Come eseguire una pulizia della tua casa dopo importanti lavori di ristrutturazione

Come pulire la tua casa dopo un rinnovamento importante Pianificare una ristrutturazione importante non è facile. Dall'assunzione dell'appaltatore giusto all'assunzione di un cassonetto per prendere la spazzatura in seguito, sarai occupato come diamine! Tra una mescolanza di fili elettrici e allocazione di manodopera, permane la questione della pulizia della casa o del condominio dopo un'importante ristrutturazione. Ecco una guida dettagliata su come prepararti per una pulizia della tua casa dopo importanti lavori di ristrutturazione.

Sigilla il sito

Ristrutturare l'intera struttura è facile nel senso che tutti gli inquilini lasceranno i locali in modo che i lavoratori possano abbattere i muri in pace. Tuttavia, se hai deciso di rinnovare solo una parte della casa o un singolo appartamento nell'edificio, il lavoro e la successiva pulizia saranno molto più difficili.

Prima di tutto, devi sezionare il cantiere e lasciarlo come tale fino a quando tutto il rifiuti di costruzione era stato eliminato. Il modo più conveniente per isolare le aree di pulizia è appendere teli spessi e pesanti dal soffitto fino al pavimento.

Se è necessario coprire una vasta area utilizzando un telo, quindi aggiungere tiranti per aiutare a trattenere pezzi più pesanti di telo. Non importa quanto bene sigilliate i fori nel telo, le particelle di polvere fine passeranno attraverso, quindi considerate di aggiungere e cerniera adesiva al telo per renderlo ermetico. Un altro consiglio è quello di raddoppiare il telo con uno strato extra vicino alle aree che subiranno sabbiatura.

Proteggere tutto, dai pavimenti alle finestre

Una volta stabilito il perimetro della zona di ristrutturazione, è tempo di proteggere tutte le parti sensibili della casa, come i pavimenti in legno e le finestre. Puoi pulire facilmente le finestre ma è costoso sostituire una finestra rotta. Lo stesso vale per i pavimenti, poiché pulire il pavimento della cucina è meglio che sostituire le piastrelle danneggiate a causa della caduta di oggetti pesanti.

Per quanto riguarda il pavimento, coprilo con carta da costruzione e trasformalo in un doppio strato per assicurarti che il primo strato non si strappi. Il suddetto telone è ideale per coprire le finestre a meno che non si desideri rimuovere completamente i pannelli. Gli apparecchi pesanti, come la lavatrice o il frigorifero, possono anche essere protetti da un telo e rimossi il più lontano possibile dalla zona del reno.

In effetti, un telone sarà il tuo migliore amico quando si tratta di prevenire danni ingenti. La posa di grandi sezioni continue di telone o cartone su aree ad alto traffico proteggerà ulteriormente la pavimentazione. Una volta terminata la risonanza, avrai meno sporco e fango per pulire i pavimenti.

Pulire l'aria

Come già notato, le particelle di polvere disperse nell'aria saranno i tuoi più grandi nemici di pulizia. Per questo motivo, è importante mantenere l'aria all'interno della casa o dell'appartamento il più pulita possibile durante il processo di ricostruzione.

Il modo migliore per mantenere l'aria pulita è usare HEPA Filtri (aria particellare ad alta efficienza) e pompe per vuoto alla fine di ogni giornata lavorativa. Questi vuoti non costano poco ma puoi noleggiarli, proprio come noleggi una sega elettrica o un cassonetto. I vuoti HEPA possiedono la capacità di intrappolare minuscole particelle di polvere; qualcosa che i vuoti regolari non possono.

Inoltre, ci sono depuratori d'aria HEPA che dovrebbero essere accesi 24/7. Inoltre, è necessario pulire e lavare i filtri ogni volta che è necessario. Preparati a lavare i filtri dell'aria ogni paio di giorni perché una tipica ristrutturazione fa volare molta aria e polvere.

Infine, puoi usare il trucco più antico del libro per mantenere l'aria pulita: apri le finestre. Questa semplice azione consentirà all'aria fresca di circolare attraverso la residenza, permettendo alla leggera brezza di allontanare la polvere da casa tua.

Una pulizia profonda è responsabilità dell'utente, non dell'appaltatore

Prima di dare consigli su come effettuare una pulizia della tua casa dopo importanti lavori di ristrutturazione, c'è una cosa che devi sapere. Gli appaltatori non sono obbligati a pulire il luogo dopo averlo fatto. Molti proprietari di case e proprietari di immobili pensano che il contratto che hanno firmato probabilmente elenca il dovere dell'appaltatore di ripulire il luogo, ma nelle strutture residenziali, questo è raramente il caso.

Sta a te rendere immacolato il nuovo bagno o la scuola materna! Aspettati che l'appaltatore usi una semplice scopa per spazzare grandi mucchi di segatura e raccogliere la spazzatura dietro di loro, ma questo è tutto. Negli edifici, non aspettarti che facciano anche una leggera pulizia dei corridoi e degli ascensori appena installati.

Devo assumere detergenti professionali?

Una volta che ti rendi conto di che casino hanno lasciato gli appaltatori, inizi a chiederti se sarai pronto per il compito. Molti proprietari di case decidono di rivolgersi a detergenti professionisti e questo va benissimo se non sono in grado di effettuare da soli la pulizia. Tuttavia, prima di iniziare a navigare in Internet alla ricerca di detergenti professionali, assicurati di rispondere alle seguenti domande:

Quanto tempo impiegherà l'intera pulizia (ore, giorni, settimane)?

Hai così tanto tempo da perdere e sei disposto a pulire la residenza da solo?

