ultime notizie

Home Associazioni NSE per affrontare le sfide abitative

NSE per affrontare le sfide abitative

Il Nigerian Society of Engineers (NSE), ha chiesto al governo sforzi coordinati, compreso il coinvolgimento di esperti e un'adeguata pianificazione delle città, nel tentativo di affrontare le crescenti sfide abitative che i nigeriani devono affrontare.

Secondo l'Ing. Adekunle Mokaoulu, presidente di NSE, l'accessibilità e il diritto d'uso della terra per sviluppare schemi abitativi e il corrispondente sviluppo delle capacità stavano ostacolando la crescita del patrimonio abitativo.

Leggi anche: MBAWC per offrire formazione agli imprenditori del settore edile

Infrastrutture nelle comunità rurali

Ing. Adekunle ha osservato che il deficit abitativo del paese è di oltre 18 milioni di unità abitative. Ha inoltre sottolineato che la maggior parte degli interventi sussistenti da parte del governo nel settore abitativo favoriva le élite.

“La fornitura di infrastrutture critiche nelle comunità rurali farà molto per aumentare la produttività e creare ricchezza. Il ferro e l'acciaio sono la chiave d'oro per lo sviluppo di tutti gli altri settori, inclusi i nostri settori automobilistico, edile e meccanico, tra gli altri. Il settore siderurgico della nostra economia può emergere come il più alto datore di lavoro di lavoro se rianimato ", ha affermato Adekunle Mokaoulu.

Inoltre, il presidente della NSE ha affermato che l'associazione sottolineerà nuovamente la necessità di dare la priorità all'integrazione rurale nell'approccio allo sviluppo delle infrastrutture nel paese. Ha anche applaudito, la mossa del governo per l'inizio dei cantieri per accertare il livello di conformità con l'Executive Order 5, mirato a migliorare i contenuti locali negli appalti pubblici.

Ha spiegato che in Nigeria, è stato un compito in salita ottenere il governo successivo per comprendere l'importanza delle innovazioni ingegneristiche indigene per lo sviluppo economico e sociale nazionale.

2 COMMENTI

  1. Ho sempre inviato questa pagina di post sul blog a tutti i miei collaboratori, perché se
    mi piace leggerlo, lo faranno anche i miei amici.

  2. Grazie per aver pubblicato questo fantastico articolo.
    Sono un lettore di lunga data ma non sono mai stato costretto a lasciare un commento.
    Mi sono iscritto al tuo blog e l'ho condiviso sul mio Twitter.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome

NON segui questo link o sarai vietato dal sito!