la mediazione e l'arbitrato (CCMA) o un consiglio di contrattazione accreditato per la conciliazione e l'arbitrato ", afferma.

C'è il rischio che i dipendenti cercheranno di trarre vantaggio dalla situazione e Myburgh afferma che le normative sembrano implicare che i datori di lavoro non possano fare ricorso. “Fortunatamente lo fanno. Le sezioni importanti dei regolamenti sono "una giustificazione ragionevole" e "un rischio imminente e grave della loro esposizione a COVID-19". Ciò rende estremamente difficile per un dipendente trarre vantaggio dalla situazione quando il proprio datore di lavoro ha adottato tutte le misure di sicurezza ragionevoli e implementato tutte le misure ragionevoli ".

Azione disciplinare

Se un dipendente si rifiuta di andare a lavorare per qualche motivo insensato, nulla vieta al datore di lavoro di intraprendere le necessarie misure disciplinari.

Secondo Myburgh, il datore di lavoro può scegliere tra una gamma di opzioni. Questi includono azioni disciplinari (nel caso di un dipendente che non si presenta, insubordinazione, inosservanza del dovere o qualcosa di simile) al licenziamento in base a requisiti operativi (comunemente indicato come ridimensionamento).

“Fondamentalmente, un datore di lavoro deve assicurarsi di aver rispettato tutte le norme di salute e sicurezza necessarie. Se ciò è stato fatto e un dipendente si rifiuta ancora di venire a lavorare a causa del rischio percepito di contrarre COVID-19, renderebbe effettivamente intollerabile l'ulteriore impiego e probabilmente finirebbe con un licenziamento basato su requisiti operativi ", conclude Myburgh.

FINE

INFORMAZIONI SU CRS

CRS Technologies è un fornitore leader di soluzioni e servizi per il settore in crescita della gestione del capitale umano.

Dopo la sua fondazione nel 1985, la società con sede a Johannesburg ha trovato rapidamente la sua nicchia nel settore delle risorse umane, della gestione del personale e del libro paga e presto è diventata lo specialista preferito dalle organizzazioni blue chip e dalle PMI in tutta l'Africa.

Oggi CRS è riconosciuta come la più competente azienda di soluzioni per le risorse umane e il libro paga del continente, sostenuta da soluzioni e servizi che aiutano a creare luoghi di lavoro di dipendenti ispirati, coinvolti e premiati. Il nostro approccio al mercato mira a massimizzare il valore tra datore di lavoro e dipendente, integrato con una tecnologia innovativa che sblocca il potenziale umano e fa crescere le imprese.

CRS ottiene un vantaggio competitivo attraverso il suo impegno per le migliori pratiche globali in HCM e la sua spinta a trasformare i dipartimenti delle risorse umane in unità di business strategiche e di valore aggiunto, sia attraverso software e servizi su misura o intuizioni condivise del settore.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome

NON segui questo link o sarai vietato dal sito!