Sono rimasti soldi dalla ristrutturazione per assumere addetti alle pulizie professionali?

Dopo aver risposto a queste 3 semplici domande, avrai una migliore idea se hai bisogno di un aiuto professionale o puoi completare il processo di pulizia da solo. Come hai già visto, questo dilemma ha due aspetti principali: il fattore tempo / sforzo e l'aspetto finanziario.

Utilizzando il potere dell'acqua per la pulizia

Se decidi di pulire la casa o l'appartamento da solo, assicurati di sfruttare il potere dell'acqua a tuo vantaggio. Vale a dire, a l'idropulitrice facilita la pulizia e aiuta a pulire velocemente grandi aree. Questo è esattamente ciò di cui hai bisogno se le pareti, il soffitto e il pavimento devono essere puliti contemporaneamente.

Il potere dell'acqua sotto pressione è particolarmente utile per le pulizie all'aperto. La pulizia delle piastrelle del recinto o del patio è terminata in pochi minuti se si dispone di una "bacchetta spray" in mano. La potente pressione dell'acqua elimina la necessità di pulire a mano i pavimenti o le pareti.
Prendersi cura dei rischi per la salute
L'uso di acqua in pressione per pulire la casa comporta un ulteriore vantaggio: puoi farlo da diversi metri di distanza. Questo è piuttosto utile quando si pensa a tutti i rischi per la salute che comporta una pulizia tipica. Durante una tipica ristrutturazione, tutte le specie di particelle finiscono nell'aria. Oltre alla polvere, hai incluso spore di muffe, tossine e silicati, che pongono tutti a grave pericolo al tuo sistema respiratorio.

Ogni prodotto chimico utilizzato durante la ristrutturazione, come vernice appena applicata, una vernice e un primer emette fumi tossici. Questi durano per giorni e spesso sono ancora presenti quando si inizia a pulire il sito. Pertanto, indossare una maschera respiratoria (il tipo N95 è molto popolare al giorno d'oggi) e lavorare in una stanza ben ventilata.
Aspirapolvere tappeti e tappezzerie
Le aree in cui sarà più difficile asportare le particelle di polvere sono tende, tappezzerie e tappeti. Polvere e particelle di sporco si incastonano nel tessuto, quindi è praticamente impossibile eliminarli spolverando il tappeto sul balcone.

L'aspirazione di queste superfici morbide produrrà risultati molto migliori. Assicurati di usare un'apertura stretta sull'aspirapolvere e attraversa sempre la superficie due volte. Questo include anche tappetini, cuscini e fianchi dei divani.
Pulendo le superfici dure dall'alto verso il basso
Pulisci la tua casa come un professionista implica spolverare tutto dall'alto verso il basso. Lo stesso principio si applica per pulire una casa o un appartamento dopo un'attenta ricostruzione, con un paio di notevoli eccezioni.

Normalmente, non dovresti spolverare le pareti ma le particelle di polvere fine si depositano anche su superfici verticali, quindi pulisci anche quelle, specialmente se hai una carta da parati. Un panno umido potrebbe sembrare la prima scelta logica ma la spolverata a secco è più efficace, in quanto garantisce che la carta da parati non venga danneggiata nel processo.

Una volta che hai finito di spolverare le pareti, è il momento di raggiungere le più alte superfici verticali della casa: top di armadi, mobili da cucina e scaffali per libri. È possibile utilizzare uno spolverino a causa della vastità dell'impresa.

Lavorare verso il basso comporta l'apertura di ante dell'armadio e dell'armadio e la spolverata anche dall'interno. La polvere si fa strada attraverso le più piccole crepe. Una volta asciugato e spolverato i ripiani, sei finalmente pronto a pulire i pavimenti da una parete all'altra. Ricorda, se posizioni il telo attraverso i passaggi durante la costruzione, avrai meno rastrelliere da fare.

Il diavolo è nei dettagli

Se ti piace collezionare soprammobili e mostrarli sugli scaffali, allora sai che spolverare tali figurine non è un compito facile. La pulizia dopo un rinnovamento domestico è resa più difficile perché ci sono innumerevoli piccole superfici all'interno della casa o dell'appartamento.

Non dovresti ignorare queste piccole superfici perché il diavolo (pulizia) è nei dettagli. I proprietari di superfici che spesso saltano durante la pulizia sono le pale del ventilatore sul ventilatore a soffitto (in cucina o in bagno), le lampade (da una singola lampadina nel seminterrato al lampadario della sala da pranzo), i paralumi, i vari componenti elettronici e decorativi oggetti come vasi, vasi e statuti.

Usando panni in microfibra

Mop, vari cuscinetti e panni usati per pulire la casa dovrebbero essere fatti con un unico materiale: microfibra. Le fibre sintetiche che producono la microfibra sono minuscole (meno di 10 micrometri di diametro), rendendo i panni in microfibra non abrasivi e super leggeri.

Inoltre, la microfibra è un materiale che raccoglie rapidamente polvere e capelli residui, rendendolo ideale per la pulizia post-rinnovo. Altre fortune della microfibra includono morbidezza, elettrostatica, elevata capacità di filtraggio, idrorepellenza, tenacità, assorbimento, ecc.

Ci auguriamo che ora abbiate un quadro più chiaro (inteso gioco di parole) di ciò che implica la pulizia dopo un'importante ristrutturazione domestica. Dall'utilizzo di un telo per proteggere tutto all'interno della casa e facilitare la pulizia in seguito, fino alla selezione dei materiali giusti per il panno utilizzato per la pulizia, questi sono tutti metodi efficaci per ripulire la tua casa dopo averla ridecorata a tuo piacimento.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome