Impianto di dissalazione delle acque sotterranee in costruzione a Foundiougne in Sine-Saloum, Senegal

L'Algeria avvia il programma di acqua potabile nella città di Medea

La compagnia idrica nazionale senegalese (Société Nationale des Eaux du Senegal (SONES)) sta attualmente costruendo un impianto di desalinizzazione delle acque sotterranee a Foundiougne nel Sine-Saloum, a sud-ovest del paese dell'Africa occidentale, nel tentativo di rafforzare l'approvvigionamento di acqua potabile della città.

Leggi anche: 50,000 progetti di lampioni solari in Senegal completati a metà

Finora, secondo Yoro Diassy, ​​un ingegnere della compagnia idrica nazionale del Senegal (SONES) che funge da project manager dell'impianto di dissalazione, tutti i lavori di ingegneria, nonché l'installazione e le connessioni delle apparecchiature sono stati completati.

“Ciò su cui stiamo attualmente lavorando sono le installazioni elettriche e siamo nelle fasi finali della regolazione. Speriamo che l'impianto sarà operativo entro pochi mesi ", ha spiegato il project manager.

Dopo la sua messa in servizio, verrà affidato il funzionamento dell'impianto di desalinizzazione Sen'eau, la nuova società che gestisce e distribuisce acqua potabile nelle aree urbane e periurbane del Senegal.

Una panoramica dell'impianto di dissalazione delle acque sotterranee

L'impianto di desalinizzazione delle acque sotterranee in questione la cui capacità è di circa 1,700 metri cubi al giorno pomperà le acque sotterranee e le tratterà mediante il processo di osmosi inversa. L'acqua trattata dovrebbe soddisfare le esigenze di oltre 7,000 abitanti della città di Foundiougne, il cui consumo totale di acqua è di circa 700 metri cubi al giorno.

Secondo uno studio di SONES, la struttura dovrebbe essere in grado di coprire completamente le esigenze di queste persone almeno per i prossimi 15 anni, se non di più.

Oltre al nuovo impianto di dissalazione, la popolazione della città di Foundiougne insieme a quella delle regioni di Fatick, Thiès e Kaolack, beneficerà della fase 2 del progetto di approvvigionamento di acqua potabile che è finanziato dalla Corea del Sud.

Questo progetto prevede la creazione di nove pozzi, nove torri d'acqua e una rete di approvvigionamento idrico di 170 km, nove pompe, nove generatori, nove alloggi per il custode e nove cabine di pompaggio.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome