ultime notizie

Home News Africa Uganda-Tanzania firmano un accordo per il progetto dell'oleodotto dell'Africa orientale

Uganda-Tanzania firmano un accordo per il progetto dell'oleodotto dell'Africa orientale

I governi dell'Uganda e della Tanzania hanno firmato l'accordo con il governo ospitante (HGA) per l'attuazione del Progetto East Africa Crude Oil Pipeline (EACOP). L'oleodotto andrà dai giacimenti petroliferi dell'Uganda intorno al lago Albert fino al porto di Tanga nella regione nord-orientale della Tanzania. Secondo Hassan Abassi, portavoce del governo della Tanzania, più di tre quarti del gasdotto passerà attraverso la Tanzania.

Abassi ha anche affermato che la Tanzania guadagnerà circa 3.24 miliardi di dollari e creerà più di 18,000 posti di lavoro nei prossimi 25 anni, o più, in cui il progetto sarà operativo.

Leggi anche: Tullow Oil vende quota nel sistema di oleodotti dell'Africa orientale

Un accordo tra Uganda e Total sull'oleodotto greggio dell'Africa orientale

La firma dell'accordo tra i due Paesi dell'Africa orientale arriva un giorno dopo l'Uganda e la multinazionale francese del petrolio e del gas Totale ha raggiunto un accordo che ha stabilito un accordo con il governo ospitante che disciplina il progetto del gasdotto di esportazione nel paese e le condizioni di ingresso del Uganda National Oil Company nel progetto.

In una dichiarazione, Pierre Jessua, amministratore delegato di Totale E&P Uganda ha affermato che, grazie all'accordo, hanno raggiunto una pietra miliare importante che apre la strada alla decisione finale di investimento nei prossimi mesi. "Non vediamo l'ora di concludere un HGA simile con il governo della Tanzania e di completare la procedura di gara per tutti i principali contratti di ingegneria, appalti e costruzione", ha affermato.

Total è il principale azionista dei giacimenti petroliferi dell'Uganda dopo aver accettato di acquistare Tullow Oilpartecipazione in giacimenti onshore. Funzionerà a fianco di proprietà statale cinese CNOOC sviluppare le riserve petrolifere che si stima abbiano 6 miliardi di barili.

Preoccupazioni recenti sul progetto

Recentemente un rapporto pubblicato da Federazione internazionale per i diritti umani (FIDH) e la ONG Oxfam ha sottolineato che, se portato a termine con successo, questo progetto interesserà più di 12,000 famiglie e causerà la distruzione di ecosistemi sensibili in una regione la cui biodiversità è una delle più ricche al mondo.

Per quanto riguarda le preoccupazioni, Total ha affermato di essere determinata a "continuare un dialogo utile" con le ONG e le comunità e ad accettare alcune delle loro raccomandazioni.

COMMENTO 1

  1. Hi

    Il mio nome è Abuubakar saadik dalla Tanzania e sono interessato a unirmi come tecnico meccanico nel settore del petrolio e del gas
    In Tanzania in Uganda
    + 25568404407

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome

NON segui questo link o sarai vietato dal sito!