ultime notizie

Home News Africa Madagascar: inizia la costruzione della centrale solare ibrida di Andranotakatra

Madagascar: inizia la costruzione della centrale solare ibrida di Andranotakatra

Sono iniziati i lavori di costruzione di una centrale elettrica ibrida, soprannominata la centrale solare ibrida Andranotakatra nel distretto di Mahajanga in Madagascar. Ordinato dal governo malgascio, l'impianto da 17 MW sarà costruito su un terreno di 42 acri da Mada Green Power, fornitore di sistemi ibridi solari con sede nel paese dell'Africa orientale, in tre fasi.

Nella prima fase, Mada Green Power installerà un sistema ibrido da 1.2 MW che sarà operativo entro due mesi dalla data di inizio. La seconda fase fornirà ulteriori 10.8 MW alla rete elettrica del Madagascar entro il terzo mese del prossimo anno (2021) mentre la terza e ultima fase produrrà 5 MW prima della fine dello stesso anno.

Leggi anche: Kenya Power per installare contatori intelligenti al confine di ogni contea

Al completamento, la centrale solare ibrida di Andranotakatra sarà collegata alla rete nazionale secondo Maurille Mananjara, il direttore regionale di Jirama a Boeny, una regione nel nord-ovest del Madagascar al confine con la regione di Sofia a nord-est, Betsiboka a sud e Melaky a sud-ovest. Jirama (Jiro sy rano malgascio) è l'azienda statale di servizi elettrici e idrici in Madagascar.

Anticipazione per il progetto

Una volta operativo, il progetto dovrebbe diversificare la produzione di elettricità del paese dell'Africa orientale, ridurre i costi e allo stesso tempo migliorare il tasso di accesso all'elettricità nella città di Mahajanga e nell'intero paese nel suo complesso dove l'accesso ai servizi elettrici è particolarmente basso nelle zone rurali.

Secondo le autorità competenti, l'attuale tasso di accesso all'energia elettrica stimato è del 15% in tutta la nazione. Ciò rappresenta circa il 54% della popolazione nelle aree urbane e periurbane (noto anche come spazio urbano, periferia o entroterra) e il 5% della popolazione nelle aree rurali.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome

NON segui questo link o sarai vietato dal sito